lafucina.it
Società

Se n’è andato il professor Angelo Rosolen

Consumato da un tumore, aveva 54 anni

Pubblicato il 20/12/2013 da La Fucina

Si è spento l’altra notte all’ospedale di Verona dove si trovava ricoverato il professor Angelo Rosolen, 54 anni. primario della Clinica pediatrica dell’azienda ospedaliero universitaria di Udine e responsabile di un importante progetto di ricerca pediatrica finanziato dalla Città della Speranza all’Istituto di ricerca pediatrica.«L’oncoematologia pediatrica perde una figura di riferimento - dichiara Stefania Fochesato - . Angelo Rosolen si è dedicato per tutta la vita alla cura e alla ricerca sui tumori infantili con competenza professionale, rigore scientifico e soprattutto una grande umanità. Allievo del professor Zanesco, ha visto nascere la Città della Speranza con la quale ha collaborato raggiungendo risultati di rilievo internazionale. La Fondazione, grata per i risultati raggiunti dal professor Rosolen nella lotta contro le neoplasie infantili, si impegna a raccogliere l’importante eredità scientifica e a ricordarne sempre il grande insegnamento».Laureato in medicina e chirurgia nel 1984, specializzato in pediatria nel 1988 e in oncologia nel 1995, nel 1991 era diventato responsabile del laboratorio Biologia tumori solidi del dipartimento di Pediatria dell’università di Padova, nel 2010 professore associato di pediatria del Dipartimento di pediatria, dal 2000 al 2013 coordinatore nazionale del gruppo di lavoro Linfomi non-Hodgkin all’interno dell’Aieop, dal 2001 era coordinatore dell’European intergroup for childhood non-Hodgkin lymphomas (EicNhl). Attualmente ricopriva la carica di direttore della Clinica pediatrica dell’azienda ospedaliero universitaria dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine e il direttore del Dipartimento Diego Marchesoni lo ricorda così: «Una persona eccezionale dal punto di vista umano e professionale. Gli ho chiesto io di “dividersi” tra Udine e Padova e lui, in pochi mesi, è entrato in perfetta sintonia con tutto il personale. Sentiremo una grande mancanza». (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ue, stop all’aranciata senza arancia

La Commissione Ue innalza la quantità di succo al 20%. Italia in regola dal marzo 2018

Basta mezz’ora al telefonino per rischiare mal di testa

no studio del gruppo di ricercatori diretti dall'ex presidente della Società italiana di neurologia, Aldo Quattrone

Tumori, 5 caffè al giorno dimezzano rischio cancro fegato

Secondo una ricerca diretta da Oliver Kennedy, dell'University of Southampton

Infarto, nel 30% dei casi c’è lo zampino del sistema immunitario

Studio Gemelli, al via cure su misura per i diversi tipi arresto cuore

Tumore al polmone, dopo 40 anni cambia la cura d’attacco

Sì di Aifa a immuno-oncologia, 70% pazienti vivo a un anno

Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore

Studio, la cottura lunga sprigiona molecole benefiche per la salute

Cassazione conferma maxisequestro spaghetti ‘made in Turkey’

'Indicazioni fallaci'. Respinto ricorso ad pasta 'Garofalo'

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)