lafucina.it
Politica

Ilva, la telefonata choc di Vendola

Risate al telefono per le domande sui tumori Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Pubblicato il 15/11/2013 da La Fucina

Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Riportiamo di seguito quanto si legge sul Fatto Quotidiano di oggi:

E’ il 19 novembre 2009. La conferenza stampa di presentazione del “Rapporto ambiente e sicurezza” dell’Ilva è appena terminata. Luigi Abbate, giornalista dell’emittente tarantina Blustar Tv, si avvicina a Emilio Riva, 87enne ex patron dell’acciaio e gli chiede: “La realtà non è così rosea visti i tanti morti per tumore…”. Riva non è abituato a domande scomode. Abbozza una risposta bofonchiando: “Ve li siete inventati” e si salva grazie all’intervento del suo addetto alle relazioni istituzionali Girolamo Archinà, che strappa letteralmente il microfono dalle mani del giornalista. Il video finisce su Youtube e comincia a fare il giro d’Italia. Diversi mesi più tardi, nel luglio del 2010, appena tornato da un viaggio in Cina anche Nichi Vendola lo vede. A mostrarglielo sono stati “degli amici di Roma”, in quei giorni interessati al caso Ilva perché in quei giorni l’azienda era tornata sulle pagine dei giornali a causa della diffusione dei dati dell’Arpa sui livelli allarmanti di benzo(a)pirene a Taranto. Il video della conferenza stampa sarà al centro di una telefonata tra il governatore della Puglia e Archinà, considerato dai pm la “longa manus” dei Riva. 

Nell’intercettazione, il governatore di Puglia ride di gusto dicendo ad Archinà di aver apprezzato “lo scatto felino”. Confessa di essersi divertito insieme al suo capo di gabinetto. Definisce una “scena fantastica” l’immagine di Archinà che impedisce al giornalista di intervistare Emilio Riva. Il leader di Sel, ridendo, rivolge anche i suoi “complimenti” ad Archinà. Non solo. Riferendosi al giornalista lo definisce una “faccia di provocatore”. Vendola, che afferma di aver fatto davvero le battaglie a difesa della vita e della salute, suggerisce di “stringere i denti” di fronte a questi improvvisatori “senza arte né parte”. E aggiunge: “Dite a Riva che il presidente non si è defilato”.

Oggi Nichi Vendola è tra i 53 indagati dell’inchiesta “Ambiente svenduto”. Per la procura di Taranto, che ha coordinato l’attività investigativa della Guardia di finanza, il leader di Sinistra ecologia e libertà ha fatto pressioni sul direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, perché ammorbidisse il suo atteggiamento nei confronti dell’Ilva. Concussione.

  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ultime notizie Isis: le immagini dal satellite di Kobane

Le foto scattate dal satellite rivelano l'entità della distruzione dei raid USA

Cura Ebola, il robot USA che uccide il virus

Due esemplari sono stati inviati in Liberia per combattere la malattia

Spese pazze in Giappone: la ministra si umilia in diretta

Spende 74mila € di soldi pubblici in prodotti di bellezza e poi chiede scusa con un inchino

Roma Bayern streaming: come vedere la partita

Formazioni, info, tweet e commenti dalla rete

Il piccolo incidente durante la partita

Ebola in Nigeria, OMS: ‘L’epidemia è finita’

E la dottoressa di Medici Senza Frontiere ricoverata a Oslo è guarita

Gasparri insulta fan di Fedez, Twitter si rivolta

E Ornella Vanoni si appella a Napolitano

Ultime notizie Ebola: Strada spiega come si diffonde

Gino Strada ha spiegato come si propaga il virus a Otto e Mezzo

L’imprevisto durante le previsioni del tempo

Il cane ruba lo show al meteorologo

Lo scherzo della macchina fotografica che spruzza

Bestemmia Tiberio Timperi: i commenti sui social

Molti utenti sostengono il giornalista nonostante l'accaduto

Conte canta e Fedez si commuove: la parodia degli Autogol

Le cariche della polizia a Palermo

Il video che sta girando in rete

Enrico Brignano e la “droga” di Whatsapp

Alluvione Genova: il messaggio di Fiorella Mannoia

Il post della cantante in difesa degli immigrati