lafucina.it
Società

Ergastolano scrive a B.: “Caro Silvio, ecco cosa ti aspetterebbe in carcere”

A vergare la missiva Carmelo Musumeci, detenuto e blogger

Pubblicato il 11/09/2013 da La Fucina

Carmelo Musumeci, ergastolano e blogger, racconta l'orrore del carcere. Lo fa ogni giorno. Stavolta, ha scelto di ricorrere al mezzo "lettera aperta" per parlare direttamente a Silvio Berlusconi. "Ecco cosa ti aspetterebbe in carcere" ma che ha come vero obiettivo quello di rendere pubblico il dramma di chi vive "sempre con un muro davanti".Pubblichiamo qui di seguito la sua missiva integrale:"Caro Silvio, spero che ti diano la “Grazia” o l’affidamento al “Servizio Sociale” o qualsiasi altra cosa che t’impedisca di entrare in carcere, perché la galera, specialmente quella italiana, non si augura a nessuno. Nell’inferno delle nostre Patrie Galere scopriresti che ci sono alcuni detenuti che si tolgono la vita perché si sta così male che preferiscono morire che vivere, perché dalla sofferenza puoi tentare di scappare, ma non puoi cancellarla. Scopriresti che dentro queste mura persino i sorrisi sanno di tristezza, perché ci sono uomini che non accarezzano da decenni le donne che amano. Scopriresti che in carcere i piedi non si alzano, si trascinano perché non si può andare da nessuna parte, c’è sempre un muro davanti a noi. Scopriresti che molti detenuti da ragazzi non hanno mai ricevuto nessuna educazione e istruzione come invece hanno ricevuto molte persone “perbene” ladre e molti politici corrotti. Questa cosa dovrebbe essere un’attenuante per i primi e un’aggravante per i secondi, invece i delinquenti poveri e ignoranti sono sempre considerati più criminali e cattivi di quelli istruiti e ricchi. Scopriresti che un carcere che non funziona è criminogeno, ti fa sentire innocente per qualsiasi reato che hai commesso e ti dimostra che gli altri sono più cattivi di te. Scopriresti che il carcere in Italia non ha solo una funzione diseducativa, ma ti fa passare anche la voglia di vivere. Per questo sarebbe meglio una giustizia riparativa, che non aggiungere male ad altro male. Caro Silvio, nelle nostre prigioni scopriresti che ci sono uomini ombra, murati vivi, condannati a essere cattivi e colpevoli per sempre, condannati all’ergastolo senza benefici, che non usciranno mai, fino alla loro morte fisica. Ombre che si muovono attorno al nulla aspettando la morte, osservando un mondo che non vedono e non sentono più. Scopriresti che ci sono funzionari dell’Amministrazione Penitenziaria che maltrattano i prigionieri. E poi forse alla domenica s’inginocchiano in chiesa e pregano Dio, convinti che basti pregare per essere innocenti. Scopriresti che se anche molti detenuti sono colpevoli, a differenza di molte persone perbene, hanno ancora l’anima pulita. Scopriresti che quello che manca di più in carcere, a parte l’amore, è la fiducia dei buoni. E che in questi luoghi si vive di nulla e si pensa al nulla perché anche la speranza in questo inferno si consuma. Scopriresti che l’Assassino dei Sogni, il carcere come lo chiamano i detenuti, ti ruba l’anima, la mente, la memoria e la vita. E oltre a non funzionare, crea un essere vendicativo perché trasforma il colpevole in una vittima. Poi quando ricevi del male tutti i giorni ti dimentichi di averne fatto a tua volta. Caro Silvio, mi dimenticavo di dirti un’ultima cosa: incredibilmente, il carcere è ancora uno dei pochi luoghi dove si può ancora sentire l’odore di umanità. Ti auguro buona vita e di non finire in galera. T’invio anche un sorriso fra le sbarre".Fonte: Articolotre





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)

Le ciliegie elisir per sportivi e contro le patologie infiammatorie

Ricche in polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie

Trasformatori carne Ue, no a “mortadella vegan”

Organizzazione Clitravi a Commissione Ue, fare chiarezza su nomi

Addio flop a letto, arriva in farmacia il ‘francobollo dell’amore’

Da mettere sotto la lingua in grado di evitare le brutte figure sotto le lenzuola

Contro cellulite depurarsi per restituire ossigeno a cellule

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla

Malattie della tiroide, identificato bersaglio per terapie innovative

Uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine

Ritirate le crostatine al cacao e albicocca per rischio microbiologico

Contaminazione non omogenea da miceti

Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola