lafucina.it
Società

Vallanzasca arrestato: Ha rubato mutande al supermercato

E' stato sospeso temporaneamente il regime di semilibertà

Pubblicato il 14/06/2014 da La Fucina

Vallanzasca arrestato: Ha rubato mutande al supermercato

Ha rubato due paia di mutande ed è stato arrestato, non una persona qualunque, ma Renato Vallanzasca. Lo riporta Repubblica.it:"Renato Vallanzasca torna in carcere. Non per gesti criminali di grosso spessore, ma per aver rubato due paia di mutande. Sorpreso dall'addetto alla sicurezza, il Bel René - che si trovava in permesso premio per tre giorni - è stato stato arrestato e processato per direttissima. Il giudice, insieme al collega del Tribunale di sorveglianza, ha deciso di convalidare l'arresto e sospendere temporaneamente il regime di semilibertà: Vallanzasca torna, dunque, a essere un ergastolano definitivo."L'accaduto ha lasciato senza parole il direttore del carcere di Bollate Massimo Parisi, il quale "è rimasto sbalordito: "Siamo rimasti davvero sorpresi, niente ci avrebbe fatto immaginare un'azione così illogica da parte sua". Illogica è anche la parabola che da principe delle cronache criminali degli anni Settanta (per le quali ha collezionato complessivamente quattro ergastoli e 295 anni di reclusione) lo porta di nuovo alla ribalta per un furto da 70 euro in un supermercato."Vallanzasca è stato arrestato venerdì in tarda serata, subito dopo aver perpetrato il reato:"Erano le 20 di venerdì sera quando l'addetto all'antitaccheggio dell'Esselunga di viale Umbria lo ha sorpreso con due paia di mutande non pagate. Il Bel Renè avrebbe pagato correttamente degli alimentari nascondendo però in una sua borsa due paia di boxer che aveva tolto dalla confezione, un paio di cesoie e del concime per piante. Fermato da una pattuglia del nucleo radiomobile dei carabinieri di Milano, l'ex bandito della ligéra, la vecchia mala milanese, è stato arrestato per furto aggravato."Repubblica spiega che "lle casse, l'addetto antitaccheggio che lo stava tenendo sott'occhio gli ha detto che c'era altra roba da pagare. Vallanzasca avrebbe risposto in modo altezzoso: "E allora?" e si sarebbe rifiutato di mostrare il contenuto della sua borsa. A quel punto il responsabile del punto vendita ha chiamato i carabinieri. Lui non ha protestato ed è salito subito sulla macchina di servizio."L'arresto sarebbe stato convalidato dal giudice perché le parole pronunciate da Vallanzasca davanti all'addetto alla sicurezza del supermercato sono state interpretate come una minaccia:"Durante il processo per direttissima, che si è svolto a porte chiuse, Vallanzasca ha voluto solo contestare l'accusa di rapina impropria che sarebbe scattata per le minacce che avrebbe rivolto all'addetto alla sicurezza, ma non avrebbe dato giustificazioni per il furto dei pochi oggetti. "Vedrete che casino verrà fuori adesso...": la frase che Vallanzasca ha pronunciato davanti all'addetto alla sicurezza dell'Esselunga è stata considerata dal magistrato una minaccia, per questo è stato convalidato l'arresto. Gli addetti non l'avevano riconosciuto e hanno scoperto a chi si trovavano davanti solo all'arrivo dei carabinieri."Non è la prima volta che Vallanzasca viene arrestato per un reato commesso al supermarket:"Il supermercato fu già 'galeotto' a Vallanzasca. Le cronache riportano, infatti, che la sua prima interruzione nell'ascesa della carriera criminale avvenne nel 1972, dopo una rapina a un supermercato. Allora ad arrestarlo furono gli uomini della squadra mobile di Milano, diretta da Achille Serra. La sua 'carriera' era iniziata ben prima: la sua 'biografia' racconta che a otto anni, con un compagno aveva cercato di far uscire da una gabbia la tigre di un circo che aveva piantato il tendone proprio nelle vicinanze di casa sua, motivo per cui viene arrestato la prima volta e portato nel carcere minorile Beccaria."





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone

L’esercizio fisico è un’arma contro 22 malattie, dal diabete 2 all’Alzheimer

Studio finlandese, sicuro anche per chi soffre di malattie croniche

Chirurgia, “troppi esami inutili prima degli interventi”

Indagini che fanno crescere i costi e rischi inutilmente

Nuovo magazzino per le albicocche tra più grandi Europa

Nuovo stabilimento Albisole (Forlì-Cesena)

Le ciliegie elisir per sportivi e contro le patologie infiammatorie

Ricche in polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie

Trasformatori carne Ue, no a “mortadella vegan”

Organizzazione Clitravi a Commissione Ue, fare chiarezza su nomi

Addio flop a letto, arriva in farmacia il ‘francobollo dell’amore’

Da mettere sotto la lingua in grado di evitare le brutte figure sotto le lenzuola

Contro cellulite depurarsi per restituire ossigeno a cellule

L'80% delle donne con cellulite farebbe qualsiasi cosa per eliminarla

Malattie della tiroide, identificato bersaglio per terapie innovative

Uno studio pubblicato su EMBO Molecular Medicine

Ritirate le crostatine al cacao e albicocca per rischio microbiologico

Contaminazione non omogenea da miceti

Vaccini, via libera a decreto su obbligo a scuola

Introduce l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola

Consumo di yogurt e migliore salute delle ossa in età avanzata

Lo sostengono i ricercatori irlandesi del Trinity College di Dublino

Sembra mal di schiena ma non lo è, 18.000 italiani colpiti

Per Spondilite anchilosante spesso diagnosi arriva dopo anni

Sos grano duro: in Italia calo delle semine dell’8,3%

In Canada atteso un calo produzione (-29%) ma export a +6,7%

Caffè e cuore, è nato un amore: la tazzina che fa bene

Studio, un consumo moderato aiuta le persone sane e anche chi ha problemi cardiaci