lafucina.it
Cibo e Salute

Bravi a letto? E’ una questione di collo

Uno studio ha stabilito che le dimensioni del collo determinano la prestanza di un uomo

Pubblicato il 06/11/2013 da La Fucina

Soddisfare la propria donna a letto? Tutta questione di centimetri: non deve essere né troppo tozzo né troppo largo. Meglio se fine ed allungato. Di cosa si parla? Ma del collo, ovviamente, e delle misure che il collo deve avere per delle ottime performance sessuali.Insomma, le dimensioni contano eccome a letto, ma non nel posto in cui si è creduto per secoli. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Andrologia l’unica misura che conti veramente è quella del collo.In base allo studio è emerso che gli uomini con una circonferenza di collo maggiore ai 41 centimetri siano più inclini a soffrire di disfunzione erettile, un problema che interessa milioni di maschi in tutto il mondo, in special modo nella fascia d’età che va dai 40 ai 60 anni.Lo studio, effettuato su più di 90 uomini tra i 40 e i 60 anni ha dimostrato come un collo taurino potrebbe essere spia di una sindrome metabolica che provoca pressione alta, diabete e obesità: una combinazione che si ripercuote anche sulle performance sessuali e che può causare una disfunzione erettile. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Antibiotici, finire ciclo terapia forse non è strada giusta

Più sicuro interromperla prima se sintomi regrediscono

In spinaci e uova sostanza che mantiene giovane il cervello

Luteina migliora la capacita di risposta neurologica

Lorenzin, se ci sarà stop acqua Roma a rischio servizi sanitari

Sospensione potrebbe pregiudicare livello igienico strutture

Oltre il 50% degli uomini con diabete soffre di disfunzione erettile

Esperto, 'problema da sondare, rischio problemi cardiovascolari'

Controlli Nas su sicurezza alimentare, 18 denunce in E-R

Nel Riminese sospeso albergo da 3 mln, 50 posti in esubero

Insonnia e rischio demenza

Studio pubblicato sulla rivista Brain dai ricercatori della Washington University di St. Louis (Usa)

Charlie, i genitori al giudice: “Vogliamo portarlo a casa”

Le diete vegetariana e vegana hanno la stessa sostenibilità

Studio di 5 atenei sull'impatto delle diete sull'ambiente

Vene varicose addio, arriva trattamento senza anestesia

Un problema non solo estetico, ma che riguarda anche la salute delle gambe

Charlie Gard, i genitori ritirano la domanda per portarlo negli Usa

Si chiude la battaglia legale: «C'era una finestra di due mesi. Tristemente per Charlie ora è troppo tardi. Il trattamento non offre più chance di successo»

Riso e grano per pasta, obbligo etichetta di origine

Martina e Calenda firmano decreti anticipando la Ue

Ritirati lotti di Salsiccia Sarda Campidanese

Il Gruppo Auchan l'ha richiamata a titolo precauzionale e volontario

Oms, misure contro tabacco per 63% popolazione mondiale

Numeri in crescita, ma industria interferisce con politiche

Vaccini, Senato approva decreto

Con 171 sì, 63 no e 19 astenuti

Via libera Ue a riduzione sostanza cancerogena acrilammide in fritture

Ma no limiti vincolanti. Si trova in patatine, caffè e prodotti forno