lafucina.it
Autori

Quanto vale una vita, a Crotone

di Biagio Simonetta

Pubblicato il 06/11/2013 da Biagio Simonetta

Le Converse gialle, quelle alte, con la stella sulla caviglia. Neanche mezzo centimetro di tacco, è un po’ come camminare scalzi. Chiedere alla struttura lombo-sacrale della colonna vertebrale. Però a 11 anni le volevo dannatamente, le Converse gialle, quelle alte. E così mio padre mi accontentò, comprandomene un paio. Andammo a prenderle a Crotone, perché nel posto dove sono cresciuto quella di Pitagora è la città più vicina, il riferimento più prossimo. Era un pomeriggio di primavera, dopo la scuola. Crotone era già tiepida, quasi estiva. E io la trovavo bellissima. Appiccicato al finestrino dell’auto scrutavo ogni cosa, rapito da un fascino irrazionale che ammetto di subire ancora oggi.Crotone ha i suoi difetti. Le sue fabbriche dematerializzate, i suoi quartieri difficili, una tradizione criminale rozza e violenta. E giuro di conoscerli tutti, di avvertirne il fastidio anche a mille chilometri di distanza. Ma non ho mai rotto il filo immaginario che mi lega alla città. Qualcosa di metafisico. Non c’è materia, e forse neanche ragione. Solo istinto. Crotone l’ho tradita qualche anno fa, quando un direttore voleva spedirmi nella redazione di Piazza Pitagora a fare la “nera” insieme a uno dei giornalisti più in gamba che ci siano in Calabria, Antonio Anastasi. Invece reagii da egoista. In una settimana feci le valige per Milano, e voltai le spalle a Crotone per sempre.Ieri sera un servizio delle Iene ha fatto conoscere all’Italia il lato più doloroso di Crotone. Le scorie tossiche che avvelenano terra e mare. Il sogno industriale che s’è trasformato in un incubo di tumori e ospedali lontani. Neoplasie troppo frequenti. Donne, anziani, bambini. Un inferno chimico. Un’eterna condanna suggellata da un’atarassia vicina e lontana. Non sentirete una parola in più sulla terra dei fuochi di Calabria. Non c’è tempo per gli esseri umani, a certe latitudini. Non c’è spazio per le speranze, in un posto dove «si muore o di fame o di cancro» come raccontava un ragazzo nel servizio delle Iene. Quanto vale una vita, a Crotone?





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti

Le proprietà del prezzemolo, una gustosa pianta anticancro

Il prezzemolo è un'ottima fonte di miricetina, potentissima sostanza anticancro

Cavolo, un vero antibiotico naturale

Protegge il cuore, contrasta il cancro e migliora la digestione