lafucina.it
Società

Evade 1 centesimo, deve pagare 155mila euro

Una cartella che andrà pagata o scatterà il pignoramento

Pubblicato il 14/10/2013 da La Fucina

La Anffas di Ostia ha “evaso” un centesimo nel 2009 e ora l‘Inps ha chiesto il pagamento di una cartella di 155mila euro. Una cartella che andrà pagata o scatterà il pignoramento nei confronti della onlus che si occupa della riabilitazione di 300 ragazzi con disabilità intellettiva e relazionale. I soldi che ora la onlus dovrà pagare di multa erano destinati dall’Anffas alla ristrutturazione di un immobile confiscato alla mafia e che gli era stato donato dal Comune di Roma per i meriti dell’associazione.Valeria Costantini sul Corriere della Sera spiega:“Già nel 2011 l’Anffas Ostia, che segue e aiuta oltre 300 disabili, autistici e persone con difficoltà motorie, aveva dovuto combattere con le cartelle misteriose da 300mila euro dell’Inps, ma il Tribunale di Roma aveva annullato il provvedimento. Ora la nuova tegola per l’ente con sede in via del Sommergibile . E oltre al danno anche la beffa: l’emissione di Durc negativi (il Documento unico di regolarità contributiva, il certificato che attesta il rispetto degli obblighi di legge, ndr), che blocca automaticamente l’affidamento e il rinnovo di contratti pubblici di servizi di assistenza socio-sanitari, paralizzando l’attività della Onlus”.Ilde Plateroti, presidente di Anffas Ostia, spiega al Corriere della Sera:«Ciò che sta avvenendo è assurdo. Non possiamo permetterci di chiudere e di questo dovranno rispondere quei funzionari dell’Inps di Ostia a cui i nostri sistemi virtuosi sembrano non andare giù». Eppure una legge a cui la onlus si appella esiste: è la 426 del dicembre 1991, che prevede la possibilità per «istituzioni ed enti senza fini di lucro, che erogano prestazioni di natura sanitaria direttamente o convenzionalmente sovvenzionate dallo Stato, dalle Regioni o dalle unità sanitarie locali» di cedere i crediti vantati come «misura generalizzata di pagamenti dei contributi dovuti».Secondo l’Anffas, il reale debitore è la Regione Lazio, che ha aperto un tavolo di conciliazione con l’Inps, ma intanto la cartellla da 155mila euro è arrivata alla onlus:“Già dallo scorso luglio infatti è in piedi un tavolo di conciliazione tra Inps e Regione Lazio, per definire la questione dei crediti ceduti all’ente previdenziale da enti morali, tra i quali Anffas Ostia. Tra tutte le associazioni e onlus della regione, a quanto pare l’Anffas è l’unico ente ad aver subito un tale atto di pignoramento e a non aver ottenuto i Durc positivi con riserva, pur in pendenza di ricorso, come avvenuto invece per le altre onlus coinvolte che hanno anche visto sospese tutte le procedure di recupero coattivo”.Fonte





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Meningite, muore una donna a Milano

Grave bimba di 7 mesi

Il rimedio naturale per ripulire i reni dalle tossine

Molte erbe naturali ci permettono di purificare i reni dalle tossine

Influenza, decessi salgono a 35 ma contagi in calo

Quasi 4,5 milioni da inizio stagione, si va verso fine epidemia

Cosa succede se mangiamo le carote crude

È meglio mangiare verdure cotte o crude?

Cosa succede al nostro cervello quando beviamo caffè

Un professore ha analizzato il proprio cervello per 18 mesi sottoponendosi a risonanza magnetica funzionale per due giorni a settimana

Metodo naturale per avere capelli morbidi e voluminosi

La calvizie in 287 geni ereditati dalle mamme

Messa a punto formula indicativa perdita capelli

La margarina è più pericolosa del burro

Contiene anche l’acido elaidinico che provoca una diminuzione del colesterolo buono (HDL)

Studio conferma effetti anti-aging con dieta ‘mima-digiuno’

Riduce rischio malattie invecchiamento

Cancro pancreas, speranza da farmaco antipsicotico

A individuarla un gruppo di ricercatori dell’Istituto di nanotecnologia del Cnr di Rende (Cs)

Ritiro ricotta per la possibile presenza di aflatossine

Richiamata dai supermercati UniCoop Tirreno

Olio extravergine di oliva ottimo per cuore e colesterolo

Quattro cucchiai di olio d'oliva toccasana per il cuore

Troppo zucchero manda in tilt il cervello. A rischio memoria

Blocca riproduzione staminali alla base dell'apprendimento

Forma a mela, scoperti i geni che fanno accumulare il grasso sulla pancia

Causano pure diabete, pressione e colesterolo alti

Dieta ricca in prebiotici contro stress e per un buon riposo

Sono fibre contenute in asparagi, avena e legumi