lafucina.it
Tecnologia

Iva al 22%, Vodafone aumenta le tariffe

Mentre Tre, Wind e Tim se ne fanno carico

Pubblicato il 28/10/2013 da La Fucina

A seguito dell’aumento dell’IVA dal 21% al 22% del 1 ottobre 2013, c’è chi ha aumentato i prezzi al pubblico caricando l’aumento sul consumatore e chi invece si è fatto carico dell’aumento conservando sempre lo stesso prezzo al consumatore. Cos’è successo per quanto riguarda i servizi di telefonia mobile?Quando il 1 ottobre l’IVA in Italia è passata dal 21% al 22%, alcune società, come Apple ad esempio, hanno conservato gli stessi prezzi per i prodotti in vendita facendosi carico dell’aumento, vale a dire che la cifra versata dal consumatore è sempre la stessa, ma viene versata una cifra maggiore nelle casse dello Stato.Questo comportamento sicuramente è apprezzabile da parte dei consumatori, ma nessuna società è tenuta ad adottare questa logica per la vendita di prodotti. Cosa succede invece se si tratta di abbonamenti oppure opzioni di telefonia mobile?Se un consumatore aderisce ad un’offerta rispondendo ad una pubblicità che propone un canone di “10€ per sempre”, si aspetta di pagare sempre 10€ a prescindere dall’aumento dell’IVA, visto che il prezzo concordato è 10€ e non 8,26€+IVA.

TRE

Per quanto riguarda la Tre le tariffe sono rimaste invariate, come possiamo leggere da questo estratto:
 …”3” si fa carico dell’incremento d’imposta.”
Trovate il comunicato completo a questo link.

TIM

Per quanto riguarda Tim le tariffe, almeno per ora, sono rimaste invariate. In particolare per i clienti ricaricabili non ci sono variazioni almeno per il momento:
TIM informa che, fino a nuova comunicazione, si farà carico dell’incremento d’imposta lasciando invariati gli attuali prezzi IVA inclusa.”
Per i clienti con abbonamento il costo finale non cambia, ma in fattura troveranno un prezzo aumentato ed un bonus pari all’aumento:
Tutti i prezzi indicati nelle offerte in abbonamento tengono conto dell’aliquota IVA aumentata dal 21% al 22% e di un bonus pari all’aumento dell’IVA che TIM accrediterà sul Tuo rendiconto telefonico emesso a Novembre 2013.”
La pagina dedicata da TIM all’adeguamento IVA la trovate a questo link.

WIND

Sul sito della Wind invece, a questo link, potete leggere quanto segue:
L’adeguamento delle tariffe alla nuova aliquota IVA sarà gradualmente applicato, attesi i tempi tecnici necessari.
A noi risulta che per ora non sono stati applicati aumenti da parte di Wind, ma a giudicare da quanto scritto sul sito può darsi che ci saranno nel prossimo futuro.

VODAFONE

Vodafone invece in questo caso si distingue negativamente dalle altre, poiché è l’unica che ha già applicato in automatico le tariffe maggiorate. Ad esempio i ”10€ per sempre” della Vodafone Special sono diventati 10,08€. La conferma arriva anche dal comunicato che trovate a questo link, del quale riportiamo un estratto:
Vodafone informa che provvederà, nei tempi tecnici necessari, ad adeguare i piani, le opzioni e le promozioni alla nuova aliquota IVA. 
fonte: iSpazio





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La nuova cura (italiana) che sconfigge il cancro al cervello dei bambini

E' più efficace e meno tossica

Influenza: 3 milioni di italiani a letto, boom di visite mediche

Da inizio stagione. Triplicate consultazioni medici di famiglia

Tutti i benefici della barbabietola rossa

Per il suo colore spesso non viene servita sulle tavole, ma è ricca di proprietà benefiche

Mangiare peperoncino ‘allunga’ la vita

Cala del 13% mortalità per malattie cuore e ictus

Farmaci scaduti e sporcizia: la faccia triste degli ospedali italiani

Ecco il triste scenario delineato dai Nas

‘Superbatterio’ resiste a tutti antibiotici

Allarme per morte donna

Stress lavoro porta all’infarto, per Tar è causa di servizio

Accolto ricorso funzionario polizia della Liguria

Gli amanti della pasta mangiano meglio, hanno diete più sane

Chi la mangia regolarmente assume più nutrienti fondamentali

Donne esposte da bimbe a fumo passivo più a rischio aborto

Associazione se in casa c'erano due o più fumatori

Lorenzin, firma Lea passaggio storico per sanità italiana

Cosa sono i Lea e come si 'misurano'

Scoperto l’interruttore chiave dell’invecchiamento cellulare

Scoperta chiave per controllare processi legati anche all'incidenza dei tumori

Influenza: già otto morti da inizio epidemia, 63 gravi

Metà in Emilia Romagna, in tutti i casi patologie preesistenti

Il 26% degli italiani rinuncia alle cure

la causa: servizi inadeguati e costi troppo salati

Nutrizionista, pasta e fagioli il top dei piatti’antifreddo’

Piretta, ideale l'abbinamento cereali e legumi caldi, ok pesce

Fumo,mai troppo tardi per smettere,riduce rischio morte

70enni fumatori pericolo triplo di morire prematuramente