lafucina.it
Politica

Vespa, Grillo a Porta a porta: il commento di Travaglio

Bonazzi di Dagospia intervista Travaglio sulla puntata di Porta a Porta di ieri

Pubblicato il 20/05/2014 da La Fucina

Grillo a Porta a Porta, sui giornali non si parla d'altro. Ora parla anche Marco Travaglio e lo fa rilasciando un'intervista a Francesco Bonazzi di Dagospia.Dagospia: "Grillo che si abbassa ad andare da Bruno Vespa, nel cui salotto tv si è accomodato il fior fiore della Prima Repubblica, che scopo aveva? Cercare l'ultima spallata elettorale, il consenso di chi si informa solo con Rai Uno? Oppure dimostra solo l'arroganza di un parvenu della partitocrazia?"Travaglio: "Lo scopo dichiarato era quello di cercare il consenso di gente che non lo conosce quasi. E per centrare l'obiettivo si è dovuto violentare due volte. Grillo ha detto per anni che la tv era morta e che andarci non aveva senso. Ma fino a quando la tv può contare su 25-30 milioni di persone che la guardano ogni giorno c'è da poco da fare. La televisione adesso è costretta a occuparsi di lui e quando lo fa gli rende pessimi servizi. Anche perché per metà è di Renzi e per metà è di Berlusconi. Quindi lui che ne prende possesso per un'ora e detta l'agenda centra un grande obiettivo".Poi, alla domanda se Beppe Grillo abbia fatto "violenza" su sé stesso andando a Porta a Porta, il vicedirettore del Fatto risponde:"Beppe ha dovuto andare dal giornalista più antitetico a lui che c'è in circolazione. Lo ha fatto per creare l'evento. Esattamente come fece Berlusconi andando da Santoro".E, continua il sito di D'Agostino: "A lungo è sembrato un minuetto, in cui facevano finta di dirsene di ogni tipo. E poi alla fine si alzano e si danno il cinque, come dopo un gol, o una rapina ben riuscita."Travaglio: "No, è stata una trasmissione vera. Grillo è esattamente così. Quando lo togli da una piazza e lo metti nel suo salotto è quella persona che abbiamo visto ieri. E' una persona educata, che non farebbe male a una mosca e nemmeno a un Vespa. Quando ha detto che nei comizi subisce l'emozione della folla, per cui regolarmente trascende, ha detto la pura verità"Poi Bonazzi domanda se il conduttore di Porta a Porta sia stato "vero" o "falso", ecco la risposta di Travaglio:"Vero, vero. Anche il "cinque" finale si spiega facilmente. Vespa ha fatto il Vespa. Anche lui è così come lo abbiamo visto ieri sera. A furia di raccontare a Grillo che in tv lo odiano tutti e gli tendono solo trappole, poi succede che lui va lì a Porta a Porta e invece si rende conto che Vespa è solo un copridivano che si salva l'anima con qualche domanda ogni tanto".E il giornalista del Fatto aggiunge:"Vespa combatteva Grillo quando non contava un cazzo. Ma adesso che guida il secondo o il primo partito d'Italia... Beppe si deve aspettare questo genere di comportamenti. Tutti gli uomini Rai diventeranno grillini. Se ne deve fare una ragione. Vespa è il più sveglio e scafato. Anche ieri sera ha dimostrato di rispettare il potere. Perché lui rispetta il potere, non il pubblico. Insomma, secondo me, ieri sera non c'era nulla di artefatto".Dagospia: Grillo è stato efficace? Intanto era meno ansiogeno e apocalittico del solito.Travaglio: "Secondo me ha trovato il tono giusto, che è il suo tono, anche magari con la sua logorrea. Lui è così, è uno che sta seduto in punta e cerca di convincere il pubblico e si gira verso gli interlocutori".Dagospia: "Ma quanti registri può cambiare Grillo, a seconda della fase politica? Sarà sempre estremo, o potrebbe saper trasmettere anche tranquillità e forza propositiva, come quella che predica Renzi?Travaglio: "No, per me Grillo ha solo due registri: uno indoor e uno open. Come Clint Eastwood con o senza cappello".Bonazzi chiude citando il plastico che tanto aveva fatto parlare nelle ore che hanno preceduto la trasmissione.E Travaglio dice: "Ma sì, era sincero anche in quella foto. Vespa era compiaciuto del fatto che il giornalista arrestato fosse lui. In quell'espressione che fa, chinandosi sul plastico di Grillo, c'è tutto Vespa. Anche perché tanto lui sa benissimo che l'unico rischio che non correrà mai è quello di essere arrestato per le proprie idee". (Fonte)

Vespa, Grillo a Porta a porta: il commento di Travaglio





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI



  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Stare seduti aumenta rischio cuore, ma solo oltre 10 ore

Esperti, sotto questa media non sembrano esserci effetti

Rischio salmonella, uova crude vietate a Riccione

Ordinanza del sindaco rivolta agli esercizi pubblici e alle mense

Occhiali e dentiere gratis a indigenti

Progetto medicina sociale fino ottobre, 40% assistiti italiano

Smettere di fumare diminuisce anche l’assunzione di alcol

Studio sfata mito che rinunciare a sigarette porti a bere di più

Alcolici causano 7 diversi tumori, più si beve più rischio sale

Non ci sono consumi 'sicuri', mezzo mln morti anno mondo

Colesterolo alto: cosa mangiare in estate per abbassarlo

Ecco i cibi da mangiare e quelli da evitare

Ospedali italiani nel mirino dei pirati informatici

Un software infetta i sistemi informatici e cripta i dati della vittima

Lorenzin: «Vaccini? Non esiste il diritto di dire no»

Si mette a rischio la salute degli altri

Zibido, scooter contro ambulanza

Vespe e api pungono 5 mln italiani l’anno, rischio allergie

8 su 10 sviluppa reazione allergica, in alcuni casi grave

Allarme Tbc, esperti: “E’ un’emergenza sanitaria trascurata, che va arginata”

Casi in aumento, da Fondazione Gimbe linee guida in italiano

Gran Sasso, escursionisti precipitano dal monte Camicia: due morti

Caldo: bere poco e pressione troppo bassa i nemici del cuore

In guardia gli anziani:no sport eccessivi e montagna se ipertesi

Pappe fatte in casa per il bebè? Poco sane

Troppo grasse e meno sane di quelle industriali

Sla: morto a Senigallia Max Fanelli

Da anni l'uomo si batteva per una legge sul fine vita