lafucina.it
Ambiente

Riscaldamento globale: ‘Solo 17 anni per cambiare rotta’

Nuovo rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico

Pubblicato il 14/06/2014 da La Fucina

Riscaldamento globale: 'Solo 17 anni per cambiare rotta'

Sono dati drammatici quelli diffusi dall'Ipcc, il Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico: abbiamo soltanto 17 anni per invertire la tendenza. Infatti "Ogni anno un miliardo di tonnellate di gas serra in più nell'atmosfera", mentre l'obbiettivo dovrebbe essere quello di tagliare le emissioni di almeno il 40% entro il 2050. Lo riporta Repubblica.it:"La direzione è quella sbagliata e ci sono solo 17 anni di tempo per cambiare rotta. Nonostante gli sforzi e gli impegni dei governi, le emissioni di gas serra continuano ad aumentare e ogni anno toccano nuovi massimi. L'allarme emerge dal nuovo rapporto sul clima presentato stamani a Berlino dal Gruppo intergovernativo di esperti sul cambiamento climatico (Ipcc). Secondo gli scienziati tra il 2000 e il 2010 le emissioni sono aumentate più rapidamente dei tre decenni precedenti: ogni anno abbiamo immesso nell'atmosfera un miliardo di tonnellate di gas serra in più rispetto all'anno precedente."Non solo bisogna tagliare, ma secondo gli esperti è necessario ridurre le emissioni di una percentuale minima del 40%:"Per contenere l'aumento della temperatura globale entro i due gradi, il massimo considerato sostenibile, le emissioni dovrebbero essere ridotte da qui al 2050 almeno del 40% (meglio se del 70%). Un livello altissimo e se continua così difficilmente raggiungibile."Se le politiche energetiche non subiranno mutamenti ci sarà un aumento delle temperature medie del pianeta di 3 o 4 gradi:"Il rapporto sollecita un "trasferimento massiccio" dall'uso intentivo dei combustibili fossili alle energie rinnovabili entro i prossimi 16 anni per poter ancora invertire il riscaldamento globale in atto. Altrimenti, entro il 2100 le temperature medie globali aumenteranno fra 3,7 e 4,8 gradi."Sotto il grafico che riporta l'andamento dell'estensione dei ghiacci artici:andamento_ghiacci"Per evitare interferenze pericolose con il clima, dobbiamo cambiare le nostre abitudini" ha spiegato Ottoma Edenhofer, uno dei tre co-presidenti del gruppo di lavoro dell'Ipcc sul riscaldamento globale.Repubblica spiega anche che "quello che manca nel rapporto finale dell'Ipcc è un'analisi è attenta delle cause del continuo aumento delle emissioni: nelle 33 pagine diffuse oggi, che serviranno come guida per un nuovo round di negoziati sul clima nel 2015, manca infatti una parte che era presente nelle versioni trapelate nei mesi passati. Nelle precedenti versioni si considerava responsabile "dell'aumento delle emissioni la crescente richiesta energetica dei paesi emergenti, sia per la crescita della popolazione che per l'espansione economica. Insomma si puntava principalmente il dito contro la Cina e altri grandi paesi emergenti. I grafici relativi a questa parte sono stati cancellati dalla versione finale."Secondo molti il cambiamento delle politiche energetiche potrebbe mettere in pericolo la crescita economica in un periodo di forte crisi, ma Edenhofer ha fatto notare che "non significa che il mondo deve sacrificare la crescita per salvare l'ambiente è un ritardo della crescita economica, ma non è un sacrificio."Inoltre, conclude Edenhofer, "questo scenario non esclude dal costo stimato, il risparmio che deriverebbe dalla limitazione dei fenomeni atmosferici estremi e dall'inquinamento dell'aria che respiriamo."





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology

200 anni di Parkinson, i sintomi da tenere sotto controllo

Dal dolore al collo alla perdita dell'olfatto

Cuore, mezz’ora di corsa lo aiuta a restare giovane

Sufficiente un allenamento di 30 minuti per rallentare l'invecchiamento delle cellule cardiache

Rapa rossa effetto molto simile a Viagra

Cresce nell'orto la nuova arma segreta degli sportivi

Calvizie? E’ colpa dei geni

La stima arriva da uno studio pubblicato su Nature Communications

Mozzarella bufala Dop mira a mercati di Usa e Cina

Iniziative Consorzio, formazione per nuove regole export

Tutti i benefici dei mirtilli

I mirtilli hanno straordinari poteri antiossidanti, controllano la pressione sanguigna e la glicemia

Troppo sale sulla tavola degli italiani: rischio ictus e ipertensione

Male uomini e regioni Sud. Settimana mondiale riduzione consumo

Italiani popolo più sano al mondo, primi su 163 paesi

Classifica Bloomberg Index, 'nonostante economia in difficoltà'

Avanti con il formaggio, studio conferma benefici su salute

Colesterolo cattivo piu' basso tra consumatori latticini

Lorenzin: Ecco la nuova lista delle cure gratuite

Aggiornato l'elenco delle prestazioni gratuite per i Livelli essenziali di assistenza (Lea)

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale