lafucina.it
Politica

Ilva, la telefonata choc di Vendola

Risate al telefono per le domande sui tumori Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Pubblicato il 15/11/2013 da La Fucina

Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Riportiamo di seguito quanto si legge sul Fatto Quotidiano di oggi:

E’ il 19 novembre 2009. La conferenza stampa di presentazione del “Rapporto ambiente e sicurezza” dell’Ilva è appena terminata. Luigi Abbate, giornalista dell’emittente tarantina Blustar Tv, si avvicina a Emilio Riva, 87enne ex patron dell’acciaio e gli chiede: “La realtà non è così rosea visti i tanti morti per tumore…”. Riva non è abituato a domande scomode. Abbozza una risposta bofonchiando: “Ve li siete inventati” e si salva grazie all’intervento del suo addetto alle relazioni istituzionali Girolamo Archinà, che strappa letteralmente il microfono dalle mani del giornalista. Il video finisce su Youtube e comincia a fare il giro d’Italia. Diversi mesi più tardi, nel luglio del 2010, appena tornato da un viaggio in Cina anche Nichi Vendola lo vede. A mostrarglielo sono stati “degli amici di Roma”, in quei giorni interessati al caso Ilva perché in quei giorni l’azienda era tornata sulle pagine dei giornali a causa della diffusione dei dati dell’Arpa sui livelli allarmanti di benzo(a)pirene a Taranto. Il video della conferenza stampa sarà al centro di una telefonata tra il governatore della Puglia e Archinà, considerato dai pm la “longa manus” dei Riva. 

Nell’intercettazione, il governatore di Puglia ride di gusto dicendo ad Archinà di aver apprezzato “lo scatto felino”. Confessa di essersi divertito insieme al suo capo di gabinetto. Definisce una “scena fantastica” l’immagine di Archinà che impedisce al giornalista di intervistare Emilio Riva. Il leader di Sel, ridendo, rivolge anche i suoi “complimenti” ad Archinà. Non solo. Riferendosi al giornalista lo definisce una “faccia di provocatore”. Vendola, che afferma di aver fatto davvero le battaglie a difesa della vita e della salute, suggerisce di “stringere i denti” di fronte a questi improvvisatori “senza arte né parte”. E aggiunge: “Dite a Riva che il presidente non si è defilato”.

Oggi Nichi Vendola è tra i 53 indagati dell’inchiesta “Ambiente svenduto”. Per la procura di Taranto, che ha coordinato l’attività investigativa della Guardia di finanza, il leader di Sinistra ecologia e libertà ha fatto pressioni sul direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, perché ammorbidisse il suo atteggiamento nei confronti dell’Ilva. Concussione.

  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Malles: il primo Comune italiano libero dai pesticidi

Una grande e storica vittoria dei cittadini

Sumatra: elefanti avvelenati. Disturbano le piantagioni

Decine di esemplari sterminati per l'olio di palma

I dolcificanti artificiali aumentano il rischio di diabete

A puntare il dito contro le alternative allo zucchero è uno studio pubblicato sulla rivista 'Nature'

La casetta nel bosco da 4 mila euro

L'ha costruita una falegname e ora ci vive insieme alla moglie

Allarme Ebola: il post di Gino Strada su Facebook

In Sierra Leone l'epidemia è fuori controllo

Politica energetica: Rifkin attacca Renzi

Il Governo difende gli interessi di grandi aziende a scapito del Paese

Italia: pensioni a rischio

Le stime sulla crescita del nostro Paese

Moneta unica: l’Italia deve uscire dall’euro

A dirlo è il quotidiano tedesco Die Welt

Disoccupazione in Italia: 44% inattivi

In Italia oltre 20 milioni di persone non vogliono lavorare

Acqua e candeggina: una lampada senza elettricità

Una invenzione davvero fantastica

La moneta unica mette in ginocchio l’Europa

La dura analisi del premio nobel Paul Krugman contro l'Euro

Esami del sangue per depressione

Depressione: il test che conferma la patologia

Esplosione balena

Video choc: l'esplosione di una balena che colpisce un uomo

Pesce rosso operato di tumore

Melbourne - Pesciolino rosso salvato dal tumore

Crisi Grecia: stipendi da 300 euro

Il dramma di un Paese stretto nella morsa della UE