lafucina.it
Politica

Paola Bacchiddu: “Altro che zoccoletta”

La responsabile di Tsipras:

Pubblicato il 07/05/2014 da La Fucina

Paola Bacchiddu: "Altro che zoccoletta"

Paola Bacchiddu, capocomunicazione della lista Tsipras, non ci sta e replica alle accuse dicendo che non ha postato la foto incriminata a scopo propagandistico e risponde a Mario Adinolfi che l'aveva definita una "zoccoletta": “Il mio lavoro è quello di giornalista. Precaria”.Lo riporta l'Huffington Post:"A chi, come Mario Adinolfi, l’ha definita una “zoccoletta”, Bacchiddu replica dicendo che “il mio lavoro è quello di giornalista. Precaria”. A chi l’ha accostata a Nicole Minetti, risponde dicendo che “lei è molto più bella. E io non sono candidata”. In altri termini, “non pensavo di scatenare un putiferio di questa portata – dice in un’intervista al Fatto Quotidiano - Non credevo che una lista che ha raccolto centinaia di migliaia di firme avesse bisogno di fotografie per convincere gli elettori. Se è servito, però, sono molto soddisfatta”. Quindi, lo rifarebbe “dieci volte. E mi preparerei per parlare di politica”.Bacchiddu osserva con “tristezza” le polemiche suscitate dalle sue fotografie da “molta gente banale”, pronta a “speculare e massacrare una persona per quella che era e resta una provocazione dedicata agli amici di Facebook. Non ai giornali”. Per questo “sto pensando di querelare. Qualcuno è andato giù pesante, ha confuso il mio ruolo con quello di un candidato, mi hanno dato delle prostituta”. Sicuramente, conclude, “in questo paese ci sono persone che hanno un problema con il corpo delle donne."(Fonte)Panorama.it riporta in merito:"Nei miei confronti è stato commesso innanzitutto un errore politico, per non parlare dell’atteggiamento disumano dei sedicenti compagni". A parlare è Paola Bacchiddu, la donna che fino a pochi giorni fa era a capo della comunicazione della lista Tsipras e che, il giorno dopo il voto, vuole togliersi qualche sassolino dalla scarpa. La lista ha superato la soglia del 4% e manderà una pattuglia di eletti a Bruxelles. "Ora non possono più accusarmi di danneggiare la lista. Anzi, io penso che la mio foto in bikini abbia contribuito in maniera decisiva a farla conoscere."





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Mangiare cioccolata e cibi grassi: colpa dei geni

Varianti Dna associate a preferenze alimentari,contrastano diete

Meningite, liceale in terapia intensiva a Milano

Un ragazzo di 18 anni è ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale Niguarda di Milano

Bibite zuccherate e diet fanno invecchiare il cervello

Aumenta rischio demenza e ictus

Mette il sale nella caffettiera: quello che succede è sorprendente

Succo di barbabietola migliora prestazioni cervello

Maggiore connettività in regioni associate alla funzione motoria

Salgono a 1600 casi di morbillo nel 2017, 4 su 10 ricoverati

Monitoraggio Ministero della Salute, età media 27 anni

Caffè ha doppio aromi vino ma solo nonni sanno riconoscerli

Nel dopoguerra tostatura a casa, ora sparite torrefazioni locali

Tribunale, uso scorretto cellulare causa tumore

Sentenza a Ivrea. Legali, Inail condannata a risarcire dipendente azienda

Grassi trans, eliminarli dalla dieta riduce rischio di infarto e ictus

Presenti in diversi alimenti ritenuti “sfiziosi”, come patatine, cibi fritti e prodotti da forno

Da cannabis possibili farmaci per dermatiti e psoriasi

Revisione studi, benefici dovuti a proprietà anti-infiammatorie

Infermiera fingeva di vaccinare bimbi e gettava le fiale

Asl, 'grave violazione doveri', campagna richiamo 500 pazienti

Lorenzin: “Pillola abortiva in consultorio? La 194 non lo prevede”

Lo ha affermato il ministro della Salute rispondendo a un'interrogazione al Question time in Aula alla Camera

È giusto il carcere per i genitori vegani?

È una notizia di qualche tempo fa, ma i giornali la stanno rilanciando in questi giorni

Il Papillomavirus innesca il cancro, causa mille morti l’anno

Vaccino anti-hpv al centro delle polemiche su Report introdotto 11 anni fa

L’inquinamento delle acque, un pericolo per la salute dell’essere umano

Ogni giorno quasi due miliardi di persone sono costrette a bere acqua contaminata