lafucina.it
Politica

Guerra Iraq, petrolio: La foto della raffineria in fiamme

Un satellite ha scattato la foto della più grande raffineria del Paese divorata dalle fiamme

Pubblicato il 22/06/2014 da La Fucina


Guerra Iraq, petrolio: La foto della raffineria in fiamme

"Le cose in Iraq vanno molto male. I ribelli dello Stato Islamico dell'Iraq e della Siria hanno marciato attraverso varie città e preso il controllo della seconda città del Paese, Mosul. Puntano a Baghdad e hanno preso d'assalto una raffineria di petrolio a Baiji, città che si trova a 200 km a nord della capitale. Una grande battaglia ha fatto seguito all'accaduto e, mentre il governo iracheno ha rivendicato la vittoria, non è ancora chiaro chi controlla la raffineria, che è la più grande del Paese. Ma il 18 giugno il satellite Landsat 8 ha sorvolato la zona e scattato le drammatiche foto della raffineria in fiamme, del fumo nero denso che si alza."Scrive Phil Plait di Slate, che aggiunge:"Questa foto era stata twittata all'inizio da ClimateDesk. Sono andato sul sito del USGS Earth Explorer e ho velocemente trovato l'immagine originale. Non sono stato in grado di scoprire quando è iniziato l'incendio, ma stava divampando in quel momento."Nel frattempo Obama ha inviato 300 "consiglieri militari" in Iraq e ha tenuto una conferenza stampa in cui ha spiegato i suoi piani e cosa farà per risolvere la situazione.In mattinata è anche stata diffusa la notizia che gli insorti iracheni hanno conquistato la città di Anbar, la quarta per dimensioni. Lo riporta La Repubblica:"Ufficiali iracheni hanno dichiarato che militanti sunniti hanno conquistato Rutba (150 chilometri a est del confine giordano), un altro comune nella provincia di Anbar, nella parte occidentale dell'Iraq. Si tratta della quarta città a cadere nelle loro mani da venerdì. Le altre tre città sono Qaim, Rawah e Ana, così come un valico di frontiera con la Siria."Inoltre "sette persone sono morte durante un attacco aereo a Tikrit, città del nord dell'Iraq tenuta dai ribelli sunniti, dove le forze di sicurezza stanno cercando di spingere un'offensiva lampo da quasi due settimane. La televisione di Stato aveva parlato di 40 ribelli uccisi, ma i testimoni hanno detto che le vittime sono 7 ed erano combattenti.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Allarme colazione, per 10 mln ‘addio’ al modello italiano

Indagine Aidepi, tra falsi miti condanna grassi e no carboidrati

Lettini solari,in 30 anni hanno fatto aumentare tumori pelle

Oms, ogni anno causano 450mila casi tra Usa, Europa e Australia

Tumore al rene, in Italia 120 mila persone vive dopo la diagnosi

Lorenzin: “Dolorosissima morte bimbo ucciso da morbillo”

Bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli

Muore bimbo di 6 anni per complicanze da morbillo

Affetto da leucemia, ricoverato a Monza. Contagiato da fratelli non vaccinati

L’estratto di uva può proteggere contro il cancro al colon

Bene i test sugli animali, agisce sulle staminali tumorali

Sciroppo per la tosse ritirato dagli scaffali

Allarme nelle farmacie

I dolcificanti aumentano il rischio di diabete

Peggio dello zucchero, aumentano il rischio di diabete e obesità

Diabete, dai broccoli una sostanza utile per il controllo della glicemia?

Il sulforafano potrebbe rivelarsi utile per il trattamento del diabete di tipo 2

Morbillo, Oms: “In Europa oltre 5mila casi, il 43% in Italia”

Preoccupazione per la situazione attuale

Forino (direttore Assolatte), consumi latte ancora in calo

Nei primi cinque mesi del 2017

Un vaccino contro il colesterolo cattivo, test sull’uomo

Promette di frenare l'aterosclerosi riducendo l'accumulo di grasso che può ostruire le arterie

Lorenzin, manager sanità incapaci buttano miliardi

Mentre il correttivo della riforma Madia e' fermo in Cdm

Bergamotto toccasana, in succo combatte stress e colesterolo

Studio Università di Tor Vergata conferma 'frutto della salute'

Il pesce un possibile aiuto nella cura artrite reumatoide

Malattia più controllata con consumi 1-2 porzioni a settimana