lafucina.it
Uncategorized

Gli ultimi post su Facebook del ragazzo ucciso a Londra

Joele Leotta e i suoi ultimi attimi di vita in Inghilterra

Pubblicato il 24/10/2013 da La Fucina

Joele Leotta è stato massacrato di botte e ucciso nell'appartamento in cui risiedeva dopo essersi trasferito per studio e lavoro nel Kent. Joele, insieme a un amico, Alex Galbiati, da alcuni giorni si era trasferito nell'appartamento di Maidstone e aveva iniziato a lavorare in un ristorante della zona. Proprio qui sarebbe iniziata nella serata di domenica, 20 ottobre, la lite che ha avuto il suo epilogo con la spedizione nell'appartamento dei ragazzi: alcuni clienti avrebbero infatti più volte importunato i due ragazzi, accusandoli di aver occupato il letto di un loro connazionale e di rubare il lavoro ai sudditi di Sua Maestà.Come scrive Claudio Del Frate sul Corriere della Sera, la storia di Joele Leotta sembra rimbalzare indietro dall’Italia in bianco e nero degli anni 50 e invece potrebbe diventare consueta. “Non mi sarei mai immaginato di dover commentare una tragedia del genere, nata dal fatto che un giovane ha dovuto abbandonare il mio paese per garantirsi un futuro e non pesare sulla famiglia. Ma questa è l’Italia di oggi…”: Claudio Usuelli, sindaco di Nibionno, 3.600 abitanti distribuiti sulle colline tra Monza e il Lago di Como non trattiene l’amarezza nel commentare il lutto che ha colpito la sua comunità.Joele, però, non era il tipo che si piangeva addosso: interrotti al terzo anno gli studi all’istituto per odontotecnici «Gandhi» di Besana Brianza, non era rimasto con le mani in mano. Giardiniere, turnista di notte in fabbrica, pizzaiolo: era passato da un impiego all’altro, sempre saltuario, sempre precario, mai più di 600-800 euro al mese. Finché un anno fa aveva cominciato a farsi strada l’idea di tentare il salto fuori dall’Italia. (…) Mille euro al mese più vitto e alloggio in una stanza sopra il ristorante Vesuvius a Maidstone, 60 chilometri fuori Londra: una pacchia, rispetto agli standard italiani. Joele era contentissimo e non aveva tardato a farlo sapere a quelli di Nibionno attraverso Facebook: «Qui va alla grande,mi sto facendo un sacco di amici italiani, è pieno di ragazze» postava appena pochi giorni fa. (…) Poi la storia gli si è rovesciata contro ed è toccato al giovane brianzolo fare la valigia e lasciare il paese, fino a diventare bersaglio di una guerra tra poveri, dell’invidia di chi a sua volta ha lasciato casa e si deve «sbattere» per il minimo vitale. Sempre che quella frase dei suoi assassini («Vieni qui a rubarci il lavoro, italiano di m…») sia vera. (…) Domenica l’ultimo messaggio di Joele agli amici, sempre via Facebook: uno sberleffo all’allenatore della Juve Conte dopo la sconfitta con la Fiorentina. Anche lontano migliaia di chilometri da Nibionno, la vita al ragazzo tutto sommato sorrideva, c’era finalmente un avvenire davanti. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Contro il tumore alla vescica primo passo avanti nelle cure dopo 30 anni

Pinto (Aiom), parte ora la seconda 'era' della immunoterapia contro i tumori

Ricerca: alimentazione con più verdure previene malattie

Batteri orali dei sardi di 2 secoli fa svelano segreti longevità

Italia candida cultura tartufo in patrimonio Unesco

Commissione Norcia si è fatta promotore

Magnesio: consumo quotidiano previene cardiopatie, ictus e diabete

Il minerale potrebbe essere responsabile dei benefici della dieta mediterranea

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)