lafucina.it
Società

Ergastolano scrive a B.: “Caro Silvio, ecco cosa ti aspetterebbe in carcere”

A vergare la missiva Carmelo Musumeci, detenuto e blogger

Pubblicato il 11/09/2013 da La Fucina

Carmelo Musumeci, ergastolano e blogger, racconta l'orrore del carcere. Lo fa ogni giorno. Stavolta, ha scelto di ricorrere al mezzo "lettera aperta" per parlare direttamente a Silvio Berlusconi. "Ecco cosa ti aspetterebbe in carcere" ma che ha come vero obiettivo quello di rendere pubblico il dramma di chi vive "sempre con un muro davanti".Pubblichiamo qui di seguito la sua missiva integrale:"Caro Silvio, spero che ti diano la “Grazia” o l’affidamento al “Servizio Sociale” o qualsiasi altra cosa che t’impedisca di entrare in carcere, perché la galera, specialmente quella italiana, non si augura a nessuno. Nell’inferno delle nostre Patrie Galere scopriresti che ci sono alcuni detenuti che si tolgono la vita perché si sta così male che preferiscono morire che vivere, perché dalla sofferenza puoi tentare di scappare, ma non puoi cancellarla. Scopriresti che dentro queste mura persino i sorrisi sanno di tristezza, perché ci sono uomini che non accarezzano da decenni le donne che amano. Scopriresti che in carcere i piedi non si alzano, si trascinano perché non si può andare da nessuna parte, c’è sempre un muro davanti a noi. Scopriresti che molti detenuti da ragazzi non hanno mai ricevuto nessuna educazione e istruzione come invece hanno ricevuto molte persone “perbene” ladre e molti politici corrotti. Questa cosa dovrebbe essere un’attenuante per i primi e un’aggravante per i secondi, invece i delinquenti poveri e ignoranti sono sempre considerati più criminali e cattivi di quelli istruiti e ricchi. Scopriresti che un carcere che non funziona è criminogeno, ti fa sentire innocente per qualsiasi reato che hai commesso e ti dimostra che gli altri sono più cattivi di te. Scopriresti che il carcere in Italia non ha solo una funzione diseducativa, ma ti fa passare anche la voglia di vivere. Per questo sarebbe meglio una giustizia riparativa, che non aggiungere male ad altro male. Caro Silvio, nelle nostre prigioni scopriresti che ci sono uomini ombra, murati vivi, condannati a essere cattivi e colpevoli per sempre, condannati all’ergastolo senza benefici, che non usciranno mai, fino alla loro morte fisica. Ombre che si muovono attorno al nulla aspettando la morte, osservando un mondo che non vedono e non sentono più. Scopriresti che ci sono funzionari dell’Amministrazione Penitenziaria che maltrattano i prigionieri. E poi forse alla domenica s’inginocchiano in chiesa e pregano Dio, convinti che basti pregare per essere innocenti. Scopriresti che se anche molti detenuti sono colpevoli, a differenza di molte persone perbene, hanno ancora l’anima pulita. Scopriresti che quello che manca di più in carcere, a parte l’amore, è la fiducia dei buoni. E che in questi luoghi si vive di nulla e si pensa al nulla perché anche la speranza in questo inferno si consuma. Scopriresti che l’Assassino dei Sogni, il carcere come lo chiamano i detenuti, ti ruba l’anima, la mente, la memoria e la vita. E oltre a non funzionare, crea un essere vendicativo perché trasforma il colpevole in una vittima. Poi quando ricevi del male tutti i giorni ti dimentichi di averne fatto a tua volta. Caro Silvio, mi dimenticavo di dirti un’ultima cosa: incredibilmente, il carcere è ancora uno dei pochi luoghi dove si può ancora sentire l’odore di umanità. Ti auguro buona vita e di non finire in galera. T’invio anche un sorriso fra le sbarre".Fonte: Articolotre





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Allarme colazione, per 10 mln ‘addio’ al modello italiano

Indagine Aidepi, tra falsi miti condanna grassi e no carboidrati

Lettini solari,in 30 anni hanno fatto aumentare tumori pelle

Oms, ogni anno causano 450mila casi tra Usa, Europa e Australia

Tumore al rene, in Italia 120 mila persone vive dopo la diagnosi

Lorenzin: “Dolorosissima morte bimbo ucciso da morbillo”

Bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli

Muore bimbo di 6 anni per complicanze da morbillo

Affetto da leucemia, ricoverato a Monza. Contagiato da fratelli non vaccinati

L’estratto di uva può proteggere contro il cancro al colon

Bene i test sugli animali, agisce sulle staminali tumorali

Sciroppo per la tosse ritirato dagli scaffali

Allarme nelle farmacie

I dolcificanti aumentano il rischio di diabete

Peggio dello zucchero, aumentano il rischio di diabete e obesità

Diabete, dai broccoli una sostanza utile per il controllo della glicemia?

Il sulforafano potrebbe rivelarsi utile per il trattamento del diabete di tipo 2

Morbillo, Oms: “In Europa oltre 5mila casi, il 43% in Italia”

Preoccupazione per la situazione attuale

Forino (direttore Assolatte), consumi latte ancora in calo

Nei primi cinque mesi del 2017

Un vaccino contro il colesterolo cattivo, test sull’uomo

Promette di frenare l'aterosclerosi riducendo l'accumulo di grasso che può ostruire le arterie

Lorenzin, manager sanità incapaci buttano miliardi

Mentre il correttivo della riforma Madia e' fermo in Cdm

Bergamotto toccasana, in succo combatte stress e colesterolo

Studio Università di Tor Vergata conferma 'frutto della salute'

Il pesce un possibile aiuto nella cura artrite reumatoide

Malattia più controllata con consumi 1-2 porzioni a settimana