lafucina.it
Società

Kabobo, le motivazioni della sentenza

l giudice: 'Malato ed emarginato'

Pubblicato il 04/06/2014 da La Fucina

Kabobo - Ad un mese dalla condanna a vent'anni di carcere arrivano le motivazioni della sentenza. Lo riporta Leggo.it:"La «condizione di emarginazione sociale e culturale» di Adam Kabobo, il ghanese che nel maggio 2013 uccise 3 passanti a colpi di piccone, è stata «valutata quale concausa della patologia mentale riscontrata, nel riconoscimento della seminfermità mentale». Lo scrive il gup nelle motivazioni della sentenza di condanna a 20 anni."

Pur considerando l'infermità mentale dell'imputato, i giudici avevano condannato Kabobo a vent'anni di carcere:

"Lo scorso 15 aprile, Kabobo è stato condannato dal gup di Milano Manuela Scudieri a 20 anni di carcere (più tre anni di misura di sicurezza a pena espiata) come chiesto dal pm Isidoro Palma, ossia il massimo della pena che poteva essere inflitta, tenendo conto della semi-infermità mentale e dello 'scontò previsto per il rito abbreviato. Il ghanese di 32 anni, all'alba dell'11 maggio dello scorso anno, seminò il terrore nel quartiere Niguarda a Milano, ammazzando tre persone che ebbero la sfortuna di trovarselo di fronte, armato di un piccone, e in preda ad una furia omicida dettata dalle «voci», come lui stesso le definì." Dalla perizia è emerso che Kabobo era in grado, in parte, di intendere e di volere, al momento della tragedia:"Determinante nella commisurazione della pena (la difesa con i legali Benedetto Ciccarone e Francesca Colasuonno aveva chiesto l'assoluzione con la totale incapacità di intendere e volere) è stato lo 'scontò per la semi-infermità mentale, che è stata riconosciuta così come chiesto dal pm che nel corso della sua requisitoria si era richiamato alla perizia psichiatrica depositata lo scorso ottobre. Perizia che aveva accertato un vizio parziale di mente: Kabobo soffre di «schizofrenia paranoide», ma la sua capacità di intendere al momento dei fatti non era «totalmente assente» e la sua capacità di volere era sufficientemente «conservata»."Nelle motivazioni che sono state depositate leggiamo che «la condizione di emarginazione sociale e culturale dell'imputato è già stata (...) valutata, quale concausa della patologia mentale riscontrata, nel riconoscimento della seminfermità mentale ed è già stata quindi oggetto di adeguata considerazione ai fini della quantificazione della pena».





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology