lafucina.it
Società

Arriva la nuova banconota da 10 euro

Ad annunciarlo la Banca Centrale Europea. Potrebbe entrare in circolazione già dalla prossima estate

Pubblicato il 19/12/2013 da La Fucina

Dopo la banconota da 5 Euro, anche quella da 10 si rifarà il look. Ad annunciarlo la Banca Centrale Europea (BCE), e potrebbe entrare in circolazione già dalla prossima estate. L’obiettivo, come già avvenuto per la banconota di taglio più piccolo, è quello di dichiarare guerra ai falsificatori e facilitare quindi l’individuazione delle banconote false. La nuova banconota da dieci euro avrà lo stesso colore e stesso disegno di quella della precedente serie.Farà parte della serie “Europa”, l’effigie della divinità greca che ha dato il nome al ‘Vecchio Continente’. Nella filigrana sarà rappresentata una figura della mitologia greca e sarà il romanico lo stile architettonico delle opere rappresentate. La cartina dell’Europa saranno aggiunte aggiunte le Isole di Malta e Cipro. Il nome della valuta ‘Euro’ sarà riportato in caratteri cirillici, latini e greci, e la sigla della Banca Centrale Europea apparirà in nove varianti linguistiche. Nella fase di progettazione dei nuovi 10 euro, sono, infatti, state coinvolte persone affette da disabilità visive, in modo tale da tener conto delle loro esigenze e capire come soddisfarle al meglio, magari anche col semplice tatto.Le informazioni sono stata rese note dalla Bce in occasione di un seminario tenutosi a Bruxelles alla presenza dei principali istituti di credito nazionali. Lo scopo dell’incontro era quello di agevolare l’ingresso delle nuove 10 euro fra i produttori di attrezzature per il trattamento del contante. La BCE ha sottolineato che la nuova serie di banconote contiene un sistema molto sofisticato di riconoscimento, oltre che elementi di sicurezza difficilmente replicabili. Per l’occasione è stato creato anche un apposito sito internet, in cui vengono illustrate in maniera dettagliata le principali caratteristiche delle banconote con tanto di video.La nuova banconota da 10 euro segue, a distanza di otto mesi, quella da 5 euro. Nei prossimi anni verranno progressivamente sostituiti anche gli altri tagli, incluso quello da 500 euro. Il ritiro dal mercato sarà graduale, senza alcun disagio per i consumatori – assicura la Bce.Fonte: news.supermoney.eu





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

In 5 anni dimezzati antibiotici in allevamenti pollame

Unaitalia, risultati piano volontario,lotta a fake news su carni

Muffe in 20-40% edifici, le tossine si diffondono facilmente

Problema soprattutto per chi è allergico

Olio extravergine d’oliva protegge il cervello e preserva la memoria

Rallenta il declino cognitivo

Menopausa precoce si tiene a bada con tofu, soia e pane nero

Consumare molte proteine vegetali è il segreto per allungare potenzialmente la propria vita riproduttiva

Lorenzin, da luglio defibrillatori in tutti gli impianti sportivi

Firmato decreto con ministero dello Sport. Lotti, mantenuta promessa

Dott. Mozzi: mal di testa e alimentazione

Caldo, l’allarme del cardiologo: “Rischio svenimenti e aritmie”

Molti anziani finiscano in pronto soccorso per malori legati al gran caldo

Come sbiancare il bucato con l’aspirina

Un metodo semplice ed efficace

Allarme colazione, per 10 mln ‘addio’ al modello italiano

Indagine Aidepi, tra falsi miti condanna grassi e no carboidrati

Lettini solari,in 30 anni hanno fatto aumentare tumori pelle

Oms, ogni anno causano 450mila casi tra Usa, Europa e Australia

Tumore al rene, in Italia 120 mila persone vive dopo la diagnosi

Lorenzin: “Dolorosissima morte bimbo ucciso da morbillo”

Bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli

Muore bimbo di 6 anni per complicanze da morbillo

Affetto da leucemia, ricoverato a Monza. Contagiato da fratelli non vaccinati

L’estratto di uva può proteggere contro il cancro al colon

Bene i test sugli animali, agisce sulle staminali tumorali

Sciroppo per la tosse ritirato dagli scaffali

Allarme nelle farmacie