lafucina.it
Uncategorized

Gli ultimi post su Facebook del ragazzo ucciso a Londra

Joele Leotta e i suoi ultimi attimi di vita in Inghilterra

Pubblicato il 24/10/2013 da La Fucina

Joele Leotta è stato massacrato di botte e ucciso nell'appartamento in cui risiedeva dopo essersi trasferito per studio e lavoro nel Kent. Joele, insieme a un amico, Alex Galbiati, da alcuni giorni si era trasferito nell'appartamento di Maidstone e aveva iniziato a lavorare in un ristorante della zona. Proprio qui sarebbe iniziata nella serata di domenica, 20 ottobre, la lite che ha avuto il suo epilogo con la spedizione nell'appartamento dei ragazzi: alcuni clienti avrebbero infatti più volte importunato i due ragazzi, accusandoli di aver occupato il letto di un loro connazionale e di rubare il lavoro ai sudditi di Sua Maestà.Come scrive Claudio Del Frate sul Corriere della Sera, la storia di Joele Leotta sembra rimbalzare indietro dall’Italia in bianco e nero degli anni 50 e invece potrebbe diventare consueta. “Non mi sarei mai immaginato di dover commentare una tragedia del genere, nata dal fatto che un giovane ha dovuto abbandonare il mio paese per garantirsi un futuro e non pesare sulla famiglia. Ma questa è l’Italia di oggi…”: Claudio Usuelli, sindaco di Nibionno, 3.600 abitanti distribuiti sulle colline tra Monza e il Lago di Como non trattiene l’amarezza nel commentare il lutto che ha colpito la sua comunità.Joele, però, non era il tipo che si piangeva addosso: interrotti al terzo anno gli studi all’istituto per odontotecnici «Gandhi» di Besana Brianza, non era rimasto con le mani in mano. Giardiniere, turnista di notte in fabbrica, pizzaiolo: era passato da un impiego all’altro, sempre saltuario, sempre precario, mai più di 600-800 euro al mese. Finché un anno fa aveva cominciato a farsi strada l’idea di tentare il salto fuori dall’Italia. (…) Mille euro al mese più vitto e alloggio in una stanza sopra il ristorante Vesuvius a Maidstone, 60 chilometri fuori Londra: una pacchia, rispetto agli standard italiani. Joele era contentissimo e non aveva tardato a farlo sapere a quelli di Nibionno attraverso Facebook: «Qui va alla grande,mi sto facendo un sacco di amici italiani, è pieno di ragazze» postava appena pochi giorni fa. (…) Poi la storia gli si è rovesciata contro ed è toccato al giovane brianzolo fare la valigia e lasciare il paese, fino a diventare bersaglio di una guerra tra poveri, dell’invidia di chi a sua volta ha lasciato casa e si deve «sbattere» per il minimo vitale. Sempre che quella frase dei suoi assassini («Vieni qui a rubarci il lavoro, italiano di m…») sia vera. (…) Domenica l’ultimo messaggio di Joele agli amici, sempre via Facebook: uno sberleffo all’allenatore della Juve Conte dopo la sconfitta con la Fiorentina. Anche lontano migliaia di chilometri da Nibionno, la vita al ragazzo tutto sommato sorrideva, c’era finalmente un avvenire davanti. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Tutti i benefici delle banane

Ricchissime di potassio, ma non solo

Influenza inchioderà a letto 5 milioni di italiani

Ci si aspetta una stagione influenzale 2017-2018 di intensità media

Infarti e ictus, oltre 50% dei casi trattati in Pronto soccorso

Simeu, ha un ruolo strategico quando la tempestività è essenziale

Depressione, dormire meno riduce i sintomi nel 50% dei pazienti

Maxi-studio pubblicato sul Journal of Clinical Psychiatry

Al via le donazioni per i malati di Sma: Checco Zalone lascia tutti senza parole

L'artista lancia un appello per salvare la vita ai bambini malati

Con 150 minuti di sport a settimana si può evitare l’8% dei decessi

Con attività fisica cala il rischio di patologie cardiovascolari

Formaggio ritirato contaminato da Listeria

Lotto di produzione 04827 di taleggio Dop a latte crudo

La caffeina potrebbe ridurre il rischio di morte tra le donne

Ma gli uomini non hanno lo stesso beneficio

Alzheimer, i 10 segnali che non bisogna sottovalutare

Si celebra oggi 21 settembre la Giornata mondiale dell'Alzheimer

Intossicati da falso zafferano, nuovo caso a Modena

Responsabile nei giorni scorsi della morte di una coppia di coniugi veneti.

Chikungunya: 86 casi in tutto, 10 nuovi nel Lazio

Ad oggi sono 86 le persone colpite dal virus

Farmaco anti-diabete riduce l’aggressività del cancro alla prostata

E' la metformina. Sesti (Sid), promettenti ricadute su pazienti

Un milione di mamme maltrattate durante il parto

Ricerca Doxa, per una donna su 4 azioni lesive della dignità

Emicrania sconfitta stimolando il nervo vago dall’esterno

Con un apparecchietto che il paziente può applicare sul collo e senza dolore

L’etichetta cambierà colore se il cibo è andato a male

Ricerca Usa, nanostrutture diventano 'sentinelle' di qualità