lafucina.it
Politica

Alitalia, l’appello della Gabanelli

«Non fate pagare a noi cittadini questo disastro»

Pubblicato il 10/10/2013 da La Fucina

Su Corriere.it Milena Gabanelli si appella alle istituzioni: "Non fateci pagare ancora il disastro di Alitalia". La situazione in cui si trova Alitalia è drammatica: "La situazione e' drammatica - ammette il segretario generale della Filt-Cgil, Franco Nasso -. C'e' il rischio di discontinuita' aziendale. Dobbiamo scongiurare a tutti i costi il ricorso alla legge Marzano, perche' mette gli aerei a terra con tutte le conseguenze che si possono immaginare"."Alitalia è stata svenduta nel 2008 per non rimetterci più, e ci siamo accollati 4 miliardi di debiti. Ora - dice Milena Gabanelli - ci viene richiesto di diventare azionisti. Azionisti di un problema, perché se fosse un buon affare non chiederebbero di certo allo Stato italiano di togliergli una parte di profitto…come dire, “nazionalizza il debito e privatizza il profitto".In base al codice civile e alle norme Ente Nazionale dell’Aviazione Civile (Enac) Alitalia deve dimostrare “continuità aziendale”, deve cioè provare di non essere insolvente o illiquida. I Capitani Coraggiosi questa continuità la prospettano su carta. Solo che poi, anno dopo anno, le previsioni non si avverano mai e le perdite aumentano. I bilanci sono sempre piu’ difficili da giustificare ai fornitori, alle banche e all’ENAC."Alitalia ha debiti per circa 1 miliardo ed un capitale sociale che nel migliori dei casi è di circa 200 milioni. Come fa a rispettare il principio di continuità aziendale quando la compagnia ha ancora soldi per poche settimane, e nei primi 6 mesi di quest’anno ne ha persi 294, circa il 50% in più dell’analogo periodo dell’anno precedente?"In pratica, sostiene Milena Gabanelli, i cosiddetti "Capitani Coraggiosi" gradirebbero che fosse lo Stato a entrare nel capitale sociale attraverso la Cassa Depositi e Prestiti oppure attraverso le Ferrovie. A garantire sarebbero come sempre i normali cittadini, che pagano fior di tasse. Così se Alitalia perderà ancora montagne di soldi, loro non ci perderebbero un euro. Gli italiani invece continuerebbero a pagare.La conduttrice di Report chiude con un appello:"Alitalia è ora un’azienda privata e va trattata come tutte le altre aziende private. Deve ristrutturare il proprio debito e diluire gli azionisti che non parteciperanno a nuovi aumenti di capitale. “Capitani tornate a bordo, cazzo!” È quella la strada per attirare capitali e partner internazionali. E se gli azionisti e creditori di Alitalia non accetteranno questa soluzione velocemente l’azienda fallirà. La cosa ci farebbe naturalmente dispiacere, ma qualcuno pensa che se Alitalia venisse venduta o chiusa, la gente non verrebbe più in vacanza in Italia? Già adesso ci si arriva con altre compagnie, e altre compagnie certamente sostituiranno i voli Alitalia economicamente sostenibili".





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology