lafucina.it
Ambiente

Siti inquinati: alzati i limiti delle sostanze pericolose

Il decreto Competitività prevede la possibilità di aumentare gli scarichi in mare degli stabilimenti industriali

Pubblicato il 09/07/2014 da La Fucina

Siti inquinati: alzati i limiti delle sostanze pericolose


Il ministro Gianluca Galletti ha nominato 'Ambiente protetto' la parte del nuovo decreto Competitività di cui si è occupato.Si tratta però, secondo l'Espresso, di un nome che probabilmente è "del tutto fuori luogo", ed è sufficiente dare un'occhiata ad alcuni punti del provvedimento per capire il motivo.- Siti militari: sono, per il settimanale il punto più controverso, infatti:"Per risolvere il problema delle bonifiche, assai impegnative dal punto di vista economico, il decreto del governo pare aver escogitato un modo semplice e veloce: equiparare i valori consentiti a quelli delle aree industriali. In questo modo, pur interessando coste, boschi e zone di macchia mediterranea (come a Capo Teulada in Sardegna, o a Monte Romano nel Lazio) i livelli di inquinamento tollerati potranno essere notevolmente più alti rispetto ad aree verdi o residenziali".E per spiegare meglio il concetto ecco due esempi: "lo stagno potrà avere un concentrazione nel suolo fino a 350 volte superiore, mentre potranno essere centuplicati i valori dei cianuri (da 1 a 100 mg/kg)". Ma di questo nel comunicato stampa non si è neppure accennato.- Scarichi in mare di sostanze non disciolte:"A essere beneficiata sarà tutta una serie di impianti industriali di grandi dimensioni come acciaierie, centrali elettriche e a carbone, cementifici, raffinerie, ma anche stabilimenti chimici, rigassificatori e inceneritori".Il decreto su questo punto afferma che "le Autorizzazioni integrate ambientali rilasciate per l’esercizio possono prevedere valori limite di emissione anche più elevati e proporzionati ai livelli di produzione". Vale a dire: più si produce e più si può scaricare in mare.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Uova contaminate, Nas ne sequestrano oltre 92000

Nell'inchiesta due le ipotesi sull'uso fipronil

Due casi in Campania di uova contaminate, uno nelle Marche

Istituto Zooprofilattico, su 37 campionamenti 2 'non conformi'

Milano, uova contaminate al fipronil: sequestrata una partita di omelette

Sequestro in una ditta di via Canonica, zona Chinatown

Uova contaminate, il Ministero della Salute annuncia “due positività” in Italia

Su 114 campioni esaminati, segnalate a Regioni e Asl

Epidemia oppiacei Usa, quadruplicati morti dal 1999

Fentanil'killer n.1'nelle città. E' allarme anche antidepressivi

Torna la paura peste nera: ​nuovo focolaio in Arizona

In Arizona trovate pulci infette con la peste nera, la malattia che nel XIV secolo falcidiò il 60% della popolazione europea

Chi usa le sigarette elettroniche ha più probabilità di iniziare a fumare quelle tradizionali

Analisi condotta su quasi 3mila adolescenti britannici e pubblicata ieri su Tobacco Control

Uova contaminate: analisi su campioni di uova, carne di pollame e ovo-prodotti

Zooprofilattico Abruzzo eseguirà le analisi

Tutti i benefici del fico

Il fico è un frutto autunnale ricco di proprietà nutritive e benefici per il nostro organismo

El Pais, mojitos in spiaggia sono un ‘nido batteri’

Analizzate bevande e panini di venditori ambulanti in Spagna

Malattie croniche ai polmoni, salgono i morti nel mondo

Per fumo e smog registrati 3,2 milioni di decessi nel 2015

Uova contaminate, Ue: “15 Paesi coinvolti, anche l’Italia”

L'Italia figura tra i 15 Paesi ad aver ricevuto uova dalle aziende coinvolte nello scandalo delle uova al Fipronil

Isolato nell’intestino un batterio che ‘cura’ la sclerosi multipla

Verso nuova era della medicina con i 'farma-microbi'

Sos caldo in farmacia: boom integratori e controllo pressione

Gli italiani cercano aiuto in farmacia contro i disagi da caldo

Matcha, il tè verde ricco di antiossidanti

Un articolo apparso su Food Research International ha concluso che potrebbe migliorare anche l'attenzione e la memoria