lafucina.it
Cibo e Salute

Cancro, un nanochip per diagnosticarlo

Grazie a un nano-chip, ultrasensibile, si potrà rilevare il cancro nelle fasi iniziali

Pubblicato il 20/05/2014 da La Fucina

Cancro, un nanochip per diagnosticarlo

Un nanochip per diagnosticare il cancro. Un team internazionale di ricerca guidato dall’Institut de Ciències Fotòniques (ICFO) di Castelldefels ha annunciato che sta sviluppando una piattaforma per il test diagnostico del cancro:"Grazie a un micro; anzi un nano-chip, ultrasensibile, si potrà rilevare il cancro nelle fasi iniziali – e prima ancora che si sviluppi e maturi. Un grande balzo in avanti nella diagnostica del cancro che, fino a oggi, poteva essere rilevato soltanto a livello macroscopico, ossia quando questo è già sviluppato e composto da milioni di cellule tumorali."Si tratterebbe di un grande passo avanti perché, secondo quanto riportato da La Stampa, questo avvantaggerebbe i medici nella cura:"Scovarlo invece fin dalle fasi iniziali è un enorme vantaggio per la cura. Poterlo trattare infatti quando è nelle primissime fasi è come domare un incendio che sta per scoppiare, piuttosto che uno che è già scoppiato e, magari, divenuto indomabile."Ed ecco come funziona il nanochip:"La piattaforma, battezzata “lab-on-a-chip” è in grado di individuare le proteine markers tumorali nel sangue utilizzando i più recenti progressi della plasmonica (nano-ottica), la nano-produzione, i microfluidi e la chimica di superficie. Il dispositivo è in grado di rilevare basse concentrazioni di markers tumorali proteici nel sangue, consentendo così una diagnosi della malattia nelle sue prime fasi."Questo chip, spiega La Stampa, sarebbe una "rivoluzione nel campo della diagnostica tumorale", perché "grazie alla sua affidabilità, sensibilità e un basso costo di produzione. Senza tralasciare il vantaggio offerto dalle dimensioni ridotte, per cui è facilmente trasportabile e utilizzabile anche in luoghi remoti o di difficile accesso agli ospedali o cliniche mediche. Una promessa dunque per un trattamento più rapido ed efficace per i diversi tipi di cancro."Il professor Quidant ha commentato: "La scoperta più affascinante è che siamo in grado di rilevare concentrazioni estremamente basse di questa proteina nel giro di pochi minuti, cosa che rende questo dispositivo lo stato dell’arte quanto a sensibilità, che è altissima. Un potente strumento che andrà a beneficio diagnosi precoce e il monitoraggio del trattamento del cancro."(LEGGI L'ARTICOLO INTEGRALE)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti

Le proprietà del prezzemolo, una gustosa pianta anticancro

Il prezzemolo è un'ottima fonte di miricetina, potentissima sostanza anticancro

Cavolo, un vero antibiotico naturale

Protegge il cuore, contrasta il cancro e migliora la digestione

Meno disturbi articolari con 45 minuti di attività fisica a settimana

Studio pubblicato sulla rivista Arthritis care & research

Chewing gum allo xilitolo amico dei denti, -30% carie

Studio di ricercatrice italiano presentato al 64° Congresso dell'European Organisation for Caries Research

Sapete quanti batteri si nascondono nel nostro ufficio?

Sulla tastiera del pc, sul mouse, sulla scrivania o sulle maniglie