lafucina.it
Società

Vince alla lotteria 11 milioni di euro. Adesso è più povero di prima

In dieci anni ha sperperato una fortuna in cocaina, alcol, prostitute e gioco d'azzardo

Pubblicato il 14/07/2013 da La Fucina

A 19 anni ha realizzato quello che è il sogno di una vita: 9,7 milioni di sterline vinti alla lotteria, circa 11,6 milioni di euro. Ora ha 30 anni è guadagna 6 sterline l'ora, poco meno di 7 euro, lavorando in fabbrica. Basta poco per sperperare un'autentica fortuna e Michael Carroll è l'esempio pratico di questa discesa dalle stelle alle stalle: spese folli e a vizi, ed in poco tempo ti ritrovi più povero di prima. Se non addirittura in galera, come capitato allo sciagurato protagonista di questa storia. Ma forse sciagurato non è neanche la parola più giusta, almeno a sentire il diretto interessato: "Oggi - dice al Daily Mail - guadagno 200 sterline a settimane confezionando biscotti e mi piace. Faccio tesoro di questo stipendio più di quanto si possa fare con una fortuna da quasi 10 milioni...". Non potrebbe essere altrimenti.Dopo aver vinto i quasi 10 milioni di sterline Michael ha acquistato una lussuosa casa da 300.000 sterline, con tutti i comfort, spendendo altre 400.000 sterline in arredamento di lusso e piscina. E il resto? Automobili di lusso, e poi una vita da rock star: sesso, droga e rock n roll. Lui stesso ha ammesso di aver abusato di cocaina, gioco d'azzardo e prostitute, il tutto annaffiato da due bottiglie di vodka al giorno. Nel 2004 è stato imprigionato per cinque mesi per non aver rispettato un ordine di trattamento farmacologico imposto come parte di una condanna per possesso di cocaina e nel febbraio 2006 è tornato in carcere per nove mesi per rissa. Si sposa, ma inesorabilmente il suo matrimonio fallisce."Gli amici mi hanno che questa vita mi avrebbe ucciso entro sei mesi, così ho deciso di uscirne: da due anni non faccio più uso di farmaci". Carroll ha cambiato completamente vita e anche Paese. Ora è in Scozia: "Mi piace stare qui. Ho tutto ciò che mi serve quindi questo è un nuovo inizio per me". Ma all'inizio non è stato facile: "Quando mi sono trasferito qui sono stato costretto a stare in una tenda per una settimana nei boschi perché non avevo un posto dove andare e non avevo ancora iniziato a lavorare in fabbrica. Seduto lì nel bosco ho cominciato a pensare che era il momento di riordinare la mia vita".





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Allarme colazione, per 10 mln ‘addio’ al modello italiano

Indagine Aidepi, tra falsi miti condanna grassi e no carboidrati

Lettini solari,in 30 anni hanno fatto aumentare tumori pelle

Oms, ogni anno causano 450mila casi tra Usa, Europa e Australia

Tumore al rene, in Italia 120 mila persone vive dopo la diagnosi

Lorenzin: “Dolorosissima morte bimbo ucciso da morbillo”

Bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli

Muore bimbo di 6 anni per complicanze da morbillo

Affetto da leucemia, ricoverato a Monza. Contagiato da fratelli non vaccinati

L’estratto di uva può proteggere contro il cancro al colon

Bene i test sugli animali, agisce sulle staminali tumorali

Sciroppo per la tosse ritirato dagli scaffali

Allarme nelle farmacie

I dolcificanti aumentano il rischio di diabete

Peggio dello zucchero, aumentano il rischio di diabete e obesità

Diabete, dai broccoli una sostanza utile per il controllo della glicemia?

Il sulforafano potrebbe rivelarsi utile per il trattamento del diabete di tipo 2

Morbillo, Oms: “In Europa oltre 5mila casi, il 43% in Italia”

Preoccupazione per la situazione attuale

Forino (direttore Assolatte), consumi latte ancora in calo

Nei primi cinque mesi del 2017

Un vaccino contro il colesterolo cattivo, test sull’uomo

Promette di frenare l'aterosclerosi riducendo l'accumulo di grasso che può ostruire le arterie

Lorenzin, manager sanità incapaci buttano miliardi

Mentre il correttivo della riforma Madia e' fermo in Cdm

Bergamotto toccasana, in succo combatte stress e colesterolo

Studio Università di Tor Vergata conferma 'frutto della salute'

Il pesce un possibile aiuto nella cura artrite reumatoide

Malattia più controllata con consumi 1-2 porzioni a settimana