lafucina.it
Sport

Il giro del mondo in bici a caccia del record

L'impresa di Paola Gianotti, che parte l'8 marzo con l'intento di pedalare per 151 giorni

Pubblicato il 07/03/2014 da La Fucina

Ha scalato seimila metri dell’Aconcagua nelle Ande argentine, affrontato le fatiche del triathlon, combattuto sui ring di thai boxe. L’eporediese Paola Gianotti è abituata alle sfide estreme. Ma stavolta ha deciso di superarsi: partirà a ottobre per fare il giro del mondo in bicicletta. Una follia da Guinness. L’obiettivo, infatti, è quello di strappare il record alla greca Juliana Buhring, unica donna a completare l’impresa. Sei mesi in fuga Cinque continenti, 22 Paesi da attraversare e 30 mila chilometri da percorrere in 151 giorni: è un sogno che la 31enne culla fin da bambina. «Durante i viaggi con i miei genitori vedevo i cicloturisti e mi affascinavano. Mi sono ripromessa che da grande avrei provato il giro del mondo in sella», racconta Paola, disoccupata dopo la chiusura della sua azienda travolta dalla crisi. Una batosta che non l’ha demoralizzata. Anzi. L’ha interpretato come un «assist» del destino: «Ho detto “Ora o mai più”, mi sono rimboccata le maniche e ho cominciato a pianificare l’avventura». Poi sono iniziati gli allenamenti massacranti: 5-6 ore al giorno, sei volte a settimana, tra bicicletta, palestra e piscina. Una sfida di sudore e fatica, ma soprattutto cuore e testa: «La preparazione più delicata - spiega l’“ironwoman” eporediese, affiancata da un mental coach - è quella psicologica, rappresenta il 40% dell’impresa: sfidare i propri limiti, aumentare la soglia del dolore e non perdere l’equilibrio mentale in situazioni estreme». Per questo l’avventura è stata ribattezzata «Keep Brave» («Tieni duro»). Un urlo d’incoraggiamento, non solo verso se stessa: «La mia missione è dimostrare che tutti ce la possiamo fare, basta volerlo. E’ un messaggio rivolto a tutti i giovani in difficoltà come me a causa della crisi: non mollate». A rendere possibile l’impresa, ancora a caccia di sponsor, la «Cinelli», che sta plasmando una bici su misura: in titanio e acciaio, che coniuga leggerezza e resistenza, e ruote speciali. Al fianco di Paola ci sarà un team logistico (Ivana Gallo e Marco De Luca) che curerà i 10 mila chilometri di trasferimenti aerei tra le tappe. Il regolamento del Guinness impone di toccare entrambi gli emisferi ed eseguire il percorso in un solo senso: da Est a Ovest, quello scelto dal team. Un viaggio social Il giro intorno al globo sarà ad alto contenuto «social»: attraverso Facebook e un diario di bordo, l’eporediese fornirà aggiornamenti quotidiani. E grazie a un Gps sarà possibile seguire il tragitto in tempo reale, pedalata dopo pedalata. «Voglio coinvolgere il maggior numero di persone e sentire il tifo per avere una spinta in più. Cercherò di interagire con loro attraverso il web», spiega Paola. La paura più grande, confessa, è la solitudine: «Pedalare 9-10 ore al giorno può diventare alienante. E lo sconforto è sempre in agguato». Il cammino sarà lastricato di difficoltà: «Non solo quelle fisiche. Per esempio non so come mi accoglieranno in culture diverse dalla nostra, in cui la donna ha un ruolo subalterno. Il cibo potrebbe riservare brutte sorprese, ma porterò la scorta di pasta». La solidarietà sarà fondamentale. L’organizzazione ha sviluppato progetti, anche con il sostegno di «Libera», a favore dei bimbi delle comunità locali con le quali Paola entrerà in contatto. «E’ un’occasione unica che non potevo sprecare, regalare un sorriso e aiutare persone meno fortunate sarà una soddisfazione unica». (Filippo Femia / La Stampa)L'impresa - Supporta Paola - Seguila su Facebook - I suoi twitt





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria

Scoperta una nuova mutazione genetica che causa l’infertilità maschile

Previene la formazione delle cellule che servono per la produzione dello sperma

Basta poco alcol al giorno per aumentare il rischio di tumori della pelle

Non riguarda il melanoma, l'ipotesi e' che l'etanolo possa impedire la riparazione del Dna

Lo yoga ha effetti positivi sulla depressione

Lo sostengono diversi studi presentati lo scorso 3 agosto a Washington

L’allattamento riduce il rischio di tumore al seno nelle mamme

Ogni cinque mesi in più il rischio è inferiore del 2%

Penny Market richiama lotto di Acqua Monteverde minerale naturale

Possibile presenza di corpi estranei, in particolare di pulviscolo e particelle di natura inorganica inerte

Germania, ritirate dal mercato milioni di uova olandesi contaminate

Milioni di uova provenienti da Olanda e Belgio ritirate dagli scaffali dei supermercati tedeschi

Bere moderatamente vino abbassa il rischio demenza

Ecco i risultati di un imponente studio durato trent'anni

Menopausa, contro l’osteoporosi un aiuto dall’alimentazione

Con l'ingresso in menopausa le donne diventano più esposte al rischio di osteoporosi

Composto nel tè verde protegge da obesità, demenza e diabete

Riduce danni di una dieta occidentale ricca di grassi e zuccheri