lafucina.it
Politica

Pd, la deputata e il mutuo per pagare i debiti

Teresa Bellanova spiega perché è stata inserita nella lista dei parlamentari “insolventi”

Pubblicato il 09/05/2014 da La Fucina

Pd, la deputata e il mutuo per pagare i debiti

“Ho fatto un mutuo per pagare i debiti del Pd, non pago anche i 30mila euro di quote chiesti dal partito”. Esordisce così la deputata Teresa Bellanova del Partito Democratico in un'intervista al Fatto Quotidiano. La parlamentare leccese ha spiegato il motivo per cui è stata inserita nella lista dei "deputati insolventi" insieme a Corradino Mineo del Pd:“Dal 2008 al 2013 ho corrisposto al partito 331 mila 141 euro, tra i versamenti al Partito nazionale, regionale e provinciale. Ho assunto a mie spese la dipendente del Pd Lecce, che altrimenti sarebbe stata licenziata. A questo si aggiungano 23 mila 075 euro, che ho speso per l’affitto della sede del circolo di Alessano (Lecce) e di cui continuo a farmi carico”.In merito ai 30mila € di quote la deputata spiega:“Non li ho dati perché non li ho e la ragione è semplice: ho sottoscritto come garante un mutuo a copertura dei debiti contratti dal Pd di Lecce, dando in garanzia la mia casa di famiglia e il mio patrimonio personale”.E continua:“A causa dei ritardi, sono stata iscritta dalla banca nella lista dei cattivi pagatori e non ho potuto accendere un altro mutuo con cui pagare i 30 mila euro. Con il tesoriere, però, ho concordato da tempo che verserò tutto appena possibile”.La Bellanova afferma di aver sempre contribuito al suo partito:“Mi arrabbio quando mi piovono addosso accuse di ruberie: da militante come da dirigente ho sempre contribuito al mio partito, finanziandolo in base alle mie possibilità. Anche da parlamentare, posso dire serenamente di aver mantenuto il mio reddito precedente”.Il problema, spiega Il Fatto, è che c'è il rischio che sei dipendenti del Pd rimangano senza lavoro:“Circa 720 mila euro, e il rischio è che a finire in cassa integrazione siano i sei dipendenti amministrativi. Un rosso, a cui vanno sommati i 135 mila euro di scoperto del Pd Lecce per spese di campagna elettorale”.Il buco nel bilancio sarebbe stato raggiunto a causa dell'insolvenza dei consiglieri regionali:"È evidente che il finanziamento al partito si è fermato a livello regionale, e qualche eletto locale ha speso senza poi restituire”. I consiglieri regionali avrebbero l’obbligo di versare alla propria segreteria 500 euro mensili, che salgono a 700 per gli assessori, ma all’appello mancano 447 mila euro, oltre ai 267 mila non versati dai deputati. Non certo quel che si dice solidarietà di partito." (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology

200 anni di Parkinson, i sintomi da tenere sotto controllo

Dal dolore al collo alla perdita dell'olfatto

Cuore, mezz’ora di corsa lo aiuta a restare giovane

Sufficiente un allenamento di 30 minuti per rallentare l'invecchiamento delle cellule cardiache

Rapa rossa effetto molto simile a Viagra

Cresce nell'orto la nuova arma segreta degli sportivi

Calvizie? E’ colpa dei geni

La stima arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications

Mozzarella bufala Dop mira a mercati di Usa e Cina

Iniziative Consorzio, formazione per nuove regole export

Tutti i benefici dei mirtilli

I mirtilli hanno straordinari poteri antiossidanti, controllano la pressione sanguigna e la glicemia

Troppo sale sulla tavola degli italiani: rischio ictus e ipertensione

Male uomini e regioni Sud. Settimana mondiale riduzione consumo

Italiani popolo più sano al mondo, primi su 163 paesi

Classifica Bloomberg Index, 'nonostante economia in difficoltà'

Avanti con il formaggio, studio conferma benefici su salute

Colesterolo cattivo piu' basso tra consumatori latticini

Lorenzin: Ecco la nuova lista delle cure gratuite

Aggiornato l'elenco delle prestazioni gratuite per i Livelli essenziali di assistenza (Lea)

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Un te’ al giorno diminuisce i rischi di demenza del 50%

Quantificati i benefici dei potenti anti infiammatori contenuti

Sotto accusa farmaco usato per evitare parti prematuri

Studio Usa, no benefici e aumento rischio effetti collaterali

Boom casi di morbillo in Italia, +230% nei primi mesi dell’anno

Per rifiuto del vaccino. Maggior parte in Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana