lafucina.it
Società

Latitante arrestato grazie a Facebook

Un messaggio a una poliziotta infiltrata si è rivelato fatale

Pubblicato il 25/11/2013 da La Fucina

Quella che sembrava una storia d'amore nata su Faceobok si è rivelata, in realtà, una trappola per incastrare un latitante napoletano. Giuseppe Quagliarello, di 31 anni, è stato, infatti, arrestato a Rende dalla squadra mobile di Cosenza.L'uomo era ricercato dal giugno scorso perché destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice del tribunale di Napoli per violenza privata, minacce aggravate dall'uso di armi e da metodi mafiosi. Quagliarello, secondo i giudici, avrebbe minacciato i familiari di un pentito, sottoposti a programma speciale di collaborazione.L'uomo era riuscito a condurre una vita normalissima dopo essersi trasferito a Rende. Aveva, infatti, trovato lavoro come stagionale in una struttura alberghiera della costa tirrenica. Ma qualcosa è andato storto.Quagliarello è stato rintracciato dalla squadra mobile grazie ad un profilo esca femminile creato sul social network Facebook. Dopo mesi e mesi di "mi piace" e messaggi, gli agenti sono riusciti a stabilire un contatto telefonico col latitante, con la collaborazione di una donna poliziotto, che si è finta interessata ad un incontro con l'uomo.Il latitante, ignaro della presenza dei poliziotti, si è presentato all’appuntamento ed è stato così arrestato, senza opporre resistenza. (today)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Gastroenterologi, il 30% delle gastroscopie e colonscopie che si fanno è inutile

30 milioni bruciati per 500 mila procedure evitabili

Mille euro in busta paga a chi smette di fumare

L'iniziativa di un'agenzia di comunicazione di Sarezzo, in provincia di Brescia

Fumo, la nostalgia può dare una spinta in più per smettere

Studio, campagne no basate su paura, ma che tocchino corde cuore

Meningite, donna in prognosi riservata a Catania

Diagnosticata una meningite da meningococco C

Aifa, prezzi etici o produrremo farmaci anti epatite C in proprio

gi al via trattativa con aziende; Melazzini, cureremo tutti

Infarto e cure, 1 struttura su 2 sotto la soglia di sicurezza di 100 casi l’anno

Una struttura sanitaria su due (49%) in Italia non rispetta i volumi minimi di attività fissati dal ministero della Salute

Lorenzin: “Chiusura definitiva ospedali psichiatrici giudiziari, giornata storica”

Beatrice Lorenzin, ministra della Salute, si dichiara "estremamente soddisfatta"

Farmaci, stop precauzionale ad anticancro seno dopo decessi

Noto anticancro docetaxel nei tumori al seno

Correre frena l’invecchiamento del cuore,difende Dna cellule

Bastano 30 minuti al giorno

Meningite, 14enne in Rianimazione a Milano

Regione convoca esperti

Meningite, muore una donna a Milano

Grave bimba di 7 mesi

Il rimedio naturale per ripulire i reni dalle tossine

Molte erbe naturali ci permettono di purificare i reni dalle tossine

Influenza, decessi salgono a 35 ma contagi in calo

Quasi 4,5 milioni da inizio stagione, si va verso fine epidemia

Cosa succede se mangiamo le carote crude

È meglio mangiare verdure cotte o crude?

Cosa succede al nostro cervello quando beviamo caffè

Un professore ha analizzato il proprio cervello per 18 mesi sottoponendosi a risonanza magnetica funzionale per due giorni a settimana