lafucina.it
Politica

Chi c’è dietro all’Isis? Quell”incontro tra McCain e i ribelli

L'articolo di Pino Cabras

Pubblicato il 27/08/2014 da La Fucina

Chi c'è dietro all'Isis? Quell''incontro tra McCain e i ribelli


Capire ciò che sta avvenendo in Iraq è più complesso di quanto possa sembrare. Se da una parte gli Stati Uniti gli Stati Uniti paiono determinati a combattere il nuovo nemico, lo Stato Islamico, dall'altra emergono dettagli di certo non trascurabili in merito ai rapporti tra gli americani e i ribelli siriani, che oggi sono fra i leader dello Stato Islamico.In un altro post vi mostravamo delle foto che girano su internet che ritrarrebbero il senatore repubblicano John McCain con l'autoproclamato Califfo dello Stato Islamico Abu Bakr al-Baghdadi. E in un'altra foto sarebbero presenti sia al-Baghdadi, sia Abu Mosa, l'addetto stampa del gruppo terroristico ucciso la settimana scorsa, che alle telecamere di Vice aveva detto: "Dico all’America che un califfato Islamico è stato stabilito. Non siate codardi nell’attaccarci con i vostri droni, inviate qui i vostri soldati e noi li umilieremo ancora; Se Dio vuole innalzeremo la bandiera di Allah anche alla Casa Bianca".In effetti John Mccain incontrò i ribelli siriani nel 2013, gli stessi che ora gli Stati Uniti dovrebbero combattere. Ma alcuni si chiedono, però, se la Casa Bianca sia davvero intenzionata a combattere i terroristi. Il giornalista Pino Cabras fa notare che non è stato posto alcuna sanzione all'Isis: lo Stato Islamico guadagnerebbe circa 3 milioni di dollari al giorno grazie al petrolio che, passando per la Turchia, arriva all'Occidente. Perché i terroristi smerciano il petrolio così liberamente? E come mai i patrimoni degli oligarchi dell'organizzazione terroristica non sono stati congelati? E ancora. perché questi non vengono denunciati alla Corte penale internazionale? Si chiede Cabras, che ipotizza: "Forse perché un processo risulterebbe compromettente per gli eminenti oligarchi statunitensi fotografati in compagnia di Al Baghdadi?". Abu Bakr al-Baghdadi compare nella lista dei terroristi già dal 2011, eppure McCain lo incontrò, scrive Cabras. Ovviamenti sui "giornaloni" di questo non v'è traccia.Scrive Cabras: "più passano le ore e più la pretesa di Obama di intervenire in Siria contro l’ISIS non appare ai danni dell’ISIS ma della Siria: un modo per aggirare i mille ostacoli che gli si erano frapposti rispetto a un implacabile obiettivo di vecchia data: conquistare Damasco, o almeno seminarvi il Caos". E conclude il giornalista: "A questo serviva lo spettacolo hollywoodiano e grandguignolesco imbastito intorno alla testa del giornalista americano in tuta arancione".E tu cosa pensi della crisi irachena? Facci sapere nei commenti!Seguici su Facebook se ti interessano le nostre notizie

Puoi seguirci anche su Twitter e Google+.

Chi c'è dietro all'Isis? Quell''incontro tra McCain e i ribelli






La Fucina in tempo reale? Su Telegram unisciti a noi QUI


  • Segui La Fucina:





NOTIZIE + RECENTI

Le sigarette elettroniche potrebbero causare danni al Dna delle cellule del sangue

Lo afferma lo studio dell'Unibo

Obesità adolescenziale, rischi per il fegato nel futuro

Risultati di una ricerca del Karolinska Institutet di Stoccolma e dell'Università di Lund

Caffè ‘viagra naturale’: fino a 3 tazzine per l’effetto anti-flop

Insieme al movimento è l'ideale per rapporti sessuali soddisfacenti e fertilità

La soia fa bene o fa male?

Siamo sicuri che sia così e che la soia sia davvero una panacea?

Ue, stop all’aranciata senza arancia

La Commissione Ue innalza la quantità di succo al 20%. Italia in regola dal marzo 2018

Basta mezz’ora al telefonino per rischiare mal di testa

no studio del gruppo di ricercatori diretti dall'ex presidente della Società italiana di neurologia, Aldo Quattrone

Tumori, 5 caffè al giorno dimezzano rischio cancro fegato

Secondo una ricerca diretta da Oliver Kennedy, dell'University of Southampton

Infarto, nel 30% dei casi c’è lo zampino del sistema immunitario

Studio Gemelli, al via cure su misura per i diversi tipi arresto cuore

Tumore al polmone, dopo 40 anni cambia la cura d’attacco

Sì di Aifa a immuno-oncologia, 70% pazienti vivo a un anno

Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore

Studio, la cottura lunga sprigiona molecole benefiche per la salute

Cassazione conferma maxisequestro spaghetti ‘made in Turkey’

'Indicazioni fallaci'. Respinto ricorso ad pasta 'Garofalo'

Penne rigate Combino richiamate da Lidl e dal produttore

“Pasta Zara”, per possibile presenza di tracce di soia. Rischio per gli allergici

Pediatri Usa, stop ai succhi di frutta sotto l’anno età

Non sono un buon sostituto della frutta fresca e servono solo a consumare più zucchero e calorie

Torna la pasta da grani antichi, +250 volte in 20 anni

Nel 2017 record 2,5 mln di kg per lo storico 'senatore' Cappelli

Scagionato il Viagra, assumere la pillola blu non provoca melanoma

Studio dei ricercatori della New York University, l'aumento dei casi dipende da un maggior numero di diagnosi