lafucina.it
Politica

“Andreotti e Craxi fecero uccidere Dalla Chiesa”

La dichiarazione shock del pentito Francesco Onorato. E Riina voleva uccidere Giulio

Pubblicato il 07/11/2013 da La Fucina

"Salvatore Biondino mi disse che per quanto riguarda il progetto di uccidere Giulio Andreotti e il figlio, si stavano interessando i fratelli Graviano a Roma. C'era qualche problema perché gli venne rinforzata la scorta. Ma l'omicidio si sarebbe fatto". Lo ha detto il pentito Francesco Onorato rispondendo al pm Nino Di Matteo oggi nell'udienza del processo per la trattativa Stato-mafia.A proposito del fallito attentato contro il giudice Giovanni Falcone all'Addaura, il collaboratore di giustizia ha affermato, citando sempre Biondino: "Mi disse che eravamo stati noi a mettere in giro la voce che era stato Falcone stesso a mettersi la bomba. Dovevamo far diventare Falcone come un bugiardo, un uomo di poco conto. Mi disse anche che questa era una pressione fatta dai politici"."Sento parlare di trattativa tra Stato e mafia. Ma quale trattativa? Io ho visto la convivenza tra politica, Stato e mafia. Toto' Riina ha ragione quando dice che lo Stato lo ha lasciato solo. Prima lo Stato, Craxi e Andreotti, gli hanno fatto fare le cose, gli hanno fatto uccidere il generale Dalla Chiesa. E poi lo hanno lasciato solo. Perche' Dalla Chiesa non dava fastidio a Cosa nostra". Lo ha detto il pentito Francesco Onorato, deponendo stamattina davanti alla Corte d'Assise di Palermo nel processo per la trattativa Stato-mafia. Secondo Onorato - che apprendeva le informazioni da Salvatore Biondino, "coordinatore" della commissione provinciale e sempre in contatto con Toto' Riina assieme al quale fu arrestato il 15 gennaio del 1993 - dopo la conferma delle condanne del maxi processo in Cassazione, ad inizio 1992, Riina se avesse potuto i politici li "avrebbe uccisi tutti". Tuttavia c'era una lista di vittime: "i primi della lista erano Salvo Lima e Giulio Andreotti. Ma c'erano anche Calogero Mannino, Vizzini, i cugini Salvo, Claudio Martelli, Ferruzzi e Gardini". Il capomafia corleonese, secondo il pentito, voleva assassinare anche il commissario Rino Germana', che scampo' a un agguato ed e' stato il primo teste del processo per la trattativa. Cosa nostra, ha raccontato Onorato, nel 1992 era adirata anche con l'allora ministro della Giustizia Caludio Martelli: "Io da reggente della famiglia di Partanna Mondello, tra il 1987 e il 1988 presi 200 milioni per finanziare Claudio Martelli perche' si diceva che faceva uscire i mafiosi dal carcere", ha dichiarato l'ex boss, collegato in videoconferenza.(Agi)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Con 150 minuti di sport a settimana si può evitare l’8% dei decessi

Con attività fisica cala il rischio di patologie cardiovascolari

Formaggio ritirato contaminato da Listeria

Lotto di produzione 04827 di taleggio Dop a latte crudo

La caffeina potrebbe ridurre il rischio di morte tra le donne

Ma gli uomini non hanno lo stesso beneficio

Alzheimer, i 10 segnali che non bisogna sottovalutare

Si celebra oggi 21 settembre la Giornata mondiale dell'Alzheimer

Intossicati da falso zafferano, nuovo caso a Modena

Responsabile nei giorni scorsi della morte di una coppia di coniugi veneti.

Chikungunya: 86 casi in tutto, 10 nuovi nel Lazio

Ad oggi sono 86 le persone colpite dal virus

Farmaco anti-diabete riduce l’aggressività del cancro alla prostata

E' la metformina. Sesti (Sid), promettenti ricadute su pazienti

Un milione di mamme maltrattate durante il parto

Ricerca Doxa, per una donna su 4 azioni lesive della dignità

Emicrania sconfitta stimolando il nervo vago dall’esterno

Con un apparecchietto che il paziente può applicare sul collo e senza dolore

L’etichetta cambierà colore se il cibo è andato a male

Ricerca Usa, nanostrutture diventano 'sentinelle' di qualità

Una pausa nella dieta può aiutare la perdita di peso

La 'chiave' del successo starebbe nel riavvio del metabolismo

Oms, Italia indietro su prevenzione ictus e attacchi cuore

Nel mondo malattie non trasmissibili fanno 15 mln morti

Chikungunya: Lorenzin, è dolorosa ma non esiste un vero pericolo sanitario

A novembre G7 su come il cambiamento climatico incide sulla salute

Quel dolore insopportabile causato dal Fuoco di Sant’Antonio

La nevralgia post-erpetica colpisce 30mila persone, il 20% di coloro che hanno l'Herpes Zoster

Yoga e meditazione, 25 minuti ‘accendono’ il cervello e l’energia

Grazie a rilascio endorfine e aumento flusso sanguigno