lafucina.it
Società

Cina, paura per i calabroni killer

Hanno già ucciso 28 persone. Necessario l'intervento dell'esercito

Pubblicato il 27/09/2013 da La Fucina
Copia ed incolla il codice nel tuo sito

Un’invasione di calabroni killer sta seminando panico e morte nelle campagne del sud della Cina. Negli ultimi tre mesi si contano già 28 vittime nello Shaanxi. Le aree maggiormente colpite sono le località remote di Ankang, Anzhong e Shangluo. La situazione è seria, tanto da giustificare l’intervento dell’esercito che ha istituito una task force per disinfestare alberi e cespugli e soccorrere i malcapitati. I calabroni giganti responsabili dell’attacco sono della grandezza di un pollice, appartengono alla varietà della “Vespa Mandarinia” e sono noti per la quantità di veleno presente nei loro pungiglioni superiore a quella dei normali calabroni. Il veleno può provocare danni ai reni, al fegato e all’apparato cardiaco. Per evitare la morte, nei casi più gravi, il tempo di intervento non deve superare le due ore. Negli ultimi tre mesi si registrano 583 ricoveri per intossicazione. Attualmente si contano 28 morti, ma il numero potrebbe salire. Dei ricoverati, quasi 500 sono stati dimessi, circa 70 sono ancora in cura. Questo fenomeno si verifica con regolarità ogni autunno, nelle aree colpite, spiegano le autorità locali, che da luglio scorso hanno rimosso più di trecento nidi dalle aree residenziali. Secondo quanto riferito da un medico locale, i pazienti con almeno dieci punture vengono tenuti sotto osservazione, mentre chi è stato punto trenta volte necessita di un trattamento di emergenza.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Scoperte le molecole contro l’invecchiamento delle cellule

Il lavoro di un team di ricercatori dell'IFOM di Milano

Istat, nuovo record rincari verdura a febbraio, +37,3%

Coldiretti, maltempo ha spinto in alto le quotazioni

Dall’Oms la prima lista dei super-batteri

Ecco chi minaccia la salute globale

Pressione, tenere la “massima” entro 120 mmHG per cuore più protetto

È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Circulation

Dj Fabo è morto in Svizzera: l’ultimo messaggio

Nell'ultimo audio: 'Sono qui senza l'aiuto del mio Stato'. 'Cappato: 'Ha scelto di andarsene rispettando le regole, di un Paese che non è il suo'

Altro che scarto, nel guscio di nocciola c’è la fibra ‘buona’

Proprietà antiossidanti ed effetti benefici su sistema immunitario, cardiovascolare e sul metabolismo dei lipidi.

Da coloranti ad allergeni, 6 cose da sapere sulle etichette

Una guida per orientarsi tra gli scaffali del supermercato

Allarme Oms, depressione aumentata di quasi 20% in 10 anni

Problema al centro Giornata mondiale della salute del 7 aprile

Rebus sudore risolto: ecco da che dipende

Le strategie messe in atto dall'organismo per regolare la temperatura corporea dipendono dalla taglia

Maggior rischio morte con mal di schiena e dolore cervicale

Pericolo dovuto principalmente a problemi cardiovascolari

Dieta ‘mima-digiuno’ cura diabete ‘resettando’ il pancreas

Induce nascita nuove cellule per insulina

Meningite, 23enne ricoverata a Terni

Una ragazza di Terni, 23 anni, è ricoverata nell'ospedale della città umbra

Frutta e verdura,10 porzioni per salvare 7,8 mln vite l’anno

Resta valida avvertenza 5 volte al dì, ma più si mangia meglio è

“Presenza di corpi estranei”, ministero Salute ritira crostini

Ecco le marche e i lotti

Ospedale San Camillo a Roma assumerà ginecologi non obiettori

Zingaretti, attuiamo legge 194; Cei, obiezione è un diritto