lafucina.it
Ambiente

Il pianeta Terra resterà al buio

Uno studio spiega come i blackout elettrici saranno sempre più frequenti

Pubblicato il 24/02/2014 da La Fucina

(Rinnovabili.it) – Il futuro del Pianeta Terra potrebbe essere più buio del previsto. Secondo un nuovo studio scientifico infatti, il mondo dovrà prepararsi a fare i conti con blackout sempre più frequenti e diffusi; una situazione scomoda legata soprattutto al progressivo aumento dell’utilizzo di apparecchi elettrici ad alta potenza, alla crescita esponenziale della popolazione mondiale e agli insufficienti investimenti nel settore energetico. Nel rapporto Blackouts: a sociology of electrical power failure, Steve Matthewman, Professore Associato di Sociologia presso l’Università di Auckland, e Hugh Byrd, professore di Architettura presso l’Università di Lincoln, nel Regno Unito, rivelano come le occasionali interruzioni di corrente di oggi siano solo le “prove generali” di ciò che un domani sarà quasi la norma. “Cina, Brasile e Italia hanno già avuto interruzioni di corrente significative negli ultimi dieci anni. E anche la Nuova Zelanda non sfugge” da questa regola. A ciò si aggiungono inevitabilmente gli eventi climatici estremi degli ultimi anni, che hanno messo a dura prova le infrastrutture energetiche in tutto il Pianeta. “L’investimento infrastrutturale nell’Europa e negli Stati Uniti è stato scarso e i nostri sistemi di generazione sono più fragili rispetto a quanto pensa la maggior parte della popolazione”, spiega Matthewman. “La vulnerabilità dei nostri sistemi elettrici è stata evidenziata da un particolare blackout che ha avuto luogo in Italia nel 2003, quando l’intera nazione è stato lasciato senza energia elettrica a causa di due alberi caduti. Questa realtà è particolarmente allarmante se si considera la crescente dipendenza del mondo dall’energia elettrica”. Un destino ineluttabile? Non proprio. La soluzione è incominciare ad investire intelligentemente nelle reti elettriche per modernizzare le infrastrutture. Il mondo occidentale rivela lo studio, si affida ancora a sistemi di distribuzione troppo vecchi: solo negli USA quasi tre quarti delle linee di trasmissione hanno più di 25 anni.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

Qual è la differenza tra arancia bionda e rossa?

Le arance rosse sono ricche di antocianine

Latte per neonati ritirato dai supermercati per rischio salmonella

Allarme salmonella per alcuni lotti di latte artificiale

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

I cibi che contengono Vitamina E (e ci proteggono da moltissime malattie)

La Vitamina E è preziosa contro diabete, demenza senile, malattie cardiovascolari e gastrointestinali

5 straordinarie proprietà dell’arancia

Ecco perché mangiare le arance durante i mesi invernali