lafucina.it
Cibo e Salute

I biscotti che creano dipendenza come la cocaina

Ecco lo studio di un gruppo di neuroscienziati del Connecticut College

Pubblicato il 22/10/2013 da La Fucina

I biscotti Oreo creano dipendenza quanto la cocaina, almeno nei topi: lo sostiene lo studio di un gruppo di neuroscienziati del Connecticut College che hanno testato gli effetti dei famosi biscotti al cioccolato e alla crema al latte sui ratti con risultati sorprendenti. Secondo quanto riferisce il Daily Mail, i ricercatori hanno scoperto che gli Oreo colpiscono le stesse ‘zone del piacere‘ cerebrali della cocaina e dopo averli provati i topi continuano a desiderarli nello stesso modo in cui fanno le altre cavie dopo aver ricevuto una dose di cocaina.“La ricerca”, ha aggiunto il neuroscienziato Joseph Schroeder, “sostiene la teoria che il cibo ad alto livello di grassi e zuccheri stimola il cervello nello stesso modo in cui fa la droga”. “Non ho piu’ toccato un Oreo dopo aver fatto l’esperimento”, ha ammesso Schroeder. Il gruppo ha inoltre scoperto che i ratti preferiscono mangiare prima la crema al latte interna, rispetto ai due biscotti al cioccolato in cui e’ racchiusa. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sbagliato fino a un terzo diagnosi asma negli adulti

In molti casi pazienti con altra malattia o in remissione

Il frutto contro la gastrite

Le mele contengono una sostanza chiamata sorbitolo, che aiuta a trattare vari problemi intestinali

La ‘dieta perenne’ allunga la vita

Il verdetto finale sulla restrizione calorica

La nuova cura (italiana) che sconfigge il cancro al cervello dei bambini

E' più efficace e meno tossica

Influenza: 3 milioni di italiani a letto, boom di visite mediche

Da inizio stagione. Triplicate consultazioni medici di famiglia

Tutti i benefici della barbabietola rossa

Per il suo colore spesso non viene servita sulle tavole, ma è ricca di proprietà benefiche

Mangiare peperoncino ‘allunga’ la vita

Cala del 13% mortalità per malattie cuore e ictus

Farmaci scaduti e sporcizia: la faccia triste degli ospedali italiani

Ecco il triste scenario delineato dai Nas

‘Superbatterio’ resiste a tutti antibiotici

Allarme per morte donna

Stress lavoro porta all’infarto, per Tar è causa di servizio

Accolto ricorso funzionario polizia della Liguria

Gli amanti della pasta mangiano meglio, hanno diete più sane

Chi la mangia regolarmente assume più nutrienti fondamentali

Donne esposte da bimbe a fumo passivo più a rischio aborto

Associazione se in casa c'erano due o più fumatori

Lorenzin, firma Lea passaggio storico per sanità italiana

Cosa sono i Lea e come si 'misurano'

Scoperto l’interruttore chiave dell’invecchiamento cellulare

Scoperta chiave per controllare processi legati anche all'incidenza dei tumori

Influenza: già otto morti da inizio epidemia, 63 gravi

Metà in Emilia Romagna, in tutti i casi patologie preesistenti