lafucina.it
Società

Giornalista si suicida, indagato l’editore

Piero Citrigno indagato per violenza privata

Pubblicato il 29/11/2013 da La Fucina

Il procuratore capo Dario Granieri, il procuratore aggiunto Domenico Airoma e il sostituto procuratore Maria Francesca Cerchiara hanno chiuso le indagini che erano state avviate in seguito al suicidio del giornalista cosentino Alessandro Bozzo, morto nella sua casa di Marano Principato, in provincia di Cosenza, nel marzo scorso.La notifica dell'atto è stata indirizzata all'editore di Bozzo, Piero Citrigno, accusato violenza privata, secondo l'articolo 610 del codice penale che punisce «chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa». Citrigno si trova agli arresti domiciliari per una condanna a 4 anni e 10 mesi ormai definitiva ricevuta per usura.Bozzo, che aveva appena compiuto 40 anni e lavorava per il quotidiano Calabria Ora, fu trovato senza vita lo scorso 15 marzo. Si era sparato un colpo di pistola in testa. Prima di uccidersi ha scritto una lettera, rivolta soprattutto ai familiari, alla figlioletta, alla moglie e ai suoi più cari amici. Una lettera nel quale scrisse di essere stanco della vita, scusandosi coi suoi cari del gesto.Pochi giorni dopo la tragedia, la Procura di Cosenza ha aperto un'indagine, che si è andata poi focalizzando sui “rapporti di lavoro dipendente”, un ambito variegato e ricco di implicazioni, sia giuridiche che sociali. Il fascicolo è ben nutrito e basato su prove documentali, tra le quali il diario sul quale Bozzo annotava minuziosamente ogni passaggio. Al centro della vicenda c'è un contratto che il giornalista, secondo l'accusa, sarebbe stato costretto a firmare rinunciando a quello del quale beneficiava in precedenza.A suggerire alla Procura l'ipotesi di reato di violenza privata è anche una sentenza della Corte di Cassazione (sesta sezione penale) del 21 dicembre 2010: in una controversia che vedeva contrapposti un capo officina e un meccanico, i giudici hanno ritenuto che i comportamenti denigratori e vessatori del “capo” eseguiti con continuità nei confronti dei lavoratori possono configurarsi come violenza privata continuata aggravata. E ora, se dovesse scattare una richiesta di rinvio a giudizio per Citrigno, potrebbero essere i giudici a valutare se questo scenario può essere ipotizzato anche per la morte di Alessandro Bozzo.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)

Le ciliegie elisir per sportivi e contro le patologie infiammatorie

Ricche in polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie

Trasformatori carne Ue, no a “mortadella vegan”

Organizzazione Clitravi a Commissione Ue, fare chiarezza su nomi

Addio flop a letto, arriva in farmacia il ‘francobollo dell’amore’

Da mettere sotto la lingua in grado di evitare le brutte figure sotto le lenzuola

Contro cellulite depurarsi per restituire ossigeno a cellule

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla

Malattie della tiroide, identificato bersaglio per terapie innovative

Uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine

Ritirate le crostatine al cacao e albicocca per rischio microbiologico

Contaminazione non omogenea da miceti

Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola

Consumo di yogurt e migliore salute delle ossa in età avanzata

Lo sostengono i ricercatori irlandesi del Trinity College di Dublino

Sembra mal di schiena ma non lo è, 18.000 italiani colpiti

Per Spondilite anchilosante spesso diagnosi arriva dopo anni

Sos grano duro: in Italia calo delle semine dell’8,3%

In Canada atteso un calo produzione (-29%) ma export a +6,7%

Caffè e cuore, è nato un amore: la tazzina che fa bene

Studio, un consumo moderato aiuta le persone sane e anche chi ha problemi cardiaci