lafucina.it
Società

Ubriaco? Ecco la pillola sostitutiva

La strana ricerca di uno studioso britannico

Pubblicato il 03/01/2013 da La Fucina

Solo il 'meglio' dell'ubriachezza. Poter godere di quelle piacevoli sensazioni che dà l'ebbrezza senza incorrere nei pericoli, di mettersi alla guida dopo aver consumato alcol per esempio, o nei fastidiosissimi disturbi del 'dopo sbronza' che fanno maledire quell'ultimo bicchiere. Adesso si può. O si potrebbe, secondo uno studioso britannico di psicofarmacologia, David Nutt, che ritiene di aver individuato l'antidoto che permette di cancellare gli effetti collaterali dell'ubriachezza. Quello di cui Nutt ha bisogno però sono fondi per sviluppare la sua ricerca e per questo si rivolge al governo, sollecitandolo a considerare quanto il sistema sanitario risparmierebbe sulle cure per malattie causate dall'abuso di alcol. Il professor Nutt, che nel cui curriculum annovera collaborazioni con i maggiori istituti universitari britannici tra cui l'Imperial College e le università di Oxford e Cambridge, sostiene di aver sintetizzato una sostanza che praticamente mima l'effetto dell'alcol ma non provoca i disturbi di una sbronza e ne annulla i rischi per la salute. PILLOLA SOSTITUTIVA Così come è convinto che una tale sostanza, assunta magari sottoforma di pillola dopo aver bevuto, funga da 'antidotò bloccando gli effetti dannosi. Nutt, intervistato da Bbc radio e citato oggi dalla stampa britannica, dice di aver sperimentato il tutto in prima persona ed è convinto che si tratta di una rivoluzione il cui impatto potrebbe essere pari a quello della sigaretta elettronica per i fumatori. Lo scienziato riferisce inoltre di essersi rivolto al settore della produzione di alcolici nella ricerca di fondi per finanziare i suoi studi e sperimentazioni ma di non aver raccolto una reazione positiva, cosa che non lo sorprende. Nutt insiste che sarebbe compito del governo finanziare quella che lui definisce una «rivoluzione». Anche se in passato ha già lavorato con agenzie ed enti governativi, suscitando non poche perplessità con le sue teorie quantomeno bizzarre. David Nutt infatti non è nuovo a dichiarazioni shock, come quella, lo scorso aprile, secondo cui la crisi economica che ha colpito il mondo negli ultimi anni sarebbe stata provocata dai troppi banchieri cocainomani. L'uso della sostanza, secondo il controverso scienziato, avrebbe spinto molti manager e broker ad avere un'eccessiva fiducia in se stessi e a prendere decisioni azzardate in condizione di euforia. In precedenza, Nutt aveva sostenuto che alcol e tabacco sono più pericolosi dell'Lsd, dell'ecstasy e della cannabis. (leggo.it)-------------------------BARBARA D'URSO E LA SUA LEZIONE DI PILATES: GUARDA IL VIDEO





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ue, stop all’aranciata senza arancia

La Commissione Ue innalza la quantità di succo al 20%. Italia in regola dal marzo 2018

Basta mezz’ora al telefonino per rischiare mal di testa

no studio del gruppo di ricercatori diretti dall'ex presidente della Società italiana di neurologia, Aldo Quattrone

Tumori, 5 caffè al giorno dimezzano rischio cancro fegato

Secondo una ricerca diretta da Oliver Kennedy, dell'University of Southampton

Infarto, nel 30% dei casi c’è lo zampino del sistema immunitario

Studio Gemelli, al via cure su misura per i diversi tipi arresto cuore

Tumore al polmone, dopo 40 anni cambia la cura d’attacco

Sì di Aifa a immuno-oncologia, 70% pazienti vivo a un anno

Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore

Studio, la cottura lunga sprigiona molecole benefiche per la salute

Cassazione conferma maxisequestro spaghetti ‘made in Turkey’

'Indicazioni fallaci'. Respinto ricorso ad pasta 'Garofalo'

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)