lafucina.it
Società

Michael Moore accusa la General Motors

E invoca la pena di morte per i 13 morti a causa del malfunzionamento dei loro veicoli

Pubblicato il 03/04/2014 da La Fucina

Il regista Michael Moore, famoso per aver vinto l'Oscar per il miglior documentario con "Bowling for Columbine" e la Palma d'oro al Festival di Cannes con "Fahrenheit 9/11", si è scagliato contro i vertici di General Motors.Moore ha dichiarato che chi è stato responsabile dei difetti rinvenuti nei veicoli della casa automobilistica - richiamate quasi 5 milioni di auto nell'ultimo mese per difetti riscontrati ai freni, airbag e altre componenti, tra cui al sistema di accensione - meriterebbe la pena di morte."Sono contrario alla pena di morte, ma a ogni regola corrisponde un'eccezione e in questo caso spero che i criminali di General Motors vengano arrestati e costretti a pagare per la loro decisione premeditata di far rischiare vite umane solamente per accaparrarsi pochi soldi".  Il regista ha infine concluso lanciando un messaggio all'amministrazione Obama: "Spero che qualcuno tiri fuori le manette, che si tratti delle squadre SWAT o anche dell'esercito americano, se necessario, e che si marci verso la sede di GM nel centro di Detroit e vengano portati via coloro che sono stati responsabili di tutto ciò". Prosegue intanto l'indagine della Commissione Commercio ed Energia Usa alla Camera, in modo particolare sui veicoli in cui sono stati rinvenuti problemi al sistema di accensione, che hanno provocato la morte di 13 persone. Le indagini hanno stabilito che Gm rifiutò una proposta avanzata nel 2005 per risolvere il difetto ai veicoli, per non sprecare tempo e denaro. Richiamati per questo motivo 2,6 milioni di veicoli. Interessati i modelli Chevrolet Cobalt, Chevrolet HHR, Pontiac G5, Pontiac Solstice, Saturn Ion e Saturn Sky degli anni che vanno dal 2003 al 2011.GM è stata costretta poi ad annunciare un nuovo richiamo, lo scorso lunedì, di più di 1,3 milioni, per problemi al servosterzo. (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Uova contaminate, Nas ne sequestrano oltre 92000

Nell'inchiesta due le ipotesi sull'uso fipronil

Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche

Istituto Zooprofilattico, su 37 campionamenti 2 'non conformi'

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria