lafucina.it
Cibo e Salute

La claritromicina associata a maggiore rischio di infarto

Lo studio pubblicato sul British Medical Journal

Pubblicato il 22/08/2014 da La Fucina

La claritromicina associata a maggiore rischio di infarto


La claritromicina, uno degli antibiotici che più vengono prescritti dai medici è stata associata ad un maggiore rischio di morte a causa di infarto. Lo riporta l'Independent.Questo antibiotico viene impiegato per curare diverse infezioni batteriche e viene somministrato a milioni di persone ogni anno. Il suo utilizzo è già sconsigliato a chi soffre di malattie cardiache, ma da uno studio di alcuni ricercatori danesi è emerso che questo farmaco causa 37 morti potenziali ed evitabili su 1 milione rispetto agli altri antibiotici.Nonostante il rischio sia relativamente basso, è stato detto che il fatto che la claritromicina sia stata prescritta a così tante persone significa che c'è bisogno di una "urgenta conferma" di questa scoperta. Ad ogni modo, per ora non è stata richiesto alcuno stop alla prescrizione del medicinale.La claritromicina appartiene ad un gruppo di antibiotici che si chiamano macrolidi, conosciuti per l'effetto che hanno sul ritmo dell'attività muscolare del cuore umano, l'intervallo QT, e perciò aumentano il rischio che si abbiano problemi che potrebbero rivelarsi fatali.I dottori prestano estrema attenzione nel somministrare i macrolidi ai pazienti affetti dalla "Sindrome del QT lungo", che causa episodi di Aritmia, ovvero l'alterazione del ritmo cardiaco normale.L'uso costante di claritromicina fa aumentare del 76% il rischio di morte a causa di infarto rispetto ad antibiotici simili come la penicillina V, riporta uno studio pubblicato ieri sul British Medical Journal.Sei su Facebook? Aiutaci a far girare questa notizia

Seguici anche su Twitter e Google+.

La claritromicina associata a maggiore rischio di infarto






La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

I grani antichi sono davvero più sani di quelli moderni?

E' vero che sono più nutrienti e contengono meno glutine?

Come sbucciare la melagrana in 1 minuto

Ecco un trucchetto per aprire la melagrana facilmente

Mele e pomodori riparano i polmoni degli ex-fumatori

Rallentano il declino della funzione respiratoria anche per chi non fuma

La colazione per non sentire fame fino a pranzo

Sazia a spegne la fame nervosa, è una colazione talmente completa che possiamo evitare lo spuntino

Quante calorie contiene una fetta di panettone o di pandoro?

In ogni fetta sono contenuti 5 cucchiaini di zucchero che ci fa superare la soglia fissata dal OMS

Perché i broccoletti sono così buoni per la salute

Tutte i benefici dei broccoletti e qualche ricetta sfiziosa per cucinarli

10 valide ragioni per consumare i porri

I porri rappresentano un alimento che racchiude sorprendenti proprietà curative e nutrizionali.

Il brodo di pollo in inverno è una vera medicina

Ha un effetto antinfiammatorio con benefici alle vie respiratorie, ecco la ricetta

Listeria nella provola, ritirato un lotto

Il Ministero della Salute ha provveduto al ritiro di un lotto di provola

Se mangi cavolo viola la tua salute ti ringrazierà

Ricco di vitamine, ottimo per la salute degli occhi e per abbassare il colesterolo

Ecco perché mangiare tanto cavolo nero

Ingrediente principale della ribollita toscana, un toccasana contro il freddo

Albero vero o finto: qual è la scelta migliore per l’ambiente?

La vita dei nostri alberi di Natale: prima e dopo

La dieta per arrivare a Natale con la coscienza a posto

La dieta consigliata dal nutrizionista

Arriva la Dieta vegana in versione Mediterranea

Da cereali a olio di oliva,alimenti tutti derivati da tradizione

4 cose sui pompelmi che non sapevi

Per esempio che l'estratto dei semi hanno potere battericida e antimicotico