lafucina.it
Politica

Pil Italia e ordini tedeschi giù: l’Europa in caduta libera

E la crisi è aggravata dal conflitto in Ucraina

Pubblicato il 06/08/2014 da La Fucina

Pil Italia e ordini tedeschi giù: l'Europa in caduta libera


L'Europa precipita. Non è soltanto il conflitto in Ucraina a gettare ombre sul futuro dell'Europa, ma ora sono anche i dati economici a preoccupare le maggiori economie del continente.In Germania gli ordini sono calati del 3,2%, l'1,6% in meno rispetto al mese precedente, mentre secondo le previsioni ci sarebbe dovuta essere una crescita dello 0,9%. Nel mese di giugno gli ordini interni sono arretrati dell'1,9% e quelli esteri del 4,1%.L'Italia invece torna in recessione. Secondo i dati diffusi questa mattina dall'Istat, il nostro Paese lo scorso trimestre ha registrato un calo del PIL dello 0,2% rispetto ai primi tre mesi dell'anno.Ieri è anche stata diffusa la notizia che la Russia avrebbe mobilitato circa 20.000 soldati al confine con l'Ucraina. I dati economici, in aggiunta al timore di un escalation del conflitto in Ucraina hanno gettato i mercati nel panico, infatti le principali Borse europee questa mattina hanno ampliato le perdite: Milano ha perso oltre il 2%, Parigi l'1,16% e Londra lo 0,96%. E anche sul fronte spread le notizie non sono buone: dopo la chiusura di ieri a 158 punti, oggi il differenziale tra Bund e btp italiani è salito a 165.Ma nell'Eurozona non sono soltanto Italia e Germania a fare i conti con una situazione che, non solo non migliora, ma tende a peggiorare: anche la Francia è impantanata in una crisi economica. Nelle scorse settimane l'industriale francese Pierre Gattaz aveva spiegato in un articolo che "la situazione economica della Francia è 'catastrofica' per la mancanza di investimenti e l’alta disoccupazione". Un altro importante problema è, secondo Gattaz, la perdita di competitività del suo paese: "i prodotti della Francia – le sue auto, l’acciaio, l’abbigliamento, l’elettronica – costano troppo da produrre rispetto ai beni dei concorrenti, sia dell’Asia che dei suoi vicini europei, tra cui non solo la Germania, ma anche Spagna e Italia".Sei su Facebook? Condividi la foto se ti senti indignato
Puoi anche seguirci su Twitter e Google+.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Obesità adolescenziale, rischi per il fegato nel futuro

Risultati di una ricerca del Karolinska Institutet di Stoccolma e dell'Università di Lund

Caffè ‘viagra naturale’: fino a 3 tazzine per l’effetto anti-flop

Insieme al movimento è l'ideale per rapporti sessuali soddisfacenti e fertilità

La soia fa bene o fa male?

Siamo sicuri che sia così e che la soia sia davvero una panacea?

Ue, stop all’aranciata senza arancia

La Commissione Ue innalza la quantità di succo al 20%. Italia in regola dal marzo 2018

Basta mezz’ora al telefonino per rischiare mal di testa

no studio del gruppo di ricercatori diretti dall'ex presidente della Società italiana di neurologia, Aldo Quattrone

Tumori, 5 caffè al giorno dimezzano rischio cancro fegato

Secondo una ricerca diretta da Oliver Kennedy, dell'University of Southampton

Infarto, nel 30% dei casi c’è lo zampino del sistema immunitario

Studio Gemelli, al via cure su misura per i diversi tipi arresto cuore

Tumore al polmone, dopo 40 anni cambia la cura d’attacco

Sì di Aifa a immuno-oncologia, 70% pazienti vivo a un anno

Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore

Studio, la cottura lunga sprigiona molecole benefiche per la salute

Cassazione conferma maxisequestro spaghetti ‘made in Turkey’

'Indicazioni fallaci'. Respinto ricorso ad pasta 'Garofalo'

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi

Le sigarette light? Sono più pericolose di quelle normali

Associate all’aumento di adenocarcinoma, comune tumore al polmone