lafucina.it
Ambiente

Il pianeta Terra resterà al buio

Uno studio spiega come i blackout elettrici saranno sempre più frequenti

Pubblicato il 24/02/2014 da La Fucina

(Rinnovabili.it) – Il futuro del Pianeta Terra potrebbe essere più buio del previsto. Secondo un nuovo studio scientifico infatti, il mondo dovrà prepararsi a fare i conti con blackout sempre più frequenti e diffusi; una situazione scomoda legata soprattutto al progressivo aumento dell’utilizzo di apparecchi elettrici ad alta potenza, alla crescita esponenziale della popolazione mondiale e agli insufficienti investimenti nel settore energetico. Nel rapporto Blackouts: a sociology of electrical power failure, Steve Matthewman, Professore Associato di Sociologia presso l’Università di Auckland, e Hugh Byrd, professore di Architettura presso l’Università di Lincoln, nel Regno Unito, rivelano come le occasionali interruzioni di corrente di oggi siano solo le “prove generali” di ciò che un domani sarà quasi la norma. “Cina, Brasile e Italia hanno già avuto interruzioni di corrente significative negli ultimi dieci anni. E anche la Nuova Zelanda non sfugge” da questa regola. A ciò si aggiungono inevitabilmente gli eventi climatici estremi degli ultimi anni, che hanno messo a dura prova le infrastrutture energetiche in tutto il Pianeta. “L’investimento infrastrutturale nell’Europa e negli Stati Uniti è stato scarso e i nostri sistemi di generazione sono più fragili rispetto a quanto pensa la maggior parte della popolazione”, spiega Matthewman. “La vulnerabilità dei nostri sistemi elettrici è stata evidenziata da un particolare blackout che ha avuto luogo in Italia nel 2003, quando l’intera nazione è stato lasciato senza energia elettrica a causa di due alberi caduti. Questa realtà è particolarmente allarmante se si considera la crescente dipendenza del mondo dall’energia elettrica”. Un destino ineluttabile? Non proprio. La soluzione è incominciare ad investire intelligentemente nelle reti elettriche per modernizzare le infrastrutture. Il mondo occidentale rivela lo studio, si affida ancora a sistemi di distribuzione troppo vecchi: solo negli USA quasi tre quarti delle linee di trasmissione hanno più di 25 anni.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti

Le proprietà del prezzemolo, una gustosa pianta anticancro

Il prezzemolo è un'ottima fonte di miricetina, potentissima sostanza anticancro