lafucina.it
Tecnologia

App per fitness, utenti Usa sempre più ‘dipendenti’

Due terzi le controllano ogni giorno per verificare i risultati

Pubblicato il 04/05/2014 da La Fucina

Le 'app' sullo smartphone per il fitness, per correre, dimagrire, tenersi in forma, possono creare 'dipendenza' perché chi comincia ad usarle spesso non riesce poi a farne a meno. E' quanto evidenzia una ricerca americana secondo la quale oltre i due terzi degli utenti di applicazioni inerenti l'attività fisica le controlla almeno una volta al giorno. La ragione principale è la verifica dei risultati raggiunti. Lo smartphone diventa sempre più a pieno titolo un 'personal trainer 2.0'.Condotta a marzo scorso da Research Now per Mobiquity su un campione di mille internauti americani che fanno uso di app di benessere, fitness e salute dal proprio smartphone, l'indagine evidenzia che un intervistato su quattro consulta questi programmi più volte al giorno. Quasi la metà (il 45%) almeno una volta al giorno. Il 18% vi accede almeno una volta a settimana.La ragione principale che spinge ad usare queste queste 'app' sta nella possibilità di controllare i risultati raggiunti in modo veloce e preciso. In secondo luogo c'è la consapevolezza dell'importanza del benessere e la motivazione a svolgere determinate attività.La crescita delle applicazioni fitness va di pari passo con l'abbinamento ai dispositivi elettronici 'indossabili' che stanno affollando il mercato. Secondo Nielsen (dati Usa relativi a novembre scorso), i più propensi ad usare braccialetti fitness sono persone dai 25 ai 34 anni. Un'indagine di ON World evidenzia che il 75% degli americani è convinto che la tecnologia 'indossabile' avrà un impatto positivo su salute e sport. Gli oggetti più ambiti risultano gli smartwatch, seguiti da braccialetti fitness e occhiali stile Google Glass.(Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria

Scoperta una nuova mutazione genetica che causa l’infertilità maschile

Previene la formazione delle cellule che servono per la produzione dello sperma

Basta poco alcol al giorno per aumentare il rischio di tumori della pelle

Non riguarda il melanoma, l'ipotesi e' che l'etanolo possa impedire la riparazione del Dna

Lo yoga ha effetti positivi sulla depressione

Lo sostengono diversi studi presentati lo scorso 3 agosto a Washington

L’allattamento riduce il rischio di tumore al seno nelle mamme

Ogni cinque mesi in più il rischio è inferiore del 2%