lafucina.it
Politica

Soldi ai partiti: mancano all’appello 2 mld di euro

Dal ’94 una “stecca” di 2 mld. Ricevuti 2,7 mld, spesi 700 mln

Pubblicato il 29/01/2014 da La Fucina

ROMA - Soldi ai partiti: dal ’94 una “stecca” di 2 mld. Ricevuti 2,7 mld, spesi 700 mln. E’ forse la fotografia più nitida degli ultimi 20 anni di partitocrazia italiana e degli esiti del finanziamento pubblico ai partiti: dal 1994, circa 2,7 miliardi di euro sono transitati nelle casse dei partiti, in forma di rimborsi pubblici per le varie consultazioni elettorali susseguitesi, mente la contabilità ufficiale giustifica spese per 700 milioni complessivi. Il risultato è un utile netto intorno ai 2 miliardi di euro, un “tesoretto” che triplica la somma spesa per le varie attività politiche cui i rimborsi erano destinati.“Buco nero”, “pozzo senza fondo”, le metafore non mancano: che fine hanno fatto quei soldi? Ci sono state le ruberie, l’accaparramento di risorse pubbliche per fini privati, come ha dimostrato il caso Lusi. Gli sprechi, le spese pazze documentate dal caso Fiorito, dagli scandali regionali (dal Lazio al Piemonte passando per il Molise). C’è la necessità dei partiti di sostenere economicamente la macchina che divora soldi a getto continuo per finanziare le sedi, gli affitti, gli stipendi, le indennità, le pensioni dei funzionari. A questo proposito, è di ieri la notizia che ai funzionari del Pd è stato imposto di timbrare il cartellino. I dati raccolti da Openpolis per Repubblica, mostrano come la pratica della “stecca” non giustificata dalle spese si è incrementata fino all’apice raggiunto nel 2011, quando forse i partiti non avevano ancora ben chiara la rivolta dell’opinione pubblica contro la cosiddetta Casta:Vero è che l’andamento storico dei rimborsi è un crescendo costante di denaro che raggiunge l’acme con le politiche del 2001, quando la cifra erogata su tutti e cinque gli anni di legislatura sfonda la soglia dei 476 milioni di euro: alle precedenti elezioni – quelle del 1996 – non si andò oltre i 46,9 milioni. Come mai tanta differenza al rialzo? Complici le ‘nuove norme’ introdotte nel 1999 e le ulteriori ‘disposizioni’ architettate nel 2002, i fondi stanziati iniziarono a moltiplicarsi come virus. (Michela Scacchioli, La Repubblica) (fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria

Scoperta una nuova mutazione genetica che causa l’infertilità maschile

Previene la formazione delle cellule che servono per la produzione dello sperma

Basta poco alcol al giorno per aumentare il rischio di tumori della pelle

Non riguarda il melanoma, l'ipotesi e' che l'etanolo possa impedire la riparazione del Dna

Lo yoga ha effetti positivi sulla depressione

Lo sostengono diversi studi presentati lo scorso 3 agosto a Washington

L’allattamento riduce il rischio di tumore al seno nelle mamme

Ogni cinque mesi in più il rischio è inferiore del 2%