lafucina.it
Società

Commercio e turismo, emorragia continua: 22mila imprese in meno nel 2013

Tracollo per moda e abbigliamento. L'associazione: "colpa della crisi e di regolamenti che favoriscono le grandi strutture"

Pubblicato il 23/11/2013 da La Fucina

Nei primi dieci mesi dell'anno in Italia sono stati chiusi 34 ristoranti e 31 bar ogni giorno. Nel settore dell'abbigliamento e del tessile si sono registrate quasi mille chiusure di attività al mese. Le nuove aperture non bastano a bilanciare questa emorraggia: complessivamente, tra gennaio e ottobre nel mondo del commercio e del turismo il saldo negativo è stato di oltre 22mila unità. A lanciare l'allarme è l'Osservatorio Confesercenti. Colpa della crisi, dice l'associazione, ma anche di regole che favoriscono le grandi strutture.Tracollo del settore moda Ad andare male sono tutti i settori, ma per la moda il 2013 sta registrando un vero e proprio tracollo. Dall'inizio dell'anno ad ottobre si sono registrate 9.803 cessazioni di attività per quanto riguarda abbigliamento, tessile, calzature e accessorie. Il saldo negativo è di 5.330 unità.Sud in sofferenza A soffrire sembrano essere soprattutto le regioni del Sud, in particolare Campania e Sicilia. Unico segnale positivo, un incremento delle nuove aperture nel quinto bimestre, anche se nello stesso periodo sono aumentate però anche le chiusure."Colpa della crisi e dei regolamenti" "L'emorragia di imprese non si ferma - commenta Confesercenti - anche se si evidenzia qualche piccolo segnale di speranza. Commercio e turismo sono schiacciati dalla crisi dei consumi interni, che è il segno distintivo di questa recessione italiana. Insieme a una deregulation degli orari e dei giorni di apertura delle attività commerciali che non ha eguali in Europa, e che favorisce solo le grandi strutture, sta continuando a distruggere il nostro capitale imprenditoriale".Nascono imprese giovani Secondo Confesercenti "la crisi sta portando a un rapido rinnovamento generazionale: il 40% delle nuove imprese di commercio e turismo è giovanile. E' la dimostrazione della voglia di non arrendersi dei nostri ragazzi che, di fronte a un tasso di disoccupazione dei giovani che macina record su record, scelgono la via dell'autoimpiego".Preoccupazione per la Tares Nell'immediato, a preoccupare sono soprattutto le imposizioni fiscali. "Gli imprenditori - dice Confesercenti - sono preoccupati per l'arrivo della Tares: nella maggior parte dei comuni italiani potrebbe essere la Caporetto dei negozi di vicinato, soprattutto per le attività di somministrazione come bar e ristoranti". (Rai News)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Yogurt ritirato dai supermercati per l’etichettatura errata

Il prodotto contiene glutine, quindi pericoloso per allergici e intolleranti

Nuove regole per i livelli del colesterolo cattivo, sempre più basso di 100

E non serve aumentare quello buono, 'non ci sono benefici'

La pasta con la farina d’orzo contrasta l’infarto

Grazie a beta-glucani induce la formazione di 'bypass' naturali

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6