lafucina.it
Società

Italia vecchia e piena di disoccupati

Lo sconcertante bollettino dell'Istat sul nostro Paese

Pubblicato il 19/12/2013 da La Fucina

Italia tra i paesi piu' vecchi al mondo, dove i matrimoni falliscono sempre di piu', aumentano i depositi bancari e il numero dei disoccupati ha raggiunto il suo record (nel 2012 sono 2,74 milioni, il livello piu' alto dal 1977). Dove ci sono meno universitari ma piu' laureati e in ognuno cresce l'insoddisfazione per la propria situazione economica ma anche per l'inquinamento dell'aria, per le interminabili file alla posta e per il traffico cittadino. E' la fotografia del Belpaese scattata dall'Istat che spiega: "L'elevata sopravvivenza, insieme al calo della fecondita' fanno degli italiani il popolo piu' anziano", anche perche' si riducono i rischi di morte a tutte le eta' con la speranza di vita alla nascita di 79,4 anni per gli uomini e 84,4 per le donne. Sempre piu' buono e' lo stato di salute della popolazione, anche se quasi 4 italiani su 10 (il 37,9%) dichiarano di essere malati cronici.Tuttavia si fuma di meno e non tramontano le sane abitudini alimentari: quando possibile non si rinuncia al pranzo a casa e a una colazione adeguata. Nel Belpaese i residenti aumentano, ma e' solo grazie all'immigrazione. A fine 2012 i residenti sono 59.685.227, 291.020 in piu' rispetto al 2011, un incremento che si deve al saldo attivo del movimento migratorio (+369.717). Nascite al palo e maternita' sempre piu' posticipata. Nonostante le difficolta' a trovare lavoro e il peso di problemi quotidiani, gli italiani non rinunciano comunque a 'mettere radici' e si confermano popolo di proprietari di casa. Nel 2012 il 72,4% delle famiglie possiede l'abitazione in cui vive (73,6% nel 2010) e fra queste il 16,7% sta pagando il mutuo. Inoltre cresce la mobilita' interna, con le migrazioni per trasferimento di residenza che nel 2011 ammontano a 1.358.037, oltre 12mila in piu' rispetto all'anno precedente. Restano anche i problemi legati all'accesso di servizi di pubblica utilita'. In particolare quest'anno il 51,1% dichiara di avere problemi con il pronto soccorso, il 33,9% con le forze dell'ordine, il 32,6% con gli uffici comunali e il 27,2% con i supermercati.La crisi porta anche all'aumento dei reati: nel 2012 sono stati 2.818.834 i delitti denunciati dalle forze di polizia all'autorita' giudiziaria, il 2% in piu' rispetto all'anno precedente. Infine si registra un calo dei consumi culturali: continuano a diminuire i lettori di libri e giornali. Delle attivita' fuori casa e' il cinema a raccogliere il maggior pubblico, mentre guardare la tv e' ormai abitudine consolidata per il 92,3% delle persone dai 3 anni d'eta' in su. (AGI)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sbagliato fino a un terzo diagnosi asma negli adulti

In molti casi pazienti con altra malattia o in remissione

Il frutto contro la gastrite

Le mele contengono una sostanza chiamata sorbitolo, che aiuta a trattare vari problemi intestinali

La ‘dieta perenne’ allunga la vita

Il verdetto finale sulla restrizione calorica

La nuova cura (italiana) che sconfigge il cancro al cervello dei bambini

E' più efficace e meno tossica

Influenza: 3 milioni di italiani a letto, boom di visite mediche

Da inizio stagione. Triplicate consultazioni medici di famiglia

Tutti i benefici della barbabietola rossa

Per il suo colore spesso non viene servita sulle tavole, ma è ricca di proprietà benefiche

Mangiare peperoncino ‘allunga’ la vita

Cala del 13% mortalità per malattie cuore e ictus

Farmaci scaduti e sporcizia: la faccia triste degli ospedali italiani

Ecco il triste scenario delineato dai Nas

‘Superbatterio’ resiste a tutti antibiotici

Allarme per morte donna

Stress lavoro porta all’infarto, per Tar è causa di servizio

Accolto ricorso funzionario polizia della Liguria

Gli amanti della pasta mangiano meglio, hanno diete più sane

Chi la mangia regolarmente assume più nutrienti fondamentali

Donne esposte da bimbe a fumo passivo più a rischio aborto

Associazione se in casa c'erano due o più fumatori

Lorenzin, firma Lea passaggio storico per sanità italiana

Cosa sono i Lea e come si 'misurano'

Scoperto l’interruttore chiave dell’invecchiamento cellulare

Scoperta chiave per controllare processi legati anche all'incidenza dei tumori

Influenza: già otto morti da inizio epidemia, 63 gravi

Metà in Emilia Romagna, in tutti i casi patologie preesistenti