lafucina.it
Cibo e Salute

Curare il cancro con il veleno di scorpione

E anche il veleno di api e serpenti sarebbe efficace

Pubblicato il 11/08/2014 da La Fucina

Curare il cancro con il veleno di scorpione


Il veleno di scorpione, ape o serpente potrebbe essere alla base delle di una nuova generazione di medicine per combattere e il cancro. Gli scienziati hanno ideato un metodo per indirizzare le proteine del veleno solamente alle cellule tumorali, evitando di colpire quelle sane, riducendo o eliminando gli effetti collaterali che le tossine provocherebbero.Il rapporto è stato presentato al 248esimo meeting della American Chemical Society, la più grande società scientifica al mondo. Durante l'incontro, a cui stanno partecipando migliaia di scienziati, verranno presentati circa 12.000 rapporti sulle nuove scoperte.Dipanjan Pan, il medico che ha condotto lo studio, ha dichiarato in merito: "Abbiamo impiegato le tossine del veleno in minuscole particelle per curare il cancro al seno e melanoma in laboratorio."Queste particelle portano le tossine direttamente alle cellule tumorali, risparmiando i normali tessuti".Il veleno di scorpione, ape e serpente, spiega Newswise, contiene proteine e peptidi che, quando vengono separate dagli altri composti e testati individualmente, possono attaccare le membrane delle cellule tumorali. Questa attività è in grado, potenzialmente, di bloccare la crescita e la diffusione della malattia. Pan e il suo team hanno detto che le sostanze contenute in questi veleni possono essere validi alleati nella lotta contro il cancro. Ma iniettando semplicemente il veleno su un paziente può avere effetti collaterali, come recare danno alle cellule nervose e ai muscoli del cuore o il sanguinamento sotto la pelle.Perciò il gruppo guidato da Pam stanno pensando a risolvere questo problema. Leggiamo su TgCom che "gli esperti hanno usato la proteina del veleno delle api, la mellitina, risintetizzandola in grandi quantità in laboratorio (le api ne producono pochissima) e poi l'hanno "impacchettata" in nanoparticelle per veicolare la terapia nel cuore del tumore. Queste nanoparticelle si sono dimostrate capaci di penetrare nel tessuto malato risparmiando le cellule sane limitrofe e di bloccare la crescita del tumore"Entro 3-5 anni si dovrebbero iniziare le prime sperimentazioni di medicine anticancro realizzate con questi veleni sui pazienti.Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie
Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.





La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico

10 ottime ragioni per portare in tavola il radicchio rosso

Moltissimi benefici per la nostra salute

Qual è la differenza tra arancia bionda e rossa?

Le arance rosse sono ricche di antocianine

Latte per neonati ritirato dai supermercati per rischio salmonella

Allarme salmonella per alcuni lotti di latte artificiale

Ecco perché vale la pena mangiare i cachi

Racchiudono straordinarie proprietà per il nostro organismo

I cibi che contengono Vitamina E (e ci proteggono da moltissime malattie)

La Vitamina E è preziosa contro diabete, demenza senile, malattie cardiovascolari e gastrointestinali

5 straordinarie proprietà dell’arancia

Ecco perché mangiare le arance durante i mesi invernali