lafucina.it
Società

DNA, in media siamo simili ai nostri amici

Lo studio delle università Yale e San Diego

Pubblicato il 17/07/2014 da La Fucina

DNA, in media siamo simili ai nostri amici


"Dimmi con chi vai e ti dirò che sei". I proverbi molto spesso non sbagliano e, in questo caso, la scienza sembra dare ragione alla massima. Leggiamo su Fanpage.it che, secondo gli studi di due università americane, abbiamo in comune una parte del DNA con i nostri amici:"Perché proprio con quell’amico abbiamo condiviso pensieri arditi che ad altri non diremmo mai? Proprio con lei/lui abbiamo scelto di fare pazzie o mostrare le nostre debolezze? C’è una storia comune, qualcosa che ha acceso la lampadina dell’amicizia… e c’è anche il DNA. Secondo una ricerca pubblicata dal Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) e condotta dalle università americane di San Diego e Yale gli amici condividono tra loro almeno l’1% del DNA, un tratto comune che porta due persone a 'scegliersi'."Il coordinatore della ricerca Nicholas Christakis e James Fowler hanno detto in merito: "analizzando l’intero genoma, abbiamo scoperto che in media siamo geneticamente simili ai nostri amici".L’1% di patrimonio genetico uguale, spiega Fanpage, "sembra, all’apparenza, ben poco, ma spiegano i genetisti che si tratta di una condivisione rilevante e che rende una persona geneticamente simile quanto lo è per noi un cugino di quarto grado".E un aspetto interessante è che i tratti genetici in comune tra due amici non riguardano il nostro sistema immunitario, cosa che scongiurerebbe il rischio del contagio di malattie:"La selezione degli amici basata sul DNA avrebbe anche alcuni vantaggi evolutivi, dal momento che si è osservato che i tratti genetici comuni riguardano più spesso funzioni relative ai sensi come l’olfatto, ma non quelli che coinvolgono il sistema immunitario. In tal modo, presi insieme, due o più amici risultano immuni, nel complesso, ad un maggior numero di malattie, riducendo così i rischi di contagio all’interno del gruppo. Non solo: i geni che invece condividiamo con gli amici sono gli stessi che evolvono più velocemente, portando dunque il gruppo ad accelerare nel proprio percorso evoluzionistico".Seguici su Facebook, Twitter e Google+ se sei interessato alle nostre notizie.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Per la salute intestinale scegliere broccoli e cavoletti

Lo evidenzia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Functional Foods

Qual è la differenza tra marmellata e confettura?

Sapevate che i due termini non sono affatto sinonimi?

Livelli di rame troppo alti nel vino Barbera

Lotti ritirati

La bevanda fatta in casa ideale per abbassare la pressione

Tra gli ingredienti ci sono alcuni alimenti indicati per chi soffre d'ipertensione

10 luoghi comuni sull’alimentazione assolutamente falsi

La maggior parte delle credenze in ambito alimentare sono completamente false

Meno zuccheri nelle bibite ridurrebbe le malattie legate all’obesità

Meno incidenza di ictus, diabete e cancro ai reni

Dado vegetale: 10 buoni motivi per non usarlo

Il dado industriale contiene ingredienti controversi che sarebbe bene evitare

Trovate larve nelle confezioni di Fiocchi di Avena

Lotto sospeso

I micrortaggi tengono a bada il colesterolo e non fanno ingrassare

Dando una grossa mano al cuore

Il formaggio più puzzolente del mondo

Il Vieux Boulogne è una meraviglia, ma l'odore che emana non è molto gradevole

I grassi della frutta secca e della soia difendono dal diabete

Tutto merito degli omega 6

I 5 Antibiotici naturali che combattono le malattie

Un rimedio naturale per evitare effetti collaterali

Condire l’insalata con l’olio di semi di soia sarebbe meglio

Secondo un nuovo studio aiuta l'assorbimento dei nutrienti

Le proprietà del prezzemolo, una gustosa pianta anticancro

Il prezzemolo è un'ottima fonte di miricetina, potentissima sostanza anticancro

Cavolo, un vero antibiotico naturale

Protegge il cuore, contrasta il cancro e migliora la digestione