lafucina.it
Cibo e Salute

Le staminali contro l’infarto

Lo dice uno studio condotto da alcuni ricercatori del Policlinico Gemelli di Roma

Pubblicato il 11/12/2013 da La Fucina

Uno studio condotto da alcuni ricercatori del Policlinico Gemelli di Roma con la collaborazione della Harvard Medical School e del Brigham and Women’s Hospital di Boston, ha evidenziato un tipo di cellule staminali cardiache su 38 pazienti analizzati, le quali, godendo di una buona capacità replicativa, sono in grado di difendere il cuore in seguito a un infarto o a un intervento di bypass. La scoperta è derivata dal riscontro da parte dei medici di tempi di guarigione molto più rapidi in alcuni individui rispetto ad altri nonostante entrambi abbiano subito lo stesso tipo di intervento al cuore: dopo aver praticato una biopsia cardiaca in seguito all’operazione, si è notato che più le cellule avessero capacità replicativa, minori erano i tempi di ripresa.Il professore Filippo Crea del Gemelli spiega infatti: “Fino ad ora non era noto il motivo di queste marcate differenze nella prognosi di pazienti trattati tutti allo stesso. Poi abbiamo visto che c’era una chiara associazione tra efficenza replicativa delle staminali cardiache e miglioramento della funzione cardiaca dopo bypass”.Questa scoperta potrebbe quindi non solo permettere di stabilire in anticipo i tempi di degenza, ma creare in un futuro non troppo lontano dei medicinali in grado di stimolare queste cellule, presenti comunque in tutti le persone, e aumentarne conseguentemente la capacità replicativa. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche

Istituto Zooprofilattico, su 37 campionamenti 2 'non conformi'

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria

Scoperta una nuova mutazione genetica che causa l’infertilità maschile

Previene la formazione delle cellule che servono per la produzione dello sperma