lafucina.it
Politica

Vendiamo le armi ai paesi in guerra

Nel 2013 oltre 316 milioni di euro di fatturato per fucili e munizioni anche nel Medio Oriente

Pubblicato il 02/04/2014 da La Fucina

Oltre 316 milioni di euro nel 2013.  E' il  fatturato dell’export mondiale di “armi comuni da sparo e munizioni”, in forte aumento soprattutto verso le zone di maggior tensione del mondo come il Medio Oriente e l’Africa. Lo riferisce l'inchiesta di Carmine Gazzanni su La Notizia.Questo è il dato scioccante che emerge da un dossier realizzato dall’Opal (Osservatorio Permanente sulle Armi Leggere) sulla base di dati forniti dall’Istat. E pensare che stiamo parlando soltanto del distretto industriale della Val Trompia, in provincia di Brescia. È qui, infatti, che si concentrano le principali aziende italiane di armi leggere. Un business incredibile trainato dalla Beretta Holding, seguita poi dalle più modeste ditte delle famiglie Bernardelli, Fausti, Sabatti, Tanfoglio e Perazzi. Armi ad uso civile, per la difesa personale, le competizioni sportive, la caccia e il collezionismo, ma che sono acquistate anche dai corpi di polizia di mezzo mondo, a cominciare proprio dai Paesi in conflitto o responsabili di violazione dei diritti umani. Se ad aumentare sono anche le esportazioni verso i Paesi da sempre acquirenti di armi leggere italiane come quelli del Nord America e dell’Unione Europea, il dato che desta meraviglia è relativo agli incrementi che si registrano per i Paesi del Medio Oriente (più 23% rispetto al 2012) e dell’Africa (più 36%). Stiamo parlando, in soldoni, di un passaggio dai 14 milioni del 2012 ai 36 del 2013 per i primi, e di un passaggio da 9 a 24 per i secondi.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Nuove regole per i livelli del colesterolo cattivo, sempre più basso di 100

E non serve aumentare quello buono, 'non ci sono benefici'

La pasta con la farina d’orzo contrasta l’infarto

Grazie a beta-glucani induce la formazione di 'bypass' naturali

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali