lafucina.it
Società

Gli Stati Uniti sono la patria dei paperoni

Ma la Cina avanza ed è alle costole. Seguono Germania, Gran Bretagna e Russia. Italia fuori dalla top ten

Pubblicato il 07/11/2013 da La Fucina

Gli Stati Uniti si confermano terra di miliardari con 515 super-ricchi per un patrimonio complessivo da 2.064 miliardi di dollari. Ma il benessere a dieci cifre si sta spostando verso l'Asia: dietro gli Usa troviamo infatti la Cina con 157 miliardari per 384 miliardi di dollari di ricchezza. E' quanto emerge dalla classifica della banca Ubs sulla distribuzione della ricchezza globale.Seguono Germania (148 miliardari), Gran Bretagna (135), Russia (108), India (103), Hong Kong (75) e Francia (64) e Arabia Saudita (64). Chiude la top-ten la Svizzera, i cui 61 ultra-benestanti (4 in più del 2012) posseggono 128 miliardi di franchi. Presa nel suo insieme l'Europa rimane l'area con maggiore presenza di miliardari: quest'anno ne sono stati censiti 766, un numero però è in calo rispetto ai 795 del 2012. In crescita è invece il Nord America (da 541 a 552) e ancora di più l'Asia (da 490 a 508).A livello mondiale i miliardari sono 2170 (+10 in confronto a dodici mesi prima) e gestiscono 6516 miliardi di dollari (+5,3%), una cifra superiore al prodotto interno lordo di qualunque nazione del pianeta, Usa e Cina esclusi. La maggiore densità in rapporto alla popolazione è stata registrata nel Lussemburgo (24,2 per milione di abitanti), Hong Kong (10,5) e Svizzera (7,6).L'identikit del miliardario? Maschio (nell'87% dei casi, ma in Svizzera le donne sono ben di più, raggiungendo il 34%), sposato (86%) e ha in media 2,1 figli (ma nel Medio Oriente ve n'è anche uno che ne ha 24). Il 60% è un 'made self man', il 20% ha ereditato, mentre per il rimanente 20% hanno avuto un ruolo entrambi i fattori. La banca stila anche la lista dei top miliardari: al primo posto il fondatore di Microsoft Bill Gates, poi William Albert Ackman del Pershing Square Capital Management, Eli Broad della Broad Foundation e Warren Edward Buffet con la sua Berkshire Hathaway, tra gli altri. Chi volesse incontrare un super-ricco può tentare di seguire il calendario Ubs del miliardario, che per il 2014 presenta tredici appuntamenti, tra i quali il Forum economico di Davos a gennaio, il festival del cinema di Cannes a maggio o Wimbledon a luglio. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology