lafucina.it
Cibo e Salute

Ha un arresto cardiaco, lo congelano per 24 ore: è salvo

E' stato salvato grazie al sistema del kit di raffreddamento a placche. E' il primo caso in Italia

Pubblicato il 10/07/2013 da La Fucina

Un arresto cardiaco improvviso, ma senza alcun danno, grazie al pronto intervento del 118 Bologna Soccorso e la tecnica innovativa con cui i medici hanno letteralmente "congelato" il paziente. Il metodo impiegato, scrive il Resto del Carlino, è un kit di raffreddamento a placche, di produzione austriaca, utilizzato in Italia solo dall'ospedale Maggiore di Bologna. L'ipotermia fa affluire meno sangue al cervello del paziente, rallentando così l'attività e, in sostanza, facendolo consumare di meno, evitando quindi danni cerebrali. E' il primo caso di questo tipo in Italia. L'episodio è avvenuto la settimana scorsa a Bologna. Uno studente 27 enne ha accusato un malore mentre sosteneva un esame. Fortunatamente gli è stato subito praticato un massaggio cardiaco da parte di una persona che si trovava sul posto e che gli ha salvato (la prima volta) la vita. Arrivano i soccorsi e, dopo aver trattato il ragazzo con un defibrillatore, i medici hanno utilizzato, appunto, la nuova tecnica citata, quindi il trasporto in ospedale:Hanno applicato al paziente 7-8 placche adesive rettangolari, contenenti un gel speciale in grado di ridurre velocemente la temperatura corporea - racconta il Resto del Carlino -. E in un'ora soltanto la sua temperatura era scesa a 33 gradi. In questi casi, le linee guida mondiali fissano fra i 32 e i 34 gradi il livello da raggiungere. Prima servivano spesso oltre quattro ore con i metodi tradizionali, come spugnature di ghiaccio e alcol. Invece, grazie all'innovativo kit di produzione austriaca, i medici hanno ottenuto l'obiettivo in tempi rapidissimi, facendo nel frattempo tutto il resto: manovre rianimatorie, trasporto in ambulanza e ricovero in ospedale.In seguito è stato trasferito in Cardiologia, dove sono stati disposti esami per approfondire la natura dell'arresto cardiaco e predisporre le azioni utili a prevenire futuri episodi. "Ricordo che stavo sostenendo l'esame, poi più nulla", ha detto il ragazzo quando si è svegliato. "C'è grande soddisfazione -- dice Giuseppe Di Pasquale, direttore della Cardiologia, al Resto del Carlino-- grazie alla sinergia fra i reparti e ai nostri protocolli abbiamo salvato il paziente evitando danni neurologici. Ora, dopo gli esami, dovremo decidere se impiantargli un defibrillatore sottocutaneo".





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico