lafucina.it
Cibo e Salute

Marijuana, un ormone esclude la dipendenza

Lo ha scoperto un gruppo di ricercatori dell’Istituto francese della salute e della ricerca medica

Pubblicato il 07/01/2014 da La Fucina

Un gruppo di ricercatori dell’Istituto francese della salute e della ricerca medica ha accertato che l’ormone steroideo denominato Pregnenolone è capace di ridurre l’effetto del recettore cannabinoide tipo 1, contrastando gli effetti della marijuana ed in particolare la dipendenza. Secondo i dati della ricerca, l’antidoto alla dipendenza da cannabis risiede proprio nel cervello umano. L’ormone prodotto, infatti, costituisce un meccanismo di difesa contro gli effetti dannosi della cannabis. Secondo gli scienziati hanno spiegato che l’ormone impedisce al Thc l’ingrediente psicoattivo nella marijuana, di attivare i suoi ricettori cerebrali impedendo così l’effetto intossicante. Si tratta di una scoperta straordinaria che potrebbe condurre alla messa a punto di nuovi sistemi per trattare la dipendenza da marijuana.Se da un lato questa notizia apre la strada a nuove frontiere in campo medico e scientifico, bisogna ricordare che dall’altra va a cozzare con la dura legislazione dei nostri paesi dove la marijuana ed il suo commercio rimane saldamente nelle mani delle mafie. Nel mondo, secondo statistiche non ufficiali sarebbero circa 147 milioni le persone che usano la marijuana: in netto aumento nell’ultimo decennio. (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology