lafucina.it
Società

Malati di slot, conti correnti bloccati

La singolare iniziativa della Banca Popolare di Reggio Emilia per contrastare un fenomeno sempre più dilagante

Pubblicato il 23/10/2013 da La Fucina

Bloccare il conto in banca dei clienti malati di gioco d'azzardo: è la singolare iniziativa della Popolare di Reggio Emilia per contrastare un fenomeno sempre più dilagante. Ai 12mila dipendenti dell'istituto di credito è stata inviata una circolare con il codice anti-azzardo, che prevede persino corsi di formazione per gli impiegati con tutte le regole su come individuare un giocatore patologico."Il giocatore - si legge nella circolare della banca riportata da La Stampa - si può riconoscere dai prelievi massicci all’inizio del mese, dai contanti che filano via veloci dalla carta di credito, dalle transazioni verso tabaccai, bar, sale da gioco". Una volta individuato, viene convocato dal direttore che potrà procedere con il blocco del conto corrente (specie se il cliente ha un debito aperto). Sarà sempre l'istituto di credito a segnalare centri di assistenza al "malato" di slot.Quella della Banca Popolare di Reggio Emilia è una vera lotta senza quartiere al gioco d'azzardo: le carte di credito non saranno più abilitate ai pagamenti sui siti classificati nella categoria "gambling". Nelle filiali, inoltre, sarà vietata la vendita dei biglietti della lotteria e dei "Gratta e Vinci". "Il nostro approccio - spiega l'istituto - è laico e non ideologico. Non intendiamo restare indifferenti di fronte a un fenomeno sociale così preoccupante".C'è poi un'intera valle che si è schierata contro le slot machine: si tratta di Antrona, una delle sette valli dell'Ossola. I locali pubblici di quattro comuni (con meno di 2mila abitanti) hanno bandito le macchinette mangiasoldi aderendo all'iniziativa "Il caffè senza slot è più buono", progetto partito da Pavia e che si sta diffondendo attraverso il web. I titolari di bar e ristoranti, una decina in tutto, hanno detto "no" all'installazione delle slot nei loro locali. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Gastroenterologi, il 30% delle gastroscopie e colonscopie che si fanno è inutile

30 milioni bruciati per 500 mila procedure evitabili

Mille euro in busta paga a chi smette di fumare

L'iniziativa di un'agenzia di comunicazione di Sarezzo, in provincia di Brescia

Fumo, la nostalgia può dare una spinta in più per smettere

Studio, campagne no basate su paura, ma che tocchino corde cuore

Meningite, donna in prognosi riservata a Catania

Diagnosticata una meningite da meningococco C

Aifa, prezzi etici o produrremo farmaci anti epatite C in proprio

gi al via trattativa con aziende; Melazzini, cureremo tutti

Infarto e cure, 1 struttura su 2 sotto la soglia di sicurezza di 100 casi l’anno

Una struttura sanitaria su due (49%) in Italia non rispetta i volumi minimi di attività fissati dal ministero della Salute

Lorenzin: “Chiusura definitiva ospedali psichiatrici giudiziari, giornata storica”

Beatrice Lorenzin, ministra della Salute, si dichiara "estremamente soddisfatta"

Farmaci, stop precauzionale ad anticancro seno dopo decessi

Noto anticancro docetaxel nei tumori al seno

Correre frena l’invecchiamento del cuore,difende Dna cellule

Bastano 30 minuti al giorno

Meningite, 14enne in Rianimazione a Milano

Regione convoca esperti

Meningite, muore una donna a Milano

Grave bimba di 7 mesi

Il rimedio naturale per ripulire i reni dalle tossine

Molte erbe naturali ci permettono di purificare i reni dalle tossine

Influenza, decessi salgono a 35 ma contagi in calo

Quasi 4,5 milioni da inizio stagione, si va verso fine epidemia

Cosa succede se mangiamo le carote crude

È meglio mangiare verdure cotte o crude?

Cosa succede al nostro cervello quando beviamo caffè

Un professore ha analizzato il proprio cervello per 18 mesi sottoponendosi a risonanza magnetica funzionale per due giorni a settimana