lafucina.it
Politica

Ilva, la telefonata choc di Vendola

Risate al telefono per le domande sui tumori Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Pubblicato il 15/11/2013 da La Fucina

Vendola deve dimettersi. Dal blog di Biagio Simonetta

Riportiamo di seguito quanto si legge sul Fatto Quotidiano di oggi:

E’ il 19 novembre 2009. La conferenza stampa di presentazione del “Rapporto ambiente e sicurezza” dell’Ilva è appena terminata. Luigi Abbate, giornalista dell’emittente tarantina Blustar Tv, si avvicina a Emilio Riva, 87enne ex patron dell’acciaio e gli chiede: “La realtà non è così rosea visti i tanti morti per tumore…”. Riva non è abituato a domande scomode. Abbozza una risposta bofonchiando: “Ve li siete inventati” e si salva grazie all’intervento del suo addetto alle relazioni istituzionali Girolamo Archinà, che strappa letteralmente il microfono dalle mani del giornalista. Il video finisce su Youtube e comincia a fare il giro d’Italia. Diversi mesi più tardi, nel luglio del 2010, appena tornato da un viaggio in Cina anche Nichi Vendola lo vede. A mostrarglielo sono stati “degli amici di Roma”, in quei giorni interessati al caso Ilva perché in quei giorni l’azienda era tornata sulle pagine dei giornali a causa della diffusione dei dati dell’Arpa sui livelli allarmanti di benzo(a)pirene a Taranto. Il video della conferenza stampa sarà al centro di una telefonata tra il governatore della Puglia e Archinà, considerato dai pm la “longa manus” dei Riva. 

Nell’intercettazione, il governatore di Puglia ride di gusto dicendo ad Archinà di aver apprezzato “lo scatto felino”. Confessa di essersi divertito insieme al suo capo di gabinetto. Definisce una “scena fantastica” l’immagine di Archinà che impedisce al giornalista di intervistare Emilio Riva. Il leader di Sel, ridendo, rivolge anche i suoi “complimenti” ad Archinà. Non solo. Riferendosi al giornalista lo definisce una “faccia di provocatore”. Vendola, che afferma di aver fatto davvero le battaglie a difesa della vita e della salute, suggerisce di “stringere i denti” di fronte a questi improvvisatori “senza arte né parte”. E aggiunge: “Dite a Riva che il presidente non si è defilato”.

Oggi Nichi Vendola è tra i 53 indagati dell’inchiesta “Ambiente svenduto”. Per la procura di Taranto, che ha coordinato l’attività investigativa della Guardia di finanza, il leader di Sinistra ecologia e libertà ha fatto pressioni sul direttore generale dell’Arpa Puglia, Giorgio Assennato, perché ammorbidisse il suo atteggiamento nei confronti dell’Ilva. Concussione.

  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Arrestato per aver puntato il laser contro la polizia

L'inaspettato epilogo di una festa tra amici

Ebola, Kaci Hickox dovrà stare a 1 metro dalla gente

E in Liberia Ebola si riduce dopo una campagna informativa

‘Un disastro ambientale mai visto’

Liquami sversati nelle acque di un canale in provincia di Mantova

Dall’acqua emerge un’enorme predatore

Il triste epilogo di un gattino

Il latte fa male? Berrino: ‘Studi molto confusi’

Secondo l'epidemiologo non bisogna seguire raccomandazioni, ma consiglia un consumo moderato

L’infermiera americana viola la quarantena per l’ebola

Ma secondo Obama è meglio non imporre misure troppo restrittive

Quello che non vi hanno mai detto sulla Nutella

L'ingrediente che fa male alla salute e danneggia l'ambiente

Gettare le cartacce dal finestrino può costare caro

Dei youtubers 'la fanno pagare' a chi butta le cartacce dal finestrino

Come risparmiare sulla spesa 3.500 euro all’anno

L'inchiesta di Altroconsumo

La strage di balene nelle Isole Faroe

Gli abitanti dicono che è una tradizione, altri protestano

La foto che ha fatto sembrare le auto stupide per 20 anni

L'immagine che ha fatto il giro del web

La pista ciclabile pavimentata con pannelli solari

Un modo per incoraggiare la mobilità ad emissione zero e produrre energia pulita

Ebola, Papa Francesco: ‘Serve sforzo comunità internazionale’

E la seconda infermiera americana che si era ammalata di ebola è guarita

Il raro esemplare di mammut scoperto in Siberia

Ora si trova in esposizione a Mosca

Il video che vi farà cambiare modo di pensare

L'esperimento sociale di alcuni youtubers