lafucina.it
Ambiente

Ex-Nasa: ‘Rischio impatto asteroidi’ su Terra

L'allarme di alcuni ex astronauti dell'agenzia americana

Pubblicato il 11/05/2014 da La Fucina

Ex-Nasa: 'Rischio impatto asteroidi' su Terra

Uno scenario apocalittico quello svelato da degli ex astronauti della NASA e riportato dal quotidiano La Repubblica, secondo cui: "la possibilità che un asteroide colpisca la Terra causando vittime è sottovalutata e maggiore di quanto gli scienziati credessero fino a qualche anno fa."Gli ex astronauti della NASA hanno fondato una associazione che intende fare luce su questo problema:"lo rivela l'associazione non profit americana B612, un gruppo di cui fanno parte diversi ex astronauti della Nasa, che tenta di sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema. Il loro obiettivo è sviluppare entro il 2018 un sofisticato telescopio per la rilevazione di questi pericolosi pianetini vaganti."L'organizzazione, grazie ad un sistema di monitoraggio, è riuscita a venire a conoscenza dei luoghi delle deflagrazioni che si son registrate in 13 anni di tempo:"Dal 2000 al 2013 un sistema internazionale per il monitoraggio delle esplosioni atomiche che fa capo a Comprehensive Nuclear Test Ban Treaty Organization ha registrato ben 26 deflagrazioni di asteroidi sulla Terra. B612 ha ricostruito geograficamente, e in modo cronologico, con un video dove sono avvenuti gli impatti."Ed Lu, presidente di B612, ha detto a Repubblica che ciò che potrebbe accadere è già avvenuto in Russia lo scorso anno e ha poi spiegato:"Gli asteroidi, a contatto con l'atmosfera, creano terribili esplosioni. L'onda d'urto investe quello che c'è intorno in un area fino a 40 chilometri e può uccidere tutte le persone che si trovano nelle vicinanze".Il pericolo è reale, infatti l'asteroide caduto in Russia ha "investito moltissimi edifici e ferito più di 1000 persone con schegge, detriti e pezzi di vetro esplosi dalle finestre dei palazzi.!"Figurarsi se si ha a che fare con un asteroide di maggiori dimensioni:"Per fortuna l'asteroide aveva un diametro di soli 20 metri, ma questi oggetti possono arrivare a misurare fino a un chilometro e possiamo solo immaginare quello che causerebbe l'impatto di una tale formazione rocciosa che piomba sulla terra a una velocità che gli scienziati chiamano "mach 50", cinquanta volte quella del suono.Ogni 100 anni, spiega Lu, c'è la possibilità che la terra venga seriamente danneggiata:"Ci sono buone probabilità che l'asteroide colpisca un'area disabitata oppure finisca nell'oceano senza fare grossi danni. È una questione legata al caso, ma siamo in presenza di un fenomeno costante e crediamo che un impatto in grado di causare reali danni alla Terra avvenga generalmente ogni 100 anni".(Leggi l'articolo integrale)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology

200 anni di Parkinson, i sintomi da tenere sotto controllo

Dal dolore al collo alla perdita dell'olfatto

Cuore, mezz’ora di corsa lo aiuta a restare giovane

Sufficiente un allenamento di 30 minuti per rallentare l'invecchiamento delle cellule cardiache

Rapa rossa effetto molto simile a Viagra

Cresce nell'orto la nuova arma segreta degli sportivi

Calvizie? E’ colpa dei geni

La stima arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications

Mozzarella bufala Dop mira a mercati di Usa e Cina

Iniziative Consorzio, formazione per nuove regole export

Tutti i benefici dei mirtilli

I mirtilli hanno straordinari poteri antiossidanti, controllano la pressione sanguigna e la glicemia

Troppo sale sulla tavola degli italiani: rischio ictus e ipertensione

Male uomini e regioni Sud. Settimana mondiale riduzione consumo

Italiani popolo più sano al mondo, primi su 163 paesi

Classifica Bloomberg Index, 'nonostante economia in difficoltà'

Avanti con il formaggio, studio conferma benefici su salute

Colesterolo cattivo piu' basso tra consumatori latticini

Lorenzin: Ecco la nuova lista delle cure gratuite

Aggiornato l'elenco delle prestazioni gratuite per i Livelli essenziali di assistenza (Lea)

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Un te’ al giorno diminuisce i rischi di demenza del 50%

Quantificati i benefici dei potenti anti infiammatori contenuti

Sotto accusa farmaco usato per evitare parti prematuri

Studio Usa, no benefici e aumento rischio effetti collaterali

Boom casi di morbillo in Italia, +230% nei primi mesi dell’anno

Per rifiuto del vaccino. Maggior parte in Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana