lafucina.it
Società

Giornalista si suicida, indagato l’editore

Piero Citrigno indagato per violenza privata

Pubblicato il 29/11/2013 da La Fucina

Il procuratore capo Dario Granieri, il procuratore aggiunto Domenico Airoma e il sostituto procuratore Maria Francesca Cerchiara hanno chiuso le indagini che erano state avviate in seguito al suicidio del giornalista cosentino Alessandro Bozzo, morto nella sua casa di Marano Principato, in provincia di Cosenza, nel marzo scorso.La notifica dell'atto è stata indirizzata all'editore di Bozzo, Piero Citrigno, accusato violenza privata, secondo l'articolo 610 del codice penale che punisce «chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa». Citrigno si trova agli arresti domiciliari per una condanna a 4 anni e 10 mesi ormai definitiva ricevuta per usura.Bozzo, che aveva appena compiuto 40 anni e lavorava per il quotidiano Calabria Ora, fu trovato senza vita lo scorso 15 marzo. Si era sparato un colpo di pistola in testa. Prima di uccidersi ha scritto una lettera, rivolta soprattutto ai familiari, alla figlioletta, alla moglie e ai suoi più cari amici. Una lettera nel quale scrisse di essere stanco della vita, scusandosi coi suoi cari del gesto.Pochi giorni dopo la tragedia, la Procura di Cosenza ha aperto un'indagine, che si è andata poi focalizzando sui “rapporti di lavoro dipendente”, un ambito variegato e ricco di implicazioni, sia giuridiche che sociali. Il fascicolo è ben nutrito e basato su prove documentali, tra le quali il diario sul quale Bozzo annotava minuziosamente ogni passaggio. Al centro della vicenda c'è un contratto che il giornalista, secondo l'accusa, sarebbe stato costretto a firmare rinunciando a quello del quale beneficiava in precedenza.A suggerire alla Procura l'ipotesi di reato di violenza privata è anche una sentenza della Corte di Cassazione (sesta sezione penale) del 21 dicembre 2010: in una controversia che vedeva contrapposti un capo officina e un meccanico, i giudici hanno ritenuto che i comportamenti denigratori e vessatori del “capo” eseguiti con continuità nei confronti dei lavoratori possono configurarsi come violenza privata continuata aggravata. E ora, se dovesse scattare una richiesta di rinvio a giudizio per Citrigno, potrebbero essere i giudici a valutare se questo scenario può essere ipotizzato anche per la morte di Alessandro Bozzo.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Meningite, 23enne ricoverata a Terni

Una ragazza di Terni, 23 anni, è ricoverata nell'ospedale della città umbra

Frutta e verdura,10 porzioni per salvare 7,8 mln vite l’anno

Resta valida avvertenza 5 volte al dì, ma più si mangia meglio è

“Presenza di corpi estranei”, ministero Salute ritira crostini

Ecco le marche e i lotti

Ospedale San Camillo a Roma assumerà ginecologi non obiettori

Zingaretti, attuiamo legge 194; Cei, obiezione è un diritto

Come sbiancare i denti in 3 minuti

Meningite, bimbo di 1 anno ricoverato a Cesena

Ricoverato dal 19 febbraio all'ospedale Bufalini di Cesena

Cosa succede al tuo corpo quando mangi un Big Mac?

Ti è mai capitato di mangiare un Big Mac e avere fame mezz’ora dopo?

Richiamati crostini per la presenza di fibra non alimentare

Pam Panorama richiama tre lotti di crostini dorati

Cibo spazzatura crea stessi danni diabete per reni

Una dieta a base di cibo spazzatura puo' causare danni ai reni del tutto simili a quelli causati dal diabete

Ue: in calo vittime di cancro, ma flessione è più lenta tra le donne

Evitati oltre 4 mln morti in 30 anni

Gastroenterologi, il 30% delle gastroscopie e colonscopie che si fanno è inutile

30 milioni bruciati per 500 mila procedure evitabili

Mille euro in busta paga a chi smette di fumare

L'iniziativa di un'agenzia di comunicazione di Sarezzo, in provincia di Brescia

Fumo, la nostalgia può dare una spinta in più per smettere

Studio, campagne no basate su paura, ma che tocchino corde cuore

Meningite, donna in prognosi riservata a Catania

Diagnosticata una meningite da meningococco C

Aifa, prezzi etici o produrremo farmaci anti epatite C in proprio

gi al via trattativa con aziende; Melazzini, cureremo tutti