lafucina.it
Società

Dati disoccupazione Europa: Nel Sud è allarme rosso

In Andalusia la disoccupazione ha toccato il 36,3%

Pubblicato il 23/06/2014 da La Fucina

Dati disoccupazione Europa: Nel Sud è allarme rosso


L'Istat ha rielaborato i nuovi dati sulla disoccupazione in Europa diffusi da Eurostat che mostrano un quadro decisamente inquietante nell'Europa meridionale, mentre in alcune regioni, soprattutto nel Nord Europa, la situazione è totalmente diversa. Infatti nella mappa si va "dal color panna delle regioni che si trovano sotto il 5% della disoccupazione frizionale, al rosso che identifica le percentuali superiori al 20%. I dati facenti riferimento al 2013 continuano a restituirci un’Europa meridionale dal colore intenso, dove la disoccupazione supera il 20%. Nell’Europa mediterranea non c’è scampo: l’intero territorio spagnolo è nella fascia massima, quella che supera la soglia del 20%, lo stesso si può dire della Macedonia e della maggior parte delle regioni spagnole. L’unica eccezione sono i Paesi Baschi dove la disoccupazione è compresa fra il 15% e il 20%."Però, spiega Yahoo, "questa volta la scala è regionale." E. "come sempre i dati vanno considerati con le dovute cautele poiché “registrano” il numero di disoccupati fra coloro che un impiego lo stanno cercando e non fra gli individui in età di lavoro. Si tratta di un’avvertenza doverosa visto che, per esempio, rispetto alla Spagna, in Italia sono meno le persone alla ricerca di un impiego, elemento che spinge il dato della disoccupazione verso il basso."La situazione in Italia:"Nella fascia rossa ci sono tre regioni italiane: Sicilia, Calabria e Campania. Le altre regioni del sud (Sardegna, Molise, Puglia e Basilicata) si trovano a livelli occupazionali compresi fra 15 e 20%, mentre le regioni del centro Italia (Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo) e il Piemonte, trascinato nel baratro dalla crisi Fiat, oscillano fra il 10 e il 15%. Più si scende verso sud, più intenso è il fenomeno. Toscana, Liguria, Val d’Aosta, Emilia Romagna Lombardia, Provincia di Trento, Veneto e Friuli Venezia Giulia si trovano nella fascia che va fra il 5 e il 10%, mentre la Provincia di Bolzano resta al di sotto del 5%, con un dato coerente a quello dell’Austria e del sud della Germania."E'interessante prendere in esame la continuità fra regioni vicine, spiega Yahoo, in quanto questa "supera le logiche dei confini nazionali. Così come esiste una continuità transnazionale fra Languedoc, Provenza e Piemonte, c’è continuità fra Alto Adige, Tirolo e Baviera."Mentre "Germania, Francia e Polonia presentano una situazione piuttosto eterogenea, mentre i Paesi Scandinavi si caratterizzano per la compattezza dei dati regionali. E se l’Irlanda resta il paese maggiormente in crisi del Nord Europa, nel Regno Unito balzano agli occhi le tre “isole felici” delle Highlands and Islands, del Northern Islands e del North Yorkshire."E se da una parte ci sono regioni in cui il tasso di disoccupazione supera il 30%, dall'altra ci sono aree in cui la percentuale di chi non trova lavoro è inferiore al 2%:"La regione più depressa d’Europa è l’Andalusia dove la disoccupazione, nel 2013, ha toccato il 36,3%, più del doppio rispetto al 17,5% della Sardegna. Le regioni con la minore disoccupazione sono l’Oberbayern (Germania) e la Trondelag (Norvegia) entrambe al 2,6%".





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

La pasta con la farina d’orzo contrasta l’infarto

Grazie a beta-glucani induce la formazione di 'bypass' naturali

La Prevenzione a tavola ci sta a cuore

Tutte le novità che abbiamo in serbo per voi

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti