lafucina.it
Società

Sciopero Rai, volano insulti fra giornalisti

Scontro aperto fra favorevoli e contrari

Pubblicato il 11/06/2014 da La Fucina

In Viale Mazzini è ancora scontro sullo sciopero Rai per protestare contro i tagli di Matteo Renzi che ha previsto tagli per 150 milioni di euro. Tra i protagonisti delle liti tra chi era a favore e chi contrario allo sciopero ci sono Leonardo Metalli, inviato speciale del Tg1 e la giornalista Cinzia Fiorato. Quest'ultima in un post sulla pagina Facebook de "LaRaisiamonoi" spiegava, riproponendo la tesi dell'Usigrai, la decisione dei giornalisti di non aderire alla mobilitazione: "L'astensione non è stata proclamata nelle forme di legge. Si rischia l'interruzione di servizio pubblico. Il resto è solo demagogia". Metalli invece sosteneva la tesi della necessità di scioperare come forma di legittima difesa, alla fine è sbottato contro la collega che in sintesi diceva che lo sciopero era giusto nella forma ma non nella sostanza: "Allora fallo sto sciopero. Mettiti in permesso o ferie e non rompere i c..a tutto il mondo..." (tratto da)La giornalista Rai che dice "Me so rotta er c..." in diretta. GUARDA IL VIDEOE la giornalista Rai si è rotta il c...A indire lo sciopero sono le sigle sindacali di categoria Slc Cgil, Uilcom Uil, Ugl Telecomunicazioni, Snater e Libersind Conf Sal. Saranno possibili ripercussioni sulla programmazione. Il comunicato dell'Usigrai sullo sciopero La mobilitazione prevede anche presidi di fronte alle sedi regionali Rai. Secondo i rappresentanti dei lavoratori, “il prelievo mette a rischio il servizio pubblico e la tenuta occupazionale e non elimina sprechi o inefficienze che pure esistono". Inoltre, scrivono i sindacati, "la pretesa di 150 mln di euro, quando lo Stato è in debito verso la Rai di oltre un miliardo, è solo un metodo illegittimo per prelevare soldi dalle tasche degli abbonati”. Nel mirino anche la cessione di una quota di Rai Way, che secondo le sigle sindacali “favorirà la privatizzazione del profitto, scaricando inevitabilmente le perdite sulla collettività". Infine, dicono, "lo squilibrio dei conti che deriva dalla richiesta dei 150 milioni di euro sta già producendo effetti sull'occupazione". "In questo modo – continuano i sindacati - si altera il mercato, si indebolisce la più grande azienda culturale del Paese e, inevitabilmente, si favoriscono i concorrenti". I promotori dello sciopero auspicano "una vera riforma che investa sulla qualità dei prodotti culturali. Una Rai libera da sprechi, mega consulenze, super stipendi ed appalti inutili. Tutte voci, queste, non intaccate dalla richiesta di 150 milioni di euro". - See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Rai-oggi-lo-sciopero-contro-il-taglio-da-150-milioni-del-dl-Irpef-1d10de46-ee64-437c-90ec-381049c97038.html#sthash.q0pLSLr6.dpuf





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Ritirati lotti di Salsiccia Sarda Campidanese

Il Gruppo Auchan l'ha richiamata a titolo precauzionale e volontario

Oms, misure contro tabacco per 63% popolazione mondiale

Numeri in crescita, ma industria interferisce con politiche

Vaccini, Senato approva decreto

Con 171 sì, 63 no e 19 astenuti

Via libera Ue a riduzione sostanza cancerogena acrilammide in fritture

Ma no limiti vincolanti. Si trova in patatine, caffè e prodotti forno

I 10 benefici dell’anguria

Scopri quanti effetti benefici ha l'anguria, il frutto dell'estate

Il sonnellino dura più di un’ora? Rischi il diabete di tipo 2

Studio giapponese presentato a Monaco, ma esperti Gb lo confutano

Da nuova classe farmaci speranze anche per Diabete tipo 1

Purrello (Sid), bloccare glucagone può avere un impatto clinico

Charlie, Parlamento Usa gli concede cittadinanza così potrà essere curato in America

L'incontro di ieri con gli esperti non aveva convinto i medici inglesi

Spossatezza, crampi fino al collasso tra gli effetti del troppo caldo

Esperti, importanti alimentazione 'multicolor' e idratazione

I cibi anti-età che fanno sparire le rughe

Il mal di testa si può curare anche con gli impulsi elettrici

Studio italiano dimostra efficacia neurostimolazione

Tumore vescica, fumo principale fattore rischio

78% italiani non sa che si può prevenire, 37% non ne ha mai sentito parlare

Dieta mediterranea, alleato nei pazienti oncologici

Libro consiglia alimenti e ricette di supporto alle cure

Istamina nel tonno, ritirato il tonno in scatola all’olio di girasole Algarve

Potrebbe provocare la sindrome sgombroide

Ministero Salute, anomalie su 1% cibi e bevande controllate

Dati 2016, infrazioni sul 25% di impianti e mezzi di trasporto