lafucina.it
Società

Morto l’imprenditore aggredito al casello

La tragedia si è consumata nel Casertano

Pubblicato il 28/05/2014 da La Fucina

E' morto l'imprenditore che era stato ferito ieri al casello, a riportare la tragica notizia è TgCom:"Un uomo di 40 anni, Gennaro Galdiero, è stato ucciso a colpi d'arma da fuoco mentre era nella sua auto all'uscita dello svincolo di Caianello dell'A1, nel Casertano. Galdiero, imprenditore del settore ortofrutticolo, probabilmente è stato avvicinato dai sicari, forse in macchina, che hanno esploso almeno due colpi di pistola, uno dei quali ha raggiunto il 40enne alla testa, l'altro al torace. Inutili i soccorsi. Fermato un socio."Pare che gli aggressori si siano accostati alla macchina di Galdiero per poi sparargli:"Ancora tutta da chiarire da parte dei carabinieri del Nucleo Operativo di Capua, che conducono le indagini, la dinamica dell'episodio: si sa solo che l'uomo era da solo nella sua auto, una Bmw, quando gli aggressori - si pensa almeno due - gli si sono affiancati, sembra a bordo di un'altra auto, facendo fuoco varie volte con l'obiettivo di uccidere." Gli inquirenti credono che non si tratti di un delitto da collegare alla criminalità organizzata:"Un agguato in piena regola, dunque, ma che, secondo gli investigatori, non avrebbe una matrice camorristica. Lo confermerebbero l'inesperienza del sicario e l'utilizzo di una sola pistola, ma anche la circostanza che Galdiero aveva il finestrino dalla sua parte abbassato, come se avesse parlato con qualcuno prima dell'agguato, mentre solo quello opposto, chiuso, è stato rinvenuto infranto dai proiettili."Poi TgCom spiega che l'agguato "è avvenuto a pochi passi dallo svincolo autostradale, ma in una stradina nei pressi di un ristorante, dove l'uomo potrebbe aver incontrato qualcuno. L'imprenditore è incensurato e non è mai incappato in indagini antimafia. La pista ritenuta al momento più probabile è quella della criminalità comune, ma non si escludono altri moventi."L'imprenditore aveva anche partecipato a vari programmi televisivi come opinionista:"Il 40enne ha partecipato, in qualità di esperto, a molte trasmissioni televisive, l'ultima volta il 12 luglio dell'anno scorso a Uno Mattina Estate su Rai Uno, per discutere dell'aumento dei prezzi e della qualità della frutta estiva."(Fonte)





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Coldiretti: i 14 cibi che fanno più male alla salute

Dossier Coldiretti su “La classifica dei cibi più pericolosi”

Per proteggere cuore e arterie ci aiutano banane, avocado e spinaci

Il merito va tutto al potassio

Yogurt ritirato dai supermercati per l’etichettatura errata

Il prodotto contiene glutine, quindi pericoloso per allergici e intolleranti

Nuove regole per i livelli del colesterolo cattivo, sempre più basso di 100

E non serve aumentare quello buono, 'non ci sono benefici'

La pasta con la farina d’orzo contrasta l’infarto

Grazie a beta-glucani induce la formazione di 'bypass' naturali

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore