lafucina.it
Sport

F1, Schumacher è stato trasferito in un altro reparto

Il campione tedesco è stato trasferito ad un reparto riabilitativo dell’ospedale di Grenoble

Pubblicato il 15/06/2014 da La Fucina

F1, Schumacher è stato trasferito in clinica

Michael Schumacher è stato trasferito dal reparto di neurochirurgia nel quale si trovava. Lo riporta Il Secolo XIX:"Michael Schumacher è stato trasferito dal reparto intensivo di neurochirurgia ad un reparto riabilitativo dell’ospedale di Grenoble. Lo sostiene il settimanale tedesco Bunde citando fonti cliniche e precisando che lo spostamento è finalizzato a preparare il paziente ad un successivo trasferimento in una clinica specializzata nella riabilitazione."Il quotidiano genovese spiega che "secondo il settimanale tedesco, inoltre, le possibilità di un recupero completo dell’ex pilota di F1 - infortunatosi in un incidente sugli sci a Meribel il 29 dicembre scorso - sono sempre più scarse. Nonostante il casco, nella caduta Schumacher aveva riportato un grave trauma cranico, con lesioni «serie e diffuse», urtando violentemente contro una roccia."La settimana scorsa Gary Harstein, l’ex delegato medico per la Formula Uno della Fia, la Federazione di automobilismo, aveva scritto sul suo blog:"Non ho alcuna informazione diretta. Ad ogni modo, ritengo che saremmo stati informati nel quale caso fossero emersi sviluppi positivi. Non avrebbe senso non dare ai fan buone notizie, se ci fossero"E aveva aggiunto: "Nessuna persona in stato vegetativo per un anno può riprendere conoscenza. Le possibilità di risveglio diminuiscono con il passare delle settimane e diventano minime dopo sei mesi: nessuna persona in stato vegetativo per un anno può riprendere conoscenza."E ancora: "Non avremo mai più buone notizie sullo stato di salute di Michael Schumacher".Anche Flavio Briatore si era mostrato pessimista:"Non ci sono news, anche perché la famiglia è molto chiusa, non comunica. Sicuramente non essendoci news non è una good news”. Ormai sono in molti a pensarla così e il silenzio della famiglia e della portavoce, Sabine Kehm, è molto più rumoroso di quanto si possa pensare. La scorsa settimana avevano destato molto scalpore le dichiarazioni di Gary Harstein, anestesista statunitense ed ex delegato medico per la Formula 1 della Fia, che aveva dichiarato sul proprio blog che “pur non avendo informazioni dirette, se ci fossero buone notizie, saremmo stati informati. Non avrebbe senso di non dare ai fan buone notizie, se ci fossero."





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Sapone liquido batte mousse nell’eliminare i germi

Meno efficaci nell'eliminare batteri che possono causare infezioni

Stop import, torna la stagione delle cozze italiane

Da Cnr e coop produttori monitoraggio biologico e sensoriale

Tumori, la maggior parte è dovuta al caso

Nuovo studio sui tumori destinato a far rumore

L’ingrediente segreto dei wurstel

Il video che svela come vengono prodotti

Corsa e salto per rafforzare le ossa degli uomini

Con esercizi di carico benefici dopo 12 mesi 2 volte a settimana

Pomodoro salva-cuore, migliora pressione e riduce colesterolo

I suoi effetti potenziati dall'azione del licopene

“Liberalizzare farmaci fascia C”

Consegnate 170mila firme a istituzioni

Epidemia di occhi secchi, ‘dipendenza digitale’ sotto accusa

Boom di sindromi da tablet, smartphone e pc, al via campagna di prevenzione con visite gratis

Alcuni farmaci abbattono scompenso cardiaco e mortalità

Studio su 365mila pazienti che usavano inibitori dell'SGLT2i

Bere concentrato di mirtilli migliora memoria negli anziani

Bastano 30ml di concentrato al giorno per 12 settimane

Per la prima volta in Italia oltre mille morti in meno per cancro

1.134 morti in meno registrate nel 2013 (176.217) rispetto al 2012 (177.351)

Cosa contengono davvero i succhi di frutta commerciali?

Non è tutto oro quello che luccica: che differenza c’è tra un frutto e un succo di frutta?

Dormi più di 9 ore? Ecco cosa rischi

Un bisogno fisiologico può essere 'spia' di un rischio

I farmaci per abbassare il colesterolo aumentano rischio diabete

Alta probabilità nelle donne anziane che assumono farmaci a base di Statine

Pressione, con lo stile di vita la massima giù di 10 punti

Studio presentato durante il 66° Congresso annuale dell'American College of Cardiology