lafucina.it
Politica

Berlusconi: “Prima di sei anni tornerò in Parlamento”

Lo annuncia l'ex-premier intervistato dall'agenzia Vista

Pubblicato il 11/05/2014 da La Fucina

Berlusconi: “Prima di sei anni tornerò in Parlamento”

Berlusconi , condannato, asuo dire ritornerà in Parlamento, è quanto ha dichiarato lui stesso in un'intervista dell'agenzia Vista: “Tornerò molto prima di sei anni in Parlamento perché la sentenza che ha dato il via a tutto ciò sarà presto dichiarata ingiusta ed annullata”.All'ex-Cav è stato anche domandato se avesse intenzione di ricandidarsi, e a questa domanda ha risposto:“Vedremo, l’importante è che la sentenza venga dichiarata per quello che è: infondata”.Poi Berlusconi parla anche della figlia Marina e del suo eventuale ingresso in politica:“Mia figlia farà quello che le sembrerà giusto fare: io le sconsiglierò sempre di cambiare quello che sta facendo molto bene ora”. L’eredità che penso di lasciare a chi prenderà il mio posto spero sia quella di trasformare la maggioranza numerica dei moderati in maggioranza politica per arrivare a cambiare l’assetto istituzionale del Paese”.E infine il leader di Forza Italia afferma che per il suo partito arrivare al "20% sarebbe un miracolo, appena un punto sotto quello delle elezioni 2013 quando Alfano era ancora con noi."(Fonte)Solo ieri Berlusconi aveva dichiarato in merito all'arresto dell'ex-ministro Scajola: "Sono molto addolorato. E se devo dirla tutta mi sembra un'assurdità mettere in carcere un signore che è stato ministro dell'Interno perché ha ha favorito lo spostamento di un amico già in esilio, già scappato, già latitante da un Paese all'altro''.Ricordiamo che l'ex-ministro è indagato per aver favorito l'arresto dell'ex-parlamentare di Forza Italia Matacena, il quale è stato condannato in via definitiva a cinque anni e quattro mesi di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa:"Così come Marcello Dell'Utri, anche l'ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena voleva scappare in Libano. E il "contatto" per la fuga dei due era lo stesso. In particolare, il politico calabrese (condannato definitivamente per concorso esterno in associazione mafiosa nel processo Olimpia) voleva andare a Beirut dove è più difficile l'estradizione. Una fuga per la quale, secondo la Procura di Reggio Calabria, Matacena sarebbe stato favorito dall'ex ministro Claudio Scajola destinatario dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Olga Tarzia su richiesta del procuratore Federico Cafero De Raho e del sostituto della Dda Giuseppe Lombardo. In particolare, Scajola si sarebbe occupato dei contatti che servivano al Matacena per "le provviste finanziarie necessarie per proseguire la latitanza". (Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Mangiare cioccolata e cibi grassi: colpa dei geni

Varianti Dna associate a preferenze alimentari,contrastano diete

Meningite, liceale in terapia intensiva a Milano

Un ragazzo di 18 anni è ricoverato in Terapia intensiva all'ospedale Niguarda di Milano

Bibite zuccherate e diet fanno invecchiare il cervello

Aumenta rischio demenza e ictus

Mette il sale nella caffettiera: quello che succede è sorprendente

Succo di barbabietola migliora prestazioni cervello

Maggiore connettività in regioni associate alla funzione motoria

Salgono a 1600 casi di morbillo nel 2017, 4 su 10 ricoverati

Monitoraggio Ministero della Salute, età media 27 anni

Caffè ha doppio aromi vino ma solo nonni sanno riconoscerli

Nel dopoguerra tostatura a casa, ora sparite torrefazioni locali

Tribunale, uso scorretto cellulare causa tumore

Sentenza a Ivrea. Legali, Inail condannata a risarcire dipendente azienda

Grassi trans, eliminarli dalla dieta riduce rischio di infarto e ictus

Presenti in diversi alimenti ritenuti “sfiziosi”, come patatine, cibi fritti e prodotti da forno

Da cannabis possibili farmaci per dermatiti e psoriasi

Revisione studi, benefici dovuti a proprietà anti-infiammatorie

Infermiera fingeva di vaccinare bimbi e gettava le fiale

Asl, 'grave violazione doveri', campagna richiamo 500 pazienti

Lorenzin: “Pillola abortiva in consultorio? La 194 non lo prevede”

Lo ha affermato il ministro della Salute rispondendo a un'interrogazione al Question time in Aula alla Camera

È giusto il carcere per i genitori vegani?

È una notizia di qualche tempo fa, ma i giornali la stanno rilanciando in questi giorni

Il Papillomavirus innesca il cancro, causa mille morti l’anno

Vaccino anti-hpv al centro delle polemiche su Report introdotto 11 anni fa

L’inquinamento delle acque, un pericolo per la salute dell’essere umano

Ogni giorno quasi due miliardi di persone sono costrette a bere acqua contaminata